Fausto Gresini presenta a San Marino il suo team Go&Fun: “Sarà una sfida a tutto campo a Valentino Rossi sia in MotoGp che in Moto3″

di 

30 gennaio 2014

SAN MARINO –  Il team Gresini Racing quest’anno compie 18 anni ma “grande” lo è da tempo, praticamente da quando debuttò nel mondiale in pista nel 1977 con la Honda NSR V- Twin guidata dal brasiliano Alex Barros.

Fausto Gresinigrande pilota e oggi grande manager,  portato in trionfo dai suoi piloti a Sam Marino

Fausto Gresini grande pilota e oggi grande manager, portato in trionfo dai suoi piloti a San Marino

Il palmares del Gresini Racing  è di tutto rispetto: due titoli mondiali conquistati, il primo con l’indimenticabile Dajiro Kato nella 250 nel 2001, il secondo con Toni Elias in Moto 2 nel 2010, più tre secondi posti in MotoGp con Gibernau nel 2003 e 2004 e Melandri nel 2005 e per concludere 40 vittorie e 109 podi.

Stamattina, al Teatro Titano di San Marino, la presentazione della stagione 2014 con la riconferma dello sponsor principale, la GO& FUN: “Questo è un anno molto importante per la nostra scuderia- ha esordito Fausto Gresini- e con Alvaro Bautista in sella alla RC213V puntiamo alle parti alte della classifica. Nella passata stagione Alvaro ha incontrato difficoltà nella fase iniziale del campionato, poi è sempre stato con i migliori a lottare per il podio. Ecco: quest’anno vorremmo iniziare da dove abbiamo finito”. Un modo “diplomatico” per dire che nel mirino di Fausto e del suo Team c’è la sfida con Valentino Rossi che quest’anno si allargherà anche al Team Junior, quando il suo team sfiderà quello del VR46 con la stessa moto.

 Alvaro Bautista è battagliero più che mai:" Quest'anno punto al podio"

Alvaro Bautista è battagliero più che mai:” Quest’anno punto al podio”

“Sono contento di poter continuare la mia avventura in MotoGP – ha detto Bautista -. Qui nel team Gresini c’è una grande atmosfera e mi sento come in famiglia. L’anno scorso purtroppo ci è mancato il podio, anche se ci siamo andati vicinissimi più di una volta, ma in generale reputo il 2013 una stagione molto positiva perché le nostre performance sono cresciute costantemente. Nella seconda metà dell’anno, infatti, sono sempre rimasto vicino ai primi, ritrovandomi a lottare quasi in tutte le gare con la Yamaha ufficiale di Valentino Rossi. Abbiamo svolto un ottimo lavoro di sviluppo sulle sospensioni Showa e questo ci mette nelle condizioni di partire da un’ottima base in vista del primo Gran Premio del 2014. Il mio obiettivo è fare bene sin dalla prima gara: le moto ufficiali sono sempre difficili da battere, ma sono convinto che lavorando bene potremo salire sul podio diverse volte”.

Quindi Gresini ha presentato il nuovo arrivato, Scott Redding, inglese, classe 1993, pilota grintoso e aggressivo che in MotoGp correrà con la RCV 1000R la cosiddetta “Production Racer” in configurazione Open:” Questa moto ha già dimostrato di esser competitiva – è la tesi di Gresini- ho grande stima di Scott e con lui abbiamo siglato un contratto di due anni”.

Scott Redding ama le sfide: "E con il polso finalmente a posto sarò in forma già a Sepang"

Scott Redding ama le sfide: “E con il polso finalmente a posto sarò in forma già a Sepang”

“Tutto è nuovo per me qui – ha detto Redding –  ma sono proprio queste le sfide che mi piacciono! Tutti nel Team sono stati molto accoglienti e sono impaziente di risalire in sella per i test di Sepang, per quello che è il vero inizio della stagione. Il polso ora è a posto per guidare, mi sono allenato duramente perché voglio affrontare i tre giorni di test in Malesia nelle migliori condizioni possibili.

“Non mi sono posto obiettivi per questi primi test, però ovviamente cercherò di ridurre il gap dalle prime posizioni e dalle altre moto Open, perché durante la stagione l’intenzione è quella di essere il migliore tra i piloti dotate di queste moto. La RCV1000R mi è piaciuta subito quando l’ho provata a Valencia, ora aspettiamo di vedere come va a Sepang”

Enea Bastianini e Niccolò Antonelli pronti per la sfida mondiale in Moto3: l'obiettivo è ben figurare

Enea Bastianini e Niccolò Antonelli pronti per la sfida mondiale in Moto3: l’obiettivo è ben figurare

Poi, sempre sotto gli occhi attenti di Bruno Bollini, presidente della GO&FUN ma grande appassionato di moto, Gresini parla della Moto3, di quel Junior Team che quest’anno sarà in pista con le Ktm: “Quando si deve scegliere bisogna scegliere – ha detto deciso Gresini -; la Honda lo scorso anno non si sapeva se avrebbe messo mano al progetto Moto 3 e allora, in sintonia con Bollini abbiamo deciso per Ktm”. I team, quello della Moto Gp e quello Junior, saranno separati.

Due i piloti: il riconfermato Niccolò Antonelli, di Cattolica, che compirà 18 anni il 23 febbraio prossimo ed Enea Bastianini, riminese al debutto nel mondiale che di anni ne ha compiuti 17 lo scorso 30 dicembre.

