Marchegiani e le primarie del centrosinistra fanese: “Rispetto Seri e Mascarin, ma io ho qualità che rassicurano”

di 

1 febbraio 2014

FANO – Manca solo un giorno all’appuntamento finale che decreterà il candidato sindaco del centrosinistra fanese, che a maggio parteciperà alle elezioni amministrative con l’obiettivo di riprendere la città dopo 10 anni di amministrazione di centrodestra. Stefano Marchegiani, segretario e candidato Pd, racconta le ultime ore di campagna elettorale.

Marchegiani, come ha vissuto questi giorni di campagna elettorale?
“E’ stata una campagna elettorale molto bella. Si è parlato di temi importanti, ovvero di quelli che riguardano la città e di cosa fare per migliorarla. Sono state giornate intense, ma credo di aver fatto tutto il possibile. Ho attuato quello che avevo detto al congresso, ovvero ho creato un alleanza di centrosinistra e puntato a rendere possibile lo strumento delle primarie. Con gli altri candidati abbiamo fatto squadra”.

Più volte è stato detto che chi uscirà vincente da questa competizione sarà legittimato da tutta la coalizione, sarà davvero così?
“Per quello che ci riguarda sarà sicuramente così. Noi siamo un partito coerente, che tiene fede agli impegni presi. Non so se sarà così anche per i sostenitori di Massimo Seri”.

Chi teme di più fra gli altri due candidati, Massimo Seri o Samuele Mascarin?
“Nessuno dei due. Li rispetto entrambi. Quella delle primarie è sempre un’incognita. So che Mascarin farà certamente bene, e che Seri ha avuto tempo e modo di farsi conoscere”.

E lei? Perché dovrebbero sceglierla come candidato sindaco di tutto il centrosinsitra?
“Credo di essere il più equilibrato. Sia come partito che come persona. Come persona credo di avere qualità che rassicurano gli altri, e di essere una sintesi tra gli altri due candidati che hanno posizioni molto distanti fra loro. Come partito abbiamo dimostrato di esserci rinnovati, e dal 13 luglio di avere acquisito anche molta più autonomia. Inoltre ci siamo riavvicinati molto ai giovani”.

Se risulterà il candidato più votato cosa farà da qui a maggio?
“Continuerò a lavorare con la gente. La campagna elettorale sarà sicuramente molto diversa. La vera sfida sarà quella di portare i 5 stelle nel merito nelle questioni e al di là delle dichiarazioni demagogiche”.

E il centrodestra?
“Con il centrodestra non c’è storia. Non hanno credibilità, e il loro candidato, Daniele Sanchioni, è molto debole. La vera sfida sarà quella nei confronti del Movimento a 5 Stelle”.

Maggio 2014, Stefano Marchegiani è il nuovo sindaco di Fano. Cosa farebbe nell’immediato?
“Cambierei subito il modo di lavorare della macchina comunale, cercherei di fare squadra. Mi impegnerei da subito nell’aprire un ufficio per il reperimento dei fondi europei, e instituirei una piccola unità di crisi che possa dare una risposta immediata – anche grazie all’assunzione di carpentieri tutt’ora senza lavoro – alla manutenzione delle strade comunali”.

Domani è il giorno tanto atteso. Un appello ai cittadini?
“L’appello che faccio è nell’andare a votare. E’ un’occasione di democrazia. Inoltre, in un eventuale ballottaggio, il 9 potranno votare solamente quanti lo avranno già fatto il 2″.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>