Rossi:”Il casco? E’ una delle grafiche più stupide che abbia mai fatto! L’idea è venuta sotto la doccia, è la riedizione di un casco di Graziano”

di 

4 febbraio 2014

SEPANG. La giornata è stata dura per tutti. Tornare in pista dopo mesi di bagordi, feste e palestra, non è semplice per nessuno. Oggi però c’è un pilota, su tutti, che sente di essere sulla strada giusta per tornare a divertirsi (e a divertirci) come una volta. Secondo tempo, costantemente veloce e un casco “da paura” divertente e irriverente. Qui di seguito sentite le sue parole e quelle degli altri protagonisti di giornata.

Valentino mai così positivo negli ultimi anni

Valentino mai così positivo negli ultimi anni

 Valentino Rossi: “Sono felice per quanto ho fatto in questo primo giorno di lavoro, è sicuramente un buon inizio. Mi sento bene e sono in una buona forma. Sono contento perché siamo stati molto veloci e sempre rimasto nelle prime tre posizioni, cosa che non mi riusciva da tempo. Abbiamo lavorato molto sulla moto e sul nuovo materiale per cercare di migliorare i problemi che avevamo avuto la scorsa stagione e abbiamo già trovato qualcosa. Sono soprattutto soddisfatto perché mi sentivo bene con la moto ed ero in grado di andare costantemente sul tempo di 2”00, che era il mio obiettivo. Sì, proprio una bella giornata. Si tratta di dettagli, come la staccata che mi permette di stressare meno l’anteriore, ma la strada è buona. A proposito, vi è piaciuto il mio casco? E’ una delle grafiche più stupide che abbia mai fatto (ride). L’idea mi è venuta sotto la doccia. È una riedizione di un casco di mio babbo Graziano!”.

Marquez ha iniziato a tempo di record (foto motoGp.com)

Marquez ha iniziato a tempo di record (foto motoGp.com)

Marc Marquez: “Come primo giorno credo proprio di non essere andato male, non è vero? (ride). Ovviamente sono contento soprattutto perché ho ritrovato il feeling con la mia moto. Certo, all’inizio ero un po’ rigido, ma gradatamente ho ritrovato il passo giusto e mi sono subito ripresa. Oggi ho provato la nuova gomma posteriore che ci ha fornito la Bridgestone e l’ho sentita molto simile a quella dello scorso anno. Domani continueremo con il programma che abbiamo preparato: testare la configurazione per iniziare a trarre delle conclusioni e dei dai importanti dai nostri risultati. Oggi abbiamo messo insieme un sacco di giri e sono sicuro che domani mi sentirò ancora meglio. Questo grazie al grande lavoro fatto in palestra questo inverno, anche se qui i muscoli lavoreranno in modo diverso”.

Dani Pedrosa: “E ‘stata una giornata lunga e difficile. Abbiamo messo insieme un sacco di giri e nonostante il tempo fosse torrido sono sicuro che domani sarò ancora più in forma. E’ stato divertente, non salivo su una moto da tanti tempo ed ero curioso di vedere come me la sarei cavata il primo giorno, soprattutto pensando alla mia operazione di fine 2013. Ebbene, in generale le cose sono andate bene, oggi ci siamo concentrati soprattutto sui test dei freni posteriori, frizione e mappatura del motore. Domani lavoreremo sul telaio e sui nuovi  pneumatici La moto sembra molto simile al modello dello scorso anno, abbiamo ancora bisogno di tempo, ma sembra come se non ci siano enormi differenze richieste come stile di guida”.

Lorenzo per nulla soddisfatto dei primi test

Lorenzo per nulla soddisfatto dei primi test

Jorge Lorenzo: “Come sempre è difficile tornare  in buona forma dopo l’inverno, alcuni mesi senza allenamento ti cambiano molto, così il primo giorno è sempre molto dura riprendere! La moto è cambiata un po’ rispetto allo scorso anno. Il nuovo regolamento con i 20 litri di carburante nel serbatoio ci ha fatto cambiare un bel po’ riguardo l’elettronica e questo è un problema, perché la mia moto non funzionava oggi come avrei voluto. Ma sono certo che i tecnici troveranno la soluzione giusta nei prossimi giorni”.

