I Lions Club a colloquio con rettori e università

di 

20 gennaio 2014

Lions a colloquio con l'universitàPESARO – I Lions clubs di Zona Gabicce Mare, Pesaro Host, Pesaro della Rovere, Urbino e Senigallia hanno organizzato per il 31 gennaio a Palazzo Antaldi a Pesaro ore 17 una tavola rotonda dal titolo “ A colloquio con l’Università” . L’iniziativa si prefigge lo scopo di divulgare ad un vasto pubblico un panorama della situazione italiana della nostra università, portando le testimonianze dirette delle realtà dei centri universitari di Urbino, Ancona, Bologna, Tor Vergata e La Sapienza. Saranno presenti i rettori dell’Università di Urbino Stefano Pivato, il rettore dell’università Tor Vergata di Roma Giuseppe Novelli , il rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi, il professor Carlo Boschetti (Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna) e il professor Fabrizio Battistelli, che fungerà da moderatore ed è direttore del Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche dell’università La Sapienza di Roma.

“L’iniziativa – spiega Cristina Manzini per conto dei presidenti Lions Gabicce Mare Cristina Manzini, Pesaro host Massimo Quaresima, Pesaro della Rovere Anna Gubbini , Urbino Maurizio Mili, Senigallia Stefania Romagnoli – è nata dalla constatazione che  un buon numero di giovani provenienti da queste zone si iscrivono a questi poli universitari. Obiettivo del convegno non sarà solo quello di mostrare le criticità strutturali del sistema universitario italiano, evidenziate dal rapporto Censis 2013 e per lo più note, ma anche e soprattutto quello di far emergere la qualità e l’eccellenza del nostro sistema educativo, e promuovere ulteriormente la necessità di un miglioramento della qualità dei servizi e delle strutture, che incentivi l’iscrizione dei nostri giovani ai centri universitari italiani. Sappiamo infatti che l’Italia è uno dei paesi dell’Ocse con la media di laureati più bassa. Per tale motivo, oltre alla presenza lions si sono coinvolti gli istituti scolastici della zona con alcune rappresentanze degli studenti, come pure gli organi dei senati accademici studenteschi di alcuni dei centri interessati. Perdonate la nostra ingenuità e il nostro fervore ma vorremmo davvero trasmettere il messaggio di come oggi ancora possa avere senso e valore iscriversi ad una Università italiana”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>