Bertini dopo il ko: “In questo momento Olbia ha un livello che non abbiamo, ma ci possiamo arrivare”. Bastia vince al tie-break al momento il terzo posto è salvo, ma Filottrano…

di 

18 gennaio 2014

PESARO – Il terzo posto ha resistito, per una sera, visto che Bastia ha battuto Perugia, ma solo al tie-break, non riuscendo a scalzare il Volley Pesaro dal podio del Girone C della serie B1.

Abbiamo visto – in diretta – una partita bellissima. Durata cinque lunghi set, combattuta su ogni palla, accompagnata anche da qualche errore, ma arricchita da giocate degne di categorie superiori. Uno spettacolo, grazie alla diretta streaming curata dalla società perugina, che un quarto d’ora dopo la conclusione del derby ci ha trasmesso le statistiche… Di un altro livello, grazie allo scoutman Stefano Volpi.

Dunque, Pesaro è ancora terza, ma domenica dovrà tifare Pagliare per evitare di subire il sorpasso di Filottrano. Intanto, da sabato sera, Olbia è balzata in testa alla classifica… Un premio per la grande prova offerta contro Pesaro, mai così in difficoltà in questa stagione.

Bertini riconosce i meriti degli avversari, ma confida di raggiungere il loro livello (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Bertini riconosce i meriti degli avversari, ma confida di raggiungere il loro livello (dalla pagina Facebook di Volley Pesaro)

Tanto in difficoltà – conferma coach Matteo Bertini, in attesa di prendere l’aereo per Roma -. Loro hanno espresso un livello di gioco altissimo. In questo momento, non abbiamo questo livello. Olbia ha strameritato di vincere. Anche il loro allenatore mi ha detto che la sua squadra ha giocato una partita bellissima. Hanno sbagliato niente, preparando bene la partita. L’avevamo preparata bene anche noi. Il problema è che ci è mancata la qualità. Abbiamo difeso tanto, ma con poca qualità e di conseguenza è stata tanta la fatica nei contrattacchi. Tutto il contrario di quanto accaduto la scorsa settimana…”.

La sensazione, nei racconti pervenuti da Olbia, è che abbiate penato in ricezione.
“Vero, tanti problemi che ci hanno fatto prendere quei break famosi di cui parliamo da tempo…”.

Già, perché il 5-1 incassato nel secondo set e il 9-3 subito a cavallo dei due time-out tecnici del terzo sono stati pesanti…
“Frutto di un paio di errori in ricezione e di altri errori nostri, mentre loro sono state brave a difendere tutto e a contrattaccare bene. Noi, invece, abbiamo obbligato Giulia Carraro a fare chilometri su e giù per il campo per raccattare palloni da giocare. Purtroppo, gli errori in ricezione che impediscono di attaccare, ci tagliano le gambe… Quando si fatica tanto per fare un punto, mentre per le avversarie lo guadagnano facilmente con i nostri errori, diventa tutto più difficile”.

Adesso?
“Bisogna rimettersi a posto subito. Guarderemo la partita per capire dove dobbiamo arrivare perché il livello e la continuità che Olbia ha mostrato, noi non l’abbiamo. Però ci possiamo arrivare, io ci credo, come credo fortemente nella qualità della squadra che ha perso contro un’avversaria che oggi si è dimostrata più forte. Brava, perché ha giocato una grande partita”.

Una curiosità: come ha giocato Ilenia Cecchi, la centrale fanese ex Snoopy da quest’anno a Olbia?
“Noi ci eravamo preparati bene per contrastarla, prendendo le giuste misure e capendo quando era servita da Sintoni. Abbiamo fatto un buon lavoro su Ilena, più per merito nostro che per suo demerito, ma lei è stata brava a non fare calare l’attenzione, ha murato bene e soprattutto ci ha creato parecchi problemi in battuta, con un servizio che parte da lontano e scende molto. E’ stata lei a propiziare il break del primo set. Quindi il bilancio della sua prestazione è ottimo”.

Caterina Sintoni?
“Ha fatto molto bene, aiutata dalla squadra che l’ha messa quasi sempre nella condizione di fare quello che voleva. Lei dà tanta qualità. Paradossalmente abbiamo fatto un gran lavoro su Panucci, attaccante che temevamo molto, ma abbiano pagato i troppi errori in attacco e in ricezione e siamo stati fallosi in battuta fino a metà del secondo set. Credo, però, che gli errori in attacco siano dovuti anche alla loro qualità difensiva. Mettere giù la palla oggi era molto difficile, anche se è vero che ci è mancata la pazienza”.

I risultati della 12^ giornata di andata:

Giocate sabato:

Angeli del fango Olbia – Volley Pesaro 3-0

Lucky Wind Trevi – Alfieri Cagliari 3-1 (25-21; 25-17; 24-26; 25-16)

Edilrossi Bastia – Gecom Security Perugia 3-2 (25-21; 24-26; 18-25; 25-23; 15-11)
Bastia: Da Col 19, Ceppitelli 15, Tiberi 4, Mezzasoma 18, Gatto 5, Ubertini 15, Gagliardi (L), Crisanti, Giusti. N.E. Paffarini, Pani e Alessandretti. All. Ricci.
Perugia: Rocchi (L), Valentini 13, Cristina Cruciani 13, Chiavatti (L), Puchaczewski 13, Corinna Cruciani 14, Tosti 24, Cecato 3. N.E. Di Mitri, Mearini, Montechiarini e Pistocchi. All. Bovari.

Fortitudo Città di Rieti – Todi Volley 3-1 (25-19; 25-18; 23-25; 25-21)..

Domenica 19 gennaio

Ore 17,30: Valdarno Volley Figline – San Michele Firenze; Azzurra Casette d’Ete – Volley Loreto; Lardini Filottrano – Lmd Group Pagliare.

La classifica

Olbia 29 (*)
Perugia 28 (*)
Pesaro 26 (*)
Bastia 25 (*)
Filottrano 24
Casette d’Ete 22
San Michele 19
Loreto e Rieti (*) 14
Todi (*) 11
Figline Valdarno e Trevi 7 (*) 10
Pagliare 8
Cagliari 3 (*)
(*) una partita in più

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>