Condivisione, altruismo, alleanza: parole di incontro tra Volley Pesaro e Avis

di 

17 gennaio 2014

PESARO – Lo sport come veicolo di sensibilizzazione su temi come la solidarietà e la relazione con gli altri. E’ con questo intento che Volley Pesaro e Avis Pesaro daranno il via ad una serie di incontri, rivolti alle giovani atlete della società pesarese e ai genitori. Il percorso avrà una durata di 4-5 mesi e si suddividerà in incontri con temi specifici in base alle diverse fasce di età.

Le ragazze di Volley Pesaro con la maglia dell’Avis

Le ragazze di Volley Pesaro con la maglia dell’Avis

“Da tempo seguivamo le iniziative in campo formativo che si facevano alla Snoopy e alla Robur – spiega Vittorio Gemellaro, presidente Avis Pesaro – e riteniamo che lo sport veicoli in maniera molto rapida informazioni e messaggi. Per questo abbiamo scelto di avviare questa collaborazione”.

Da gennaio prenderanno il via gli incontri, sei in totale divisi per gruppi. “Abbiamo individuato quattro fasce di età alle quali rivolgerci – spiega il presidente Snoopy Barbara Rossi – minivolley, U13, U14 e U16, U18 e B1”.

Per ogni gruppo è stato definito un tema: le U13 tratteranno la tematica del GRUPPO: “Per queste giovani atlete si tratta del primo anno di pallavolo a livello agonistico – precisa Rossi – ed è importante che capiscano che per ottenere un risultato prima del singolo atleta viene il gruppo e il rispetto per le compagne di squadra”. Con i gruppi U14 e U16 verrà affrontato il tema dell’EMPATIA, la capacità di immedesimarsi e di entrare in contatto emotivo con una compagna, per affrontare insieme le difficoltà. “Le più grandi, U18 e B1, si confronteranno con il tema della SCELTA. Fare sport a questa età diventa una scelta consapevole, e le ragazze devono sapere che questa decisione comporta una serie di responsabilità e doveri. Inoltre è proprio a 18 anni che si può decidere di diventare donatori. Una scelta di vita importante”.

In primavera infine sarà il turno dei piccolissimi del mini volley: “anche loro saranno divisi in due micro gruppi, e insieme ai genitori affronteremo il tema del gioco in gruppo”.

A tenere gli incontri saranno la biologa Ediola Mucaj e Susanna Scipi, dell’Avis Giovani, insieme a Barbara Rossi, pedagogista e formatrice in ambito educativo. “Nello spogliatoio di una squadra si vive a pieno il sentimento di solidarietà – conclude Gemellaro – per i compagni di squadra si è disposti a tutto. Noi cercheremo di esportare questa filosofia di vita dalla micro comunità dello spogliatoio alla macro comunità della vita comune”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>