Stefan Bradl: “Sono sempre molto eccitato quando torno in sella alla mia moto dopo la pausa invernale. Il bilancio del primo giorno di test è abbastanza positivo: mi piace la RCV versione 2014 e abbiamo acquisito dati importanti che mi permetteranno di entrare nel dettaglio della messa a punto e di aumentare il mio ritmo. Certo il sesto posto non mi fa saltare di gioia ma oggi ci siamo concentrati in ogni singolo aspetto della messa a punto per migliorare alcuni particolari come il controllo di trazione e la stabilità in frenata. Posso dire che la messa a punto di base c’è… ora non resta che rifinire il tutto per iniziare ad andare davvero veloci”.

Andrea Iannone, il migliorei dei ducatisti oggi

Andrea Iannone, il migliorei dei ducatisti oggi

Andrea Iannone: “Diciamo che è oggi voglio vedere il bicchiere mezzo pieno. Penso che questa Ducati sia migliorata rispetto alla moto dello scorso anno, la prima sensazione devo dire che è stata buona. Penso positivo, anche se non ho provato le varie configurazioni, ma proprio per questo penso che il potenziale sia buono e che ci siano degli ottimi margini di miglioramento”.

 

Dovizioso:"Pochi giri, ma domani rimedieremo"

Dovizioso:”Pochi giri, ma domani rimedieremo”

Andrea Dovizioso: “Oggi è stata una giornata un po’ particolare: al primo giorno di test in Malesia non va dato troppo significato, perché bisogna comunque riprendere il feeling dopo mesi in cui si è stati fermi. Avevamo una moto diversa da provare, però oggi siamo riusciti a fare solo pochi giri e non abbiamo potuto provare tutto ciò che avevamo in programma. Per fortuna abbiamo altri due giorni qui in Malesia, e quindi non è un grande problema. Era giusto partire con la moto 2013 per riprendere il feeling di fine stagione, poi siamo passati subito alla moto nuova per capire la differenza, ma purtroppo ho fatto solo 27 giri in tutta la giornata. Sono sicuro che domani saremo più a posto.”

Crutchlow: "In Ducati si lavora sodo"

Crutchlow: “In Ducati si lavora sodo”

Cal Crutchlow: “Innanzitutto è stato bello tornare in moto dopo una pausa di due mesi e mezzo. Abbiamo girato con la GP13 nel mattino e con la GP14 nel pomeriggio, ed è evidente che c’è ancora tanto lavoro da fare perché in effetti le moto non sono poi così diverse. Una buona parte dei cambiamenti riguarda l’aspetto esterno della moto, ma il feeling è simile. Va detto che la GP14 entra meglio in curva, ed è quello che stavamo cercando. Abbiamo usato solo due treni di gomme durante la giornata e adesso l’obiettivo è cercare di andare sempre più veloce con questa moto. Inoltre la squadra ha voluto farmi provare una serie di soluzioni elettroniche e quindi non ho avuto la possibilità di girare costantemente nel pomeriggio. In Ducati stanno lavorando sodo e questo è uno stimolo in più anche per me.”

Michele Pirro: “Oggi abbiamo cercato di continuare il lavoro che avevamo già cominciato nei due giorni di test la settimana scorsa, quando purtroppo ero caduto nel secondo giorno e quindi oggi ho cercato di riprendere il feeling sulla moto nuova, concentrandomi su alcuni particolari. Tutto sommato è stata una giornata positiva: il tempo sul giro non è male ma dobbiamo ancora migliorare e sono fiducioso che sia stata presa la strada giusta. Però abbiamo bisogno ancora di un po’ di tempo. I nostri avversari sono più a posto di noi, ma è la prima volta che mettiamo in pista la nuova moto.”

 

4 Commenti to “Rossi:”Il casco? E’ una delle grafiche più stupide che abbia mai fatto! L’idea è venuta sotto la doccia, è la riedizione di un casco di Graziano””

  1. GIORGIO scrive:

    Una giornata ed è solo la prima di grande informazione motogp.
    Bene

  2. pepe scrive:

    Valentino non sbaglia un colpo: grandioso il casco double face: ma vi rendete conto cosa pensano i piloti che sono dietro di lui? Roba da stramazzare per terra dalle risate! Vai Valeeeeeeeeeeeeeeee!!!

  3. massimo scrive:

    La nuova grafica del casco non è affatto stupida….è come dire agli avversari “Sono tornato, più forte e più vincente che mai! Io mi divertirò, voi cominciate a preoccuparvi! ” In quella grafica c’è sana irriverenza, c’è lo sghignazzo (per dirla alla Dario Fo) di