Calcio a 5, Italservice al fotofinish: a TRES-econdi dalla fine il 5 a 5 col Forlì

di 

26 gennaio 2014

Buonissima prova, ma pareggio raggiunto solo a una manciata di secondi dalla fine. Paradossi del calcio a 5, paradossi del PesaroFano di quest’anno, che torna da Forlì con un pari (5 a 5) e un punto trovato in extremis, ma nonostante ciò non può essere pienamente contento.

 

Melo sblocca subito, superando Moretti in uscita e infilando nella porta ormai vuota la rete dello 0 a 1. Il Forlì non ci sta. Da una punizione ribattuta Garibaldi trova la conclusione all’angolino che al 6′ vale il pareggio. Altri 6 minuti e lo stesso brasiliano segna ancora in contropiede, confezionando il sorpasso: 2 a 1 per i padroni di casa al 12′. Poco dopo il Forlì perde il portiere Moretti per infortunio, ma il punteggio sino al riposo non cambierà più.

 

Nella ripresa dopo 4 minuti lo scatenato Garbialdi rimedia il secondo giallo e viene espulso. Il PesaroFano ne approfitta e in superiorità pareggia con un tiro da fuori di Tres. Il quintetto di Osimani prende coraggio e così appena 40 secondi dopo di nuovo con Tres realizza la rete del 2 a 3 (sinistro in diagonale). Non è finita: altro mezzo minuto e Sgolastra con una botta micidiale all’incrocio firma il 2 a 4.

La partita è sui binari migliori, ma se il Forlì in casa negli ultimi due anni ha perso solo una volta un motivo ci sarà. E i ragazzi di mister Maettucci lo dimostrano presto: con cuore e determinazione prima accorciano con capitan Cangini Greggi, poi ecco il pari con il giapponese Nakamura.

 

Sul 4 a 4, con 8 minuti da giocare, nessuna delle due contendenti si accontenta. Il finale risulta così scoppiettante. A 3 minuti dalla fine la spinta premia il Forlì’, che usufruisce di un tiro libero (per sesto fallo dubbio) e lo trasforma con Pietrobom. Finita? No, perché la sconfitta sarebbe una punizione troppo severa per questo PesaroFano. Così ecco il forcing finale e con esso la rete a tre secondi (e 7 centesimi) dal gong, ancora di Tres. Tripletta per lui, un punto per il PesaroFano. Al termine di un gran bello spettacolo. Forse giusto così.

 

Complice la sconfitta del Cagliari a Reggio Emilia, in classifica il PesaroFano agguanta il terzo posto e rosicchia un punticino al Città di Sestu (sconfitto in casa dalla capolista New Team), ora distante 5 punti ma con una partita in più rispetto al PesaroFano.

 

tabellino FORLI’-PESAROFANO 5-5 (2-1)

FORLI': Moretti, Nakamura, Salles, Garibaldi, Migliori, C.Romano, R.Romano, Patruno, Cangini Greggi, Vignoli, Pietrobom, El Ayoubi. All. Matteucci.

ITALSERVICE PESAROFANO: Corvatta, Tonidandel, Sgolastra, Tres, Melo, Ganzetti, Ugolini, Anzolin, Ditommaso, Pieri, Baldelli, Bacciaglia. All. Osimani.

ARBITRI: Mameli (Cagliari), Allotta (Torino); CRONO: Burattoni (Lugo di Romagna).

RETI: 1’19’ Melo, 6’20” e 12’20” Garibaldi; 25’19” e 26’00” Tres, 26’32” Sgolastra, 31’17” Cangini Greggi, 32’37” Nakamura, 37’01” Pietrobom, 39’57” Tres.

NOTE: al 24’37” espulso Garibaldi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>