Piano scuole, i genitori della Gandiglio sono contrari: “Nessuna imposizione”

di 

23 gennaio 2014

FANO – Prevede l’abbinamento di ogni scuola elementare ad una scuola media,
costituendo comunque una possibilità e non un obbligo. Il nuovo piano territoriale scolastico, in discussione in questi giorni a Fano, sta creando preoccupazioni in alcuni genitori. Il timore, per alcuni, è quello “che si creino alunni di serie A e alunni di serie B”.

L’ipotesi fatta dal Comune trova in disaccordo i genitori della Gandiglio, istituto che ha deciso di non sottostare ad alcun piano: “Non essendo vincolante – hanno detto – non può esserci imposto”.

Il Piano comunale, oltre ad assegnare ad ogni elementare una scuola media di riferimento, fissa anche il numero massimo delle prime classi in ciascuna scuola media ad otto. Un punto che preoccupa diversi genitori allarmati dalla possibile mancanza di spazi in determinati istituti.

Il Comune – dal canto suo – ha ricordato come l’obiettivo fosse quello di evitare flussi incontrollati verso alcune scuole, ma i genitori dall’altra parte rivendicano
il diritto di scegliere liberamente l’istituto pi˘ adatto alle esigenze dei propri figli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>