Marchegiani a Fano 2: “La cementificazione selvaggia è un’ipoteca sul futuro del quartiere e della città”

di 

23 gennaio 2014

FANO – Ha usato il termine “cattiveria” il candidato sindaco del Partito Democratico Stefano Marchegiani durante l’incontro con i residenti del quartiere Fano 2, per definire alcune varianti che questa amministrazione di centrodestra ha approvato nel corso dell’ultima legislatura e che il PD ha sempre contestato.

E’ una cattiveria la variante al PRG di Fano 2 perché trasforma un terreno destinato a verde pubblico, essenziale in una zona congestionata ed ad alta concentrazione urbanistica, in un’area edificabile. E lo è primariamente nei confronti del quartiere, che come è stato ricordato da Sauro Berluti, coordinatore del circolo PD di Poderino, e da Marina Bargnesi, componente dell’Assemblea comunale del Partito Democratico, già soffre di una carenza di spazi pubblici.

“Occorre rimettere mano al Piano Regolatore rivedendolo nella logica stessa su cui si regge – ha affermato Marchegiani – Si tratta di un PRG concepito su un’idea di sviluppo ormai superata dai fatti, che prevede cementificazioni sparse un po’ a caso su tutto il territorio fanese, senza che ci sia alla base una idea forte di città e una visione organica del suo sviluppo”.

Lo ha dimostrato passando in rassegna anche altre varianti controverse, errori che l’opposizione ha sempre imputato a questa giunta: la variante del foro boario, che autorizza a edificare nell’unico spazio non costruito di un quartiere congestionato con il pretesto di aumentare di pochissimi posti auto il parcheggio più grande di Fano; la variante di Forcolo che trasforma un lotto agricolo in area commerciale, in una zona che non risponde affatto alle esigenze del quartiere di Centinarola, stretta com’è tra l’autostrada e la piccola via Forcolo. Senza contare le nuove previsioni urbanistiche, inutili ed inopportune, che contemplano edificazioni alle pendici di Montegiove, in terreni argillosi che già ora d’inverno sono “vasche” d’acqua piovana.

“Tutto questo non aiuta la città a svilupparsi, sono invece soluzioni dannose per i residenti ai quali si tolgono spazi verdi preziosi e per l’equilibrio stesso della città: continuare a edificare case e capannoni senza avere un progetto organico di sviluppo per Fano è una scellerata ipoteca che si mette sul futuro e sulla ripresa economica della città”.

All’incontro erano presenti anche alcuni dei componenti del comitato che si è battuto contro la cementificazione dell’unica area verde del quartiere di Fano 2, che insieme con gli interventi di altri residenti, hanno dato vita ad un vivace dibattito.

 

Venerdì 24 gennaio gli incontri pubblici con Marchegiani raddoppiano

Raddoppiano gli appuntamenti pubblici di Stefano Marchegiani per la presentazione del programma. Infatti nella giornata di venerdì 24 gennaio il candidato del Partito Democratico alle primarie della coalizione “Fare città” nel tardo pomeriggio sarà protagonista di un aperitivo organizzato dal Circolo PD Centro – Mare per parlare, conoscersi e confrontarsi sulle proposte per Fano, evento che anticipa il già previsto incontro con i residenti di Poderino nell’assemblea pubblica su viabilità e nuova interquartieri.

Pertanto venerdì 24 gennaio il primo appuntamento è alle ore 18.00 con l’aperitivo al Panificio Caffetteria Longhini di via della Giustizia n. 34 e il secondo alle ore 21.00 presso la ex sede della II Circoscrizione in via Redipuglia a Poderino. Entrambi sono aperti a tutta la cittadinanza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>