Il territorio si apre alla Russia: un’opportunità per turismo, commercio e industria

di 

31 gennaio 2014

Alexej Ribakov, direttore del dipartimento Rapporti internazionali, e Amerigo Varotti

Il russo Alexej Ribakov, direttore del dipartimento Rapporti internazionali, e Amerigo Varotti

PESARO – I rapporti turistici sono il settore apripista a una serie di altre collaborazioni economiche fra la nostra provincia e la regione, oblast in russo, dello Sverdlovsk. Il vicepresidente della Camera di commercio Amerigo Varotti ha incontrato stamane, nella sede centrale in corso 11 Settembre a Pesaro, una delegazione russa guidata da Alexej Ribakov, direttore del dipartimento Rapporti internazionali, e accompagnata da Andrea Mora, presidente dell’associazione Italia-Russia. Presupposti incoraggianti, inoltre, per i settori del mobile, della meccanica, della moda e dell’agroalimentare, che a sua volta ha ampi margini di espansione in un’area, lo Sverdlovsk appunto, dove benessere e consumi sono in forte crescita insieme con l’economia.

All’incontro una nutrita presenza delle nostre associazioni di categoria. Insieme con il vice presidente Amerigo Varotti, accompagnato dal segretario generale Fabrizio Schiavoni, il presidente dell’azienda speciale Aspin 2000 Giuseppe Cinalli, e il vicepresidente dell’azienda speciale Terre di Rossini e Raffaello Tommaso Di Sante.

Solo per suggerire un’idea sulle potenzialità del mercato rappresentato dalla regione dello Sverdlovsk: la capitale Ekaterinburg è abitata da quasi un milione e mezzo di persone, più o meno la stessa popolazione delle Marche, ed è la sede di Gazprom, un colosso internazionale dell’energia. “Il volo da Falconara a Ekaterinburg darà un ulteriore, importante incentivo ai rapporti economici”, ha detto Varotti, ribadendo l’impegno camerale per l’attivazione della nuova linea aerea. L’incentivo riguarderà tutti i settori della nostra economia, dalla meccanica al mobile (di tradizione più consolidata), dall’agroalimentare al turismo, di sviluppo più recente. “Qui il turista russo – ha proseguito Varotti – troverà una qualità straordinaria, buona gastronomia e tanta professionalità. Mentre in Romagna i dati del settore sono in calo, nelle Marche invece aumentano. In precedenti visite istituzionali abbiamo avuto la gradita sorpresa di scoprire che alcune vetrine di Ekaterinburg espongono già alcune nostre eccellenze del gusto, come farro, vini e tartufi: ora l’obiettivo è fare in modo che questa presenza diventi ancor più nutrita”.

Appuntamento ad aprile, quando le Marche parteciperanno alla Fiera del turismo Leto, a Ekaterinburg, per valutare i progressi della collaborazione nei diversi settori in cui si declina. “Ci sono tutte le condizioni – ha affermato Ribakov – per sviluppare interessanti rapporti economici fra noi. Ho trovato reciproco interesse fra imprenditori, è un’ottima base per ottenere risultati concreti. Ora aspettiamo che le imprese pesaresi, le loro associazioni e la Camera di commercio ci propongano idee operative e progetti”.

Alla riunione hanno inoltre partecipato Alberto Barilari per Cna, Paola Perosino per Confindustria, Francesca Foschi per Confapi, Alessandro Taddei per Cia, Angela Tringali per Compagnia delle Opere, Ombretta Pepe per Confcommercio. In serata la delegazione russa era attesa da un incontro con il presidente camerale Alberto Drudi, al ritorno da una missione istituzionale in Kirghizistan.

La delegazione russa in visita a Pesaro con Varotti e gli operatori economici del territorio

La delegazione russa in visita a Pesaro con Varotti e gli operatori economici del territorio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>