Nodari: “Il tempo delle parole è terminato, ci vogliono i fatti”

di 

16 gennaio 2014

FANO – Nodari mette un punto fermo sulla situazione negativa dell’Alma Juventus. “Tutte le settimane – spiega il difensore centrale granata – siamo qui a dirci le stesse cose, è giunto il momento di dimostrare sul campo il nostro valore. Mi hanno sempre insegnato che le parole se ne vanno via con il vento, ora servono solo i fatti e i risultati sul campo. Siamo consapevoli che stiamo incontrando delle difficoltà, starà a noi far emergere il vero valore di questo gruppo”. Il prossimo avversario sarà il Sulmona in una partita che assume il valore di una finale, poiché nel caso in cui non arrivasse un risultato positivo la classifica diventerebbe preoccupante.

“Il Sulmona – afferma Alex Nodari -, nel mese di dicembre, è stato al centro di numerosi cambiamenti. Molti giocatori se ne sono andati, altri ne sono arrivati. Però noi più che all’avversario dobbiamo guarda a casa nostra, dato che la storia di questo campionato ci insegna che se giochiamo come sappiamo, possiamo affrontare qualsiasi squadra alla pari”.

Nel frattempo alla società è stata comminata una multa da 800 euro perché un proprio sostenitore, durante l’ultima partita casalinga con la Recanatese, ha utilizzato un fascio di luce laser per disturbare un giocatore avversario. Questa sanzione arriva dopo quella ricevuta nella partita con il Giulianova (sempre 800 euro), quando un supporter granata colpì con uno sputo un segnalinee.

Alla luce di questi avvenimenti la società invita i propri sostenitori ad evitare nuovi episodi del genere perché in questo modo si sottrae budget da investire nella “causa” granata e comunica che sin dalla prossima partita si attrezzerà per riuscire ad individuare i responsabili di gesti simili, in maniera tale da riuscire a rivalersi su di loro in caso di nuove sanzioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>