Rubate 40 piante d’olivo alla Fattoria della Legalità. Libera Marche: “Messaggio intimidatorio? Noi siamo sempre con il sindaco di Isola del Piano e la comunità”

di 

25 gennaio 2014

Lo scorso week end presso la Fattoria della Legalità di Isola del Piano, bene confiscato alla criminalità organizzata, ignoti hanno rubato quaranta piante di olivo che erano state impiantate il 17 e 24 novembre 2013 dai gruppi scout CNGEI di Pesaro, FSE di Fano e da un gruppo di detenuti del carcere di Pesaro.

Il bene aveva subìto dei piccoli danneggiamenti anche in passato, ma quest’ultimo evento assume una rilevanza ed una gravità soprattutto per il valore simbolico che rappresenta: colpire un luogo di condivisione, di aggregazione, segno di una presenza forte della società civile e delle istituzioni a favore della legalità e della giustizia sociale è un messaggio intimidatorio che non può e non deve lasciarci indifferenti. Come Libera Marche siamo vicini al Sindaco di Isola del Piano e a tutta la comunità sempre partecipe e attiva sul bene stesso e insieme continueremo a portare avanti il lavoro alla Fattoria della Legalità per rispondere con impegno, continuità e corresponsabilità ad aggressioni di ogni tipo. Come dice Don Ciotti è sempre il NOI che vince e la comunità intera saprà reagire e continuare ad essere testimone credibile di un percorso di verità e giustizia.

In attesa che le indagini facciano il loro corso , fiduciosi nell’operato delle Forze dell’Ordine , come Libera continueremo ad essere al fianco di associazioni, cittadini ed istituzioni.

Libera Marche 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>