La Ducati torna ufficialmente in Sbk: presentata la 1199 Panigale, affidate a Davies e Giugliano. “Sogniamo il podio, sapremo farci valere!”

di 

27 gennaio 2014

Grande festa a Borgo Panigale questa mattina per il ritorno ufficiale della Ducati nel mondiale Superbike, il campionato che più di ogni altro ha dato le maggiori soddisfazioni alla casa bolognese.

ll Team Ducati Superbike 2014 al completo ieri alla presentazione della stagione agonistica

ll Team Ducati Superbike 2014 al completo ieri alla presentazione della stagione agonistica

Per la presentazione i dirigenti Ducati hanno deciso di affidarsi al massimo della tecnologia oggi possibile, in grado di “raccogliere” in una sala milioni di persone tecnici, giornalisti e media di ogni parte del mondo: il live streaming. In questo modo tutti hanno avuto la possibilità di seguire in diretta la presentazione di piloti, moto e management dall’Auditorium Ducati.

Nella stagione che inizierà in Australia tra meno di un mese, Ducati (che, ricordiamolo, vanta un palmarès di 31 titoli mondiali conquistati nel Mondiale SBK, di cui 17 Costruttori e 14 Piloti) torna a partecipare in forma ufficiale al Campionato Mondiale Superbike, riprendendo la storica collaborazione con Feel Racing, la struttura logistica ed organizzativa con base a Crespellano, in provincia di Bologna, che si era interrotta nel 2010, ultimo anno di partecipazione diretta della casa bolognese al campionato iridato per le moto derivate di serie.

Il team Ducati Superbike: sa sinistra: Marinelli, Davies, Giugliano e Foti

Il team Ducati Superbike: sa sinistra: Marinelli, Davies, Giugliano e Foti

A presentare programmi e novità tecniche si sono alternati sul palco dell’Auditorium di Borgo Panigale, Claudio Domenicali (ad Ducati Motor Holding), Gigi Dall’Igna (dg Ducati Corse), Paolo Ciabatti (ds Ducati Corse), Ernesto Marinelli (Direttore Progetto SBK) e il Team Manager Serafino Foti.

Dopo gli interventi del management sono saliti sul palco i due piloti ufficiali del Team Ducati Superbike, il gallese Chaz Davies, 26 anni e il romano Davide Giugliano, 24 anni, che hanno tolto il velo alla versione 2014 della 1199 Panigale nella sua nuova livrea racing dove sono presenti i principali sponsor del team TIM, Fiamm, Valsir e Diadora.

 

il gallese Chaz Davies e il romano Davide  Giugliano

il gallese Chaz Davies e il romano Davide Giugliano

L’evento è stato trasmesso in diretta web grazie ai sistemi avanzati di ripresa e codifica, frutto dell’attività di innovazione Telecom Italia. Il pubblico ha potuto anche interagire da casa direttamente con i membri del Team Ducati Superbike, inviando una serie di domande, che hanno contributo al successo dell’evento con una simpatica iniziativa di interazione diretta tra utenti web e i protagonisti presenti sul palco.

 

Ed ecco le parole dei protagonisti della prossima avventura che sta per cominciare.

Claudio Domenicali. “E’ con grande soddisfazione che apro la nostra stagione agonistica 2014 presentando il team Ducati Superbike. In una metafora cinematografica, il 2014 è un po’ il nostro “Ritorno al Futuro”, dove Ducati riparte dalle sue origini e dai suoi valori essenziali, guardando con decisione avanti, proiettata verso nuove sfide ma anche verso nuovi traguardi. Da sempre la Superbike rappresenta per Ducati, e per i suoi tifosi ed appassionati, un elemento importante e di grande interesse.  La vicinanza con il prodotto, il fatto che la Ducati sia diventata grande nei tempi moderni proprio grazie alle moltissime vittorie delle sue bicilindriche in questo campionato per moto derivate di serie, la possibilità di sviluppare soluzioni e kit da offrire ai nostri clienti e appassionati, tutto questo fa della Superbike un campionato strategico per noi. La Ducati e i suoi tifosi si aspettano di vedere presto la Panigale lottare per il gradino più alto del podio, e l’Ing. Gigi Dall’Igna ha certamente l’esperienza e le competenze per spingere al massimo in questa direzione. Un grande in bocca al lupo a tutto il team, in particolare ai nostri due nuovi alfieri Davide e Chaz, che, ne sono certo, daranno il massimo per riportare il sorriso sui volti di tutti i Ducatisti.”

15-15_1199 Panigale

 

Luigi Dall’Igna. “I risultati degli ultimi test sono stati incoraggianti. Entrambi i piloti sono riusciti ad ottenere dei tempi significativi ma, cosa ancora più importante, sono stati positivi i commenti che hanno fatto sulla moto. Un risultato fondamentale, vista anche l’esperienza che sia Chaz che Davide hanno maturato nelle scorse stagioni, avendo corso sino a pochi mesi fa con moto di riferimento in questo campionato. Entrambi ci stanno fornendo tutte le informazioni che servono per poter sviluppare la 1199 Panigale nel miglior modo possibile. Sicuramente c’è ancora molto lavoro da fare ma sono fiducioso e ottimista e credo che nel corso della stagione riusciremo a riportare la moto nelle posizioni che merita.”

