La Legacoop risponde a Fresina: “Prenda una boccata d’ossigeno in una cooperativa. Si accorgerà che sono una ricchezza del territorio”

di 

27 dicembre 2013

Il Comitato territoriale di Legacoop Pesaro e Urbino risponde all’intervento di Massimo Fresina, candidato sindaco di Pesaro, sulle cooperative. Ecco il comunicato:

 

PESARO – Il nuovo che avanza riprende, come avviene da anni ad ogni scadenza elettorale, il solito attacco al mondo della cooperazione. Il nuovo che avanza forse ignora il disastro che ha colpito il mondo del lavoro e ignora che il sistema della cooperazione ha fatto di tutto per limitarne le conseguenze. Il nuovo che avanza non sa che la cooperazione, in questa crisi, ha visto contrarsi drammaticamente le marginalità senza che questo comportasse la riduzione dei posti di lavoro. Il nuovo che avanza non sa che le cooperative del nostro territorio non solo applicano integralmente i contratti di lavoro, a volte anche in anticipo rispetto a questo previsto dalle norme, ma sono riconosciute come modello da altri territori. Il nuovo che avanza dovrebbe andare in strada per capire come vivono le persone comuni, che si impegnano ogni giorno nelle cooperative a favore dei soggetti più fragili, nei servizi che creano occupazione per cittadini che non avrebbero mai possibilità di trovare lavoro, nei settori considerati marginali che creano ricchezza per il nostro territorio, nella sfida per offrire beni e servizi alle migliori condizioni. Le cooperative sono un patrimonio collettivo che non appartiene a nessun dirigente, ma ai soci e alle socie, e anche ai cittadini e alle cittadini. Chi lo ignora forse è il caso che esca fuori dai circoli chiusi e asfittici che frequenta e prenda una bella boccata di aria fresca dentro una delle tante e belle cooperative della nostra città. Le porte delle cooperative sono sempre aperte, basta aver voglia di affacciarsi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>