Vis Pesaro – Agnonese 1-0: Dominici e Foiera (rigore parato) regalano i primi 3 punti del 2014

di 

5 gennaio 2014

VIS PESARO – OLYMPIA AGNONESE 1-0

VIS PESARO (4-4-2): Foiera; G. Dominici, Cusaro, Pangrazi, Martini; Bugaro, A. Torelli, Bianchi, Ridolfi (37′ st Rossi); Costantino, Chicco (21′ st Omiccioli). A disp.: Osso, Bartolucci, E. Dominici, Costantini, Tonucci, Rossoni, Di Carlo. All. Magi

O.AGNONESE (4-1-2-3): Biasella; Rolli, Litterio, Antonelli, Maresca; Wade; Di Lullo (32′ st Orlando),Ricamato; Troccoli (37′ st Parmense), Di Benedetto, Esposito. A disp.: Vescio, Patriarca, Marcovecchio, Catalano, Lavorgna. All. Urbano

ARBITRO: Cenami di Rieti

MARCATORI: 10′ st Dominici G (V)

NOTE: Al 17′ st Di Benedetto (A) sbaglia (parato) un rigore. Giornata coperta, campo pesante. Spettatori: 500 circa. Espulso al 48′ st Bugaro (V) per doppia ammonizione. Ammonti: Maresca (A), Di Lullo (A), R0lli (A), Cusaro (V), Wade (A), Ridolfi (V), Bugaro (V), Antonelli (A). Angoli: 7-2. Recuperi: pt 1′, st 4′

PESARO – Prima partita del 2014 e prima giornata di ritorno del campionato di Serie D, girone F, per la Vis Pesaro di mister Peppe Magi. Al Benelli arriva l’Olympia Agnonese del tecnico Urbano che, nel mercato di dicembre, ha cambiato alcuni elementi: partiti Famiano, Keita, Morante e ingaggiati dal Giulianova il fantasista Esposito e, per ultimo, la punta Di Benedetto che oggi esordirà con la maglia dei molisani. Squalificati Pifano e l’under Mancini, problemi muscolari per Litterio che, nonostante pochissimi allenamenti nelle gambe, recupera : l’Agnonese si presenta al Benelli in formazione altamente sperimentale, con soli 18 uomini in panchina (6 under e il solo Orlando, 36 anni, come ricambio over).

Migliori (Ridolfi e Dominici) e peggiori (l'arbitro) in campo. Lo sguardo del numero 10 vissino verso l'arbitro dice tutto...

Migliori (Ridolfi e Dominici) e peggiori (l’arbitro) in campo. Lo sguardo del numero 10 vissino verso l’arbitro dice tutto…

Nella Vis Pesaro, sempre vincente dal ritorno in D nel primo appuntamento dell’anno solare (due anni vittoria per 1-0 a Rimini, 5-0 all’Isernia l’anno scorso), mancheranno Cremona (che prosegue la riabilitazione dopo l’operazione alla caviglia: rientro previsto per marzo) e Giorgio Torelli (un punto di sutura sulla pianta del piede per uno sfortunato incidente provocato all’interno dello spogliatoio) ma ritornerà disponibile, dopo la squalifica, Di Carlo. Solo all’ultimo minuto, invece, si capirà se capitano Omiccioli ed Eugenio Dominici (convocati e dati per recuperati dai rispettivi acciacchi) saranno della partita o partiranno dalla panchina.

Il dato: Agnonese mai vincente fuori casa (un pareggio e 7 sconfitte di fila) nel girone d’andata, terza difesa più perforata e terzo attacco meno prolifico del girone. La vittoria pre-natalizia sull’Angolana è stato però un chiaro segnale di voler cambiare, nel girone di ritorno, rotta. Non confondano i soli 17 punti in classifica (16 in casa): ricordate l’andata? Una zampata di Keita, su un cross deviato, e Vis battuta. Il maliano, in rete due anni fa al Benelli, questa volta non ci sarà: si è accasato a Cassino, Promozione laziale, dopo non aver accettato il taglio dell’ingaggio.

La Vis, invece, arriva da due vittorie di fila (Angolana e Civitanovese) e, dopo essere rientrata in zona playoff, ha tutta l’intenzione di rimanerci e salire ulteriormente in classifica.

Ore 14.30, squarci di pallido sole sul Benelli: poco più di 500 le presenze per questa prima partita dell’anno. Vis, con Cusaro capitano, in tradizionale casacca biancorossa, Agnonese in tenuta granata.