Niccolò è pilota ormai esperto: “Nel 2013 è maturato molto” ha detto di lui Gresini e noi aggiungiamo che dopo la bella prestazione ad Almeria nel primo test in sella alla Ktm, “Nicco 23” è pilota da tenere d’occhio perché potrebbe esser la piacevole sorpresa italiana di questa stagione in Moto3: “Mi sono allenato molto questo inverno – ha detto con la simpatia che lo contraddistingue il pilota di Cattolica figlio d’arte ( suo papà Igor ha gareggiato negli anni scorsi con discreti risultati) – soprattutto nel ranch di Valentino. Sono in forma e, grazie anche all’allenamento, adesso sono più forte fisicamente”.

Enea Bastianini, a sinistra, è al  debutto nel motomondiale: "Ma ho voglia di bruciare le tappe, saprò farmi valere"

Enea Bastianini, a sinistra, è al debutto nel motomondiale: “Ma ho voglia di bruciare le tappe, saprò farmi valere”

Enea Bastianini è al debutto nel mondiale, nel 2013 ha disputato la Rookies Cup piazzandosi quarto ed ha grinta da vendere: “Farò esperienza all’inizio – ha spiegato stamane – ma a fine stagione voglio stare con i primi cinque. Durante i test sono rimasto subito colpito dalla potenza del motore, mentre per quanto riguarda il telaio sarà necessario un po’ di tempo per comprenderne al meglio il comportamento”.

E adesso la parola a  Bruno Bollini, il presidente Go&Fun, elettrizzato all’idea di ricominciare la nuova stagione: “Ci aspettiamo di vivere una stagione 2014 con risultati importanti. L’anno scorso con Fausto e con tutto il Team abbiamo lavorato molto bene, condividendo progetti e sviluppi per il futuro. L’arrivo di Scott Redding è una bella novità, un’iniezione di energia che ci voleva. Lo seguivo già da un paio d’anni e mi piace il personaggio, credo che ci darà molte soddisfazioni. Alvaro dal canto suo è ormai diventato un campionissimo della MotoGP: lo ha già dimostrato, è sempre lì assieme ai primi e per il 2014 ci aspettiamo quel passettino in più che gli possa consentire di arrivare spesso sul podio. Sono convinto che questo sia l’anno giusto: l’entusiasmo c’è e la combinazione dell’energia di GO&FUN con l’energia del team di Fausto non possono che portare al successo”.

La splendida cornice del Teatro Titano ha fatto da sfondo ai campioni di Fausto Gresini della motoGp e della Moto3

La splendida cornice del Teatro Titano ha fatto da sfondo ai campioni di Fausto Gresini della motoGp e della Moto3

“Infine credo molto nel Progetto Giovani in Moto3, al quale abbiamo partecipato attivamente già nel 2013; quest’anno ho spinto molto per avere a disposizione una moto super competitiva perché nel mio lavoro sono abituato a raggiungere degli obiettivi, che per me in questo caso significa vincere, e siamo convinti che quest’anno sia un traguardo alla nostra portata”.

 

 

Tags: , , , , , , ,

5 Commenti to “Fausto Gresini presenta a San Marino il suo team Go&Fun: “Sarà una sfida a tutto campo a Valentino Rossi sia in MotoGp che in Moto3″”

  1. Pepe scrive:

    Fausto Gresini merita l’encomio e l’appoggio di tutti i tifosi di motociclismo. E’ uno dei pochi manager in grado di combattere ad armi pari contro le Case Costruttrici che dispongono, a differenza sua, di enormi, gigantesche, spropositate disponibilità economiche. E’ un moderno Don Chisciotte che lotta contro i mulini a vento. Solo che, a differenza dell’eroe di Miguel de Cervantes, a lui riesce spesso di vincere le sfide. E ogni anno che passa diventa sempre più forte. Bravo Fausto, tieni duro e quest’anno sono certo che salirai tante volte sul podio! Il coraggio non manca nè a te, nè ai tuoi piloti!

  2. Sbiellato scrive:

    Pepe ha studiato e scrive bene, io ho stuiato poco ma concordo con Pepe su Gresini che ricordo perchè ho una certa età anche come pilota. Poi mi è simpatico quel pilota di Cattolica, simpatico e bravo.

  3. JOE BAR scrive:

    A quanto pare persone e sponsor di qualità hanno deciso di investire sul talento ITALIANO. Dopo i piloti del team VR46, anche il grande Fausto, con l’appoggio di Bruno Bollini (dicasi GO & FUN), mette in pista altri giovani vogliosi di emergere soprattutto in una categoria che negli ultimi tempi non è più ad appannaggio di piloti italiani. Ora … i piloti, gli sponsor e le persone capaci a coltivare i talenti nostrani li abbiamo e fortunatamente adesso abbiamo anche PU24 che da sempre maggiore visibilità al lavoro di persone che alimentano la nostra passione e i nostri sogni!

  4. IL BARISTA scrive:

    Finalmente incominciano a scaldarsi i motori, non vediamo tutti l’ora che si inizi a dare gas e potremo iniziare a commentare il lunedi’ le gare. Per il momento un grosso in bocca in lupo a Gresini e ai suoi due team, sono sicuro, come gli altri amici che scrivono, che i podi arriveranno insieme a tante soddisfazioni. Il buon lavoro paga sempre.Forza ragazzi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>