 

Paolo Ciabatti. “Il 2014 inizia sotto una luce positiva. Abbiamo preso la decisione di gestire nuovamente in forma diretta il Team Superbike, in collaborazione con Feel Racing. Insieme a questa struttura abbiamo vinto tanti campionati Superbike negli anni passati e, avendo la sede a pochi chilometri da Bologna, è come se fosse un’emanazione diretta di Ducati Corse. Abbiamo due nuovi piloti, Davis e Giugliano, che oltre ad essere giovani sono anche molto ambiziosi e combattivi, e con loro speriamo di tornare presto nelle posizioni che ci competono. Vincere contro le quattro cilindri non sarà facile ma pensiamo di poter ottenere dei buoni risultati quest’anno e di dare finalmente delle soddisfazione ai nostri appassionati anche con la 1199 Panigale.”

La magnifica carena della 1199 Panigale disegnata dalla Starline del pesarese Roberto Marchionni

La magnifica carena della 1199 Panigale disegnata dalla Starline del pesarese Roberto Marchionni

 

Ernesto Marinelli. “La versione 2014 della Panigale (che ricordiamo ha le carene disegnate dalla società Starline, l’azienda pesarese presieduta e diretta da Roberto Marchionni, ndr) ha subito diverse evoluzioni rispetto alla passata stagione. Direi che la principale riguarda l’elettronica che è stata modificata totalmente e che ci dà, oltre che un vantaggio dal punto di visto di funzionamento, anche un minor peso dell’intero sistema. A livello ciclistico, il cambiamento più grande è rappresentato dalle nuove sospensioni Ӧhlins, che da questo anno per regolamento hanno un prezzo massimo. L’impianto frenante è stato modificato, grazie ai nuovi dischi freno anteriori Brembo da 328mm. Il motore ha subito già qualche step evolutivo per garantire maggiori prestazioni. Crediamo di avere un buon pacchetto piloti/moto che punta con decisione e convinzione a riportare Ducati nelle parti alte della classifica.”

3-03_1199 Panigale

Serafino Foti. “A mio parere Chaz e Davide hanno una caratteristica che li accomuna: nessuno dei due ha ancora raggiunto l’apice della carriera e questo fattore garantisce ad entrambi una grande motivazione. Tra circa un mese in Australia scopriremo il livello della nostra competitività, ma l’importante è avere fiducia nei propri mezzi e sapere di aver fatto il massimo in questa prima fase. Altro fattore importante sarà non perdere mai la concentrazione nel corso della stagione, visto che quello che ci aspetta sarà sicuramente un campionato molto difficile e di altissimo livello. L’obiettivo è quello di regalare le stesse emozioni di una volta a tutti gli appassionati Ducati e a tutti i nostri tifosi: noi ce la metteremo tutta!”

 

Chaz Davies. “Sono in sella alla Ducati Panigale da poco tempo ma la mia impressione è che la moto abbia un grande potenziale ancora da esplorare e valorizzare. L’importante sarà lavorare sodo e rimanere focalizzati sullo sviluppo di tutti i componenti della moto. E’ una sfida che trovo molto stimolante e penso che avremo la possibilità di provare a vincere delle gare: dovremo continuare a lavorare nella stessa direzione e sfruttare ogni opportunità che si presenterà durante i weekend di gara. Credo che il rapporto tra me e Davide sarà ottimo e questo ci permetterà di spronarci e supportarci a vicenda e di ottenere risultati positivi in pista.”

 

Davide Giugliano. “La mia nuova Panigale è qualcosa di meraviglioso, una moto che senti subito tua e con la quale vai immediatamente in sintonia. Sono molto contento di come si sta sviluppando la moto e questo è già molto positivo. Chaz è sicuramente un grande pilota, un grande talento, e quest’anno sarà anche uno dei miei avversari più duri da battere, ma so che lavoreremo bene insieme e insieme ci stimoleremo per fare sempre meglio.  Ovviamente lo dobbiamo anche ai nostri tifosi, perché vorremmo che tutti gli appassionati che da sempre seguono Ducati e la sostengono tornassero presto a divertirsi e a togliersi delle soddisfazioni! Sono pronto e carico per partire e non vedo l’ora di cominciare questo campionato.”

3 Commenti to “La Ducati torna ufficialmente in Sbk: presentata la 1199 Panigale, affidate a Davies e Giugliano. “Sogniamo il podio, sapremo farci valere!””

  1. Bta scrive:

    C’è, con la professsionalita di Roberto Marchionni e della sua Starline, un poco di Pesaro in questa Ducati che è davero molto bella ma Roby è un mago e questo lo sa bene chi va da lui a farsi disegnare il casco. Certo che se va forte per quanto è bella…..

  2. sbiellato scrive:

    Bella molto bella, bravi in Ducati bravo il disegnatore. Forza Ducati.

  3. Brusco54 scrive:

    La Ducati torna ufficialmente in Sbk.
    Una bella notizia per gli appassionati, non solo italiani, visto che il marchio è amato in tutto il mondo.
    Ci auguriamo che la la 1199 torni a lottare per il podio e per la vittoria come ci piace pensare che in MotoGp con Andrea e Cal le Rosse a due ruote tornino ad infastidire Honda e Yamaha.
    Sappiamo che in Ducati si sta lavorando molto, è finita l’era della “grande pressione” e questo è positivo e a Sepang nel primo turno di test vedremo una “bella Ducati”, nel successivo il 28 febbraio sarà anche parecchio veloce.
    Scomettiamo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>