Partiti: Vis in attacco con l’ormai consolidato 4-4-2 con Ridolfi alto a destra. L’Agnonese, in queste prime battute, oscilla tra il 4-4-2 e il 4-3-3 con Esposito largo a sinistra.

Al 4′ Ridolfi mette il turbo sulla sinistra e taglia in mezzo, Biasella esce prontamente evitando l’intervento di Chicco. Leggera pressione Vis.

Wade (bel lancio per Esposito sulla sinistra al 6′, sarà una costante) è un pilastro d’ebano davanti la difesa, ai suoi lati Di Lullo e Ricamato coprono la mediana a fisarmonica con Esposito, a sinistra, e Troccoli a destra, a ripiegare e scattare lasciando di fatto il solo Di Benedetto come vero attaccante di ruolo.

12′ Esposito salta sempre l’uomo, ovvero Giovanni Dominici, quando riceve palla a sinistra. Al 12′, dopo essersi guadagnato un angolo, mette in mezzo per Di Benedetto che, in due tempi, riesce a girare debolmente verso il primo palo di Foiera: Bianchi respinge mezzo metro fuori dalla linea ma Foiera, comunque, era ben piazzato subito dietro.

17′ Prima applausi per Ridolfi: sulla destra salta tre uomini, compreso il gigantesco Wade, entra in area ma Litterio lo chiude. Un minuto dopo è Costantino a deviare sul secondo palo, di testa, un angolo di Bugaro: palla morbida per Biasella.

20′ Mani sui capelli all’unisono per tutti gli spettatori del Benelli: Martini crossa in mezzo dalla sinistra, la difesa dell’Agnonese devia al limite, Alberto Torelli si avventa sul pallone, il cuoio si sporca e spiove a centro area dove Chicco, liberissimo, al volo, la colpisce forse troppo bene spedendola un palo sopra la traversa. Occasionissima sprecata.

Ammoniti Maresca per una brutta entrata da dietro.

25′ Ridolfi prova la semirovesciata volante: idea brasiliana, conclusione nostrana. Altissima.

Fa caldo: temperatura atipica, cielo coperto, doveva piovere ma non viene giù una goccia.

25′ Sul ribaltamento di fronte è Giovanni Dominici, in diagonale, a chiudere su Troccoli indirizzato come un missile a centro area.

30′ Punizione rasoterra di Bugaro dalla destra, Maresca la sfiora e Biasella deve abbassarsi per stoppare la sfera nell’angolino.

L’Agnonese randella senza complimenti: Wade è un muro, Litterio e Antonelli non sono timidi, anzi. La Vis fa la partita, i molisani partono in contropiede con il mono-schema: Wade che sventaglia per Esposito, e palla al piede il folletto ex Giulianova, leve corte, alla faccia della caviglia che doveva ancora fare male, è incontenibile.

Al 32′ ci prova l’altro folletto: Ridolfi, doppio dribbling sulla sinistra, accentramento, e diagonale sul primo palo parato a terra da Biasella.

I problemi della Vis sono due: la mancanza di lucidità sotto porta, dalla voglia estrema di risolvere subito la partita, e dalla presenza di Wade davanti la difesa molisana. Il massiccio centrocampista non sarà Pogba ma sa fare il suo: spezza, randella, di testa non ne perde una (costringendo Chicco a  e, palla al piede, svolge il compito numero uno: palla per Esposito in profondità.

Amm0nito Di Lullo: anche Urbano si arrabbia con il suo giocatore per l’inutilità del fallo su Ridolfi a metà campo

41′ Ci prova Ridolfi: laser dalla destra, a incrociare, alto di un metro. Ci vuole calma.

Super occasione per l’Agnonese: Troccoli vola sulla destra e taglia sul secondo palo dove Di Benedetto anticipa Cusaro e di testa scaraventa il cuoio all’incrocio del primo palo di Foiera. L’estremo difensore vissino salva il risultando volando e deviando la boccia in angolo.

Dopo un minuto di recupero si va a riposo con il risultato di 0-0. Vis con tanta quantità ma senza ritmo nel gioco d’insieme e con poca lucidità  sotto porta, Agnonese brava ad applicare al dettaglio le indicazioni di Urbano: Wade-Esposito il binario stra-usato ma gol sfiorato con la combinazione Troccoli-Di Benedetto.

Ripresa: squadre invariate.

Ammonito Cusaro per un’entrata a centrocampo su Esposito.

La Vis prova a venire a capo: punizione rimpallata di Costantino da ottima posizione (6′). Ancora Costantino, molto mobile come al solito, costringe all’ammonizione Wade per un fallo da tergo sula trequarti. La Vis, in questi primi minuti, ha spostato il baricentro avanti: difesa altissima, Bianchi e Torelli a schiacciare Wade a ridosso della difesa molisana.

10′ Vis in vantaggio: punizione di Bugaro dalla destra, traiettoria morbida, molto alta, sul secondo palo dove Giovanni Dominici, di testa svetta su Maresca, e con una palombella, in terzo tempo, trova il secondo palo. Un gol che ricorda quello di Vidal in Champions, un mesetto fa, contro i danesi allo Juventus Stadium.

13′ Agnonese vicina al pareggio: Alberto Torelli a terra, l’Agnonese e l’arbitro lo ignorano, la sfera arriva con un rimpallo ad Antonelli che spara violentemente non inquadrando la porta dal limite dell’area. Il Benelli protesta vibratamente. La partita s’incattivisce, l’arbitro Cenami adesso fatica a mantenere l’ordine in campo.

16′ Martini vicino al gol: Chicco si trascina pallone e avversari, sfera per Martini che di esterno sinistro, dalla sinistra, incrocia sul palo opposto fuori di pochissimo.

17′ Rigore per l’Agnonese: Alberto Torelli e Cusaro intervengono su Esposito, spalle alla porta, che cade subito dopo. Dagli undici metri Di Benedetto si fa ipnotizzare, paratissima sulla sua destra a mezz’aria. Il Benelli esplode.

19′ Ancora Agnonese: Esposito disegna per Di benedetto che dal limite, al volo, calcia un pallone velenoso che ballonzola in area ma viene domato da Foiera. Subito dopo è Ridolfi a dare aria alla Vis: dribbling e diagonale parato da Biasella.

Magi si cautela: dentro capitan Omuccioli, fuori Chicco. In attacco Costantino con Ridolfi finto nueve e Bianchi esterno destro.

27′ Costantino si libera sulla sinistra, entra in area, semina un avversario e taglia in mezzo, Ridolfi è in controtempo, la sfera arriva a Bianchi sul secondo palo che sulla battuta trova la ribattuta in angolo.

29′ Ridolfi taccheggia un pallone e serve su un vassoio un pallone per la testa di Omiccioli che ci arriva male e con la parte alta della fronte spara fuori da ghiottissima posizione. Bisogna chiuderla questa partita…

Urbano si gioca il jolly Orlando: fuori Di Lullo. Orlando si piazza a ridosso di Di Benedetto in attacco.

Ammonito Bugaro, in area, per aver detto “lascia”: ma l’aveva detto a Costantino… Altro caso in area dopo una manciata di secondi: Wade, in area, tocca con la mano. L’arbitro, questa volta, non è fiscale…

38′ Girata alta di Di Benedetto alta dopo essersi liberato, forse, con una mano.

40′ Rossi più forte del terreno disastrato del Benelli: crosso teso, Costantino di testa non ci arriva per un soffio.

43′ Esposito provoca panico in area vissina: Giovanni Dominici, in qualche maniera, lo disinnesca. I due, poi, si abbracciano: bellissima sfida.

45′ Costantino pare uscito da una beauty farm: al 90′ ha ancora le gambe fresche e sull’ennesima ripatenza Antonelli lo fa volare con un fallo da dietro: solo ammonizione per il difensore molisano.

Finale per cuori fortissimi: un batti e ribatti continuo, con l’Agnonese che tenta il tutto per tutto ma la Vis a ogni ripartenza ci prova.

48′ Espulso Bugaro per doppia ammonizione. Resta da spiegare il cartellino: incomprensibile. Forse per una strattonata a un avversario a metà campo. Subito dopo l’arbitrio fischia la fine: Vis-Agnonese 1-0, direzione arbitrale assurda. La Vis soffre e vince: decide Dominici.

 

Tags: , , , , , , ,

2 Commenti to “Vis Pesaro – Agnonese 1-0: Dominici e Foiera (rigore parato) regalano i primi 3 punti del 2014”

  1. enrico scrive:

    mi chiedo se sti arbitri delinquenti debbano mai rispondere di queste partite scempio…. ha fatto tutto il possibile per falsare la partita e non lo avranno manco pagato!!

  2. Roberto scrive:

    Prendiamoci questi 3 punti e guardiamo oltre,oggi un Po di ruggine natalizia si è vista,comunque anche in giornate non felicissime come questa intravedo una squadra compatta,forza ragazzi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>