Pesaro si ferma per l’ultimo saluto al vigile “artista” Luca Veneziano. Folla mai vista, presenti tutte le autorità cittadine

di 

13 gennaio 2014

PESARO – Dall’alto del cielo, probabilmente, avrà sorriso alla sua maniera: c’era una folla mai vista. Come in uno dei suoi tanti spettacoli più riusciti e organizzati in oltre 30 anni di attività. Troppo piccola anche la Chiesa di Loreto: in tanti, tantissimi, non sono voluti mancare per dare l’addio a Luca Veneziano, il capitano della polizia municipale morto per un infarto a soli 54 anni, giovedì scorso, a Cortina, dove si trovava in vacanza con la moglie. Presenti tutti gli uomini del comando della Municipale pesarese, presente praticamente tutta la giunta comunale con il sindaco Luca Ceriscioli in testa, tantissime autorità e amici arrivati da ogni dove che in questi anni hanno apprezzato Veneziano nella veste di vigile e in quella di straordinario organizzatore di eventi e fautore di appuntamenti legati alla solidarietà. Il picchetto d’onore ha accolto il feretro arrivato da Muraglia e un lungo sincero applauso ha sancito poi il congedo: non si dimenticheranno le parole che colleghi, amici e parenti hanno letto. Straordinario l’abbraccio collettivo per la famiglia di Luca: dalla moglie Giovanna alla figlia Giada. Toccati e ricche di verità le parole di don Giuseppe, parroco di Loreto: “Luca ha insegnato a tutti che ogni uomo è un valore assoluto”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>