La proposta di “CityLens” : una lente on line su Fano per aiutare chi cerca lavoro

di 

3 febbraio 2014

FANO – La crisi economica che ha imperversato nel nostro paese provocando circa tre milioni di disoccupati e altrettanti milioni di precari ha portato con sé l’emersione di nuove forme di povertà e vulnerabilità economica. Si parla dei cosiddetti “nuovi” poveri, in particolare cioè di quelle persone di età più avanzata over 50 con famiglia a carico che si sono ritrovate senza un lavoro ma con in mano un curriculum denotato da una lunga esperienza e una maestria accumulate negli anni.

Da questo scenario, afferma la coordinatrice de “La Rinascita di Fano Monica Baldini”, scaturisce la proposta di una piattaforma on line denominata “CityLens – una lente sulla città” – che permetta facilmente alle singole persone di canalizzare sul territorio di Fano e limitrofi le proprie competenze e abilità professionali, presentando il proprio profilo e le proprie conoscenze direttamente alle persone e non alle aziende in via così sostitutiva delle canoniche bacheche cartacee affisse su pareti, strade, mura e addirittura sui pali della luce.

Oggi sono tante le figure del piccolo artigianato con alle spalle anni e anni di esperienza de-localizzate dall’ambito lavorativo, tanti i ragazzi con idee e saperi da poter proporre ma privi di un mezzo di collegamento così come tante sono le persone che in questo periodo di difficoltà si sono reinventate alcuni lavoretti per imparare nuove nozioni e tecniche valide a trovare una fonte alternativa di sostegno economico.

La crisi economica in effetti, quale potente catalizzatore degli assodati equilibri socio –economici, se da un lato ha provocato disoccupazione e malessere sociale dall’altro ad effetto collaterale ha anche stimolato la formazione di nuove forme esperienziali di lavoro che pari merito si gioverebbero notevolmente di uno strumento rapido di presentazione on line ad uso unico per e dei cittadini fanesi.

Ad adduzione di ciò, sostiene la coordinatrice Monica Baldini, pensiamo che la realizzazione di “CityLens” , uno strumento informatico di facile comprensione ed utilizzo in cui le persone possano autonomamente registrarsi e candidarsi nonché esporre le proprie professionalità possa definirsi un supporto al mondo del lavoro di grande efficacia ed efficienza permettendo di collegare in maniera mirata ed immediata le esigenze di domanda ed offerta della cittadinanza rispondendo da un lato alla domanda delle più svariate figure artigiane che spesso si fa fatica a rintracciare e predisponendo d’altro canto una piazza di mercato in cui ogni singolo individuo possa proporsi e incanalarsi collocandosi in una rete e canale di ricerca.

Una sito che sia propulsivo per Fano e per la cittadinanza fanese, che dia forza e stimolo alla raggiera economica e al mondo del lavoro fungendo da ponte e legame tra i cittadini: questa è l idea di “CityLens”, afferma la coordinatrice Monica Baldini.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>