Caso Stamina, il nonno del piccolo Federico: “Guariniello indaghi sulla fuga di notizie”. Mostrati video e documenti sui miglioramenti dati dalle infusioni

di 

28 dicembre 2013

ROMA – Si chiama Felice Massaro ed è il nonno del piccolo Federico, il bimbo fanese di 3 anni affetto dal morbo di Krabbe, chiede che il giudice Raffaele Guariniello indaghi sulla fuga di notizie riguardo alle cartelle cliniche dei piccoli pazienti sottoposti al Metodo Stamina. Oggi, durante la conferenza stampa organizzata a Roma dai parenti dei piccoli malati, si è puntato il dito verso quella stampa che, a loro dire, avrebbe distorto la verità e sono stati mostrati video e documenti che dimostrerebbero, in realtà, dei miglioramenti.  Nel dettaglio sono stati trasmessi dei video di due bimbi affetti da Sma in cui due di questi, Celeste e Sebastian, compiono dei movimenti che secondo il professor Marcello Villanova “non può fare nessun soggetto colpito da questa malattia”. E’ stato mostrato anche un documento dell’ospedale pubblico Garibaldi di Catania: un certificato della piccola Smeralda in cui si riscontra un miglioramento in seguito alle infusioni di Stamina. Tutto questo mentre oggi il Ministero della salute ha reso noti i nomi del nuovo comitato scientifico che dovrà analizzare il caso.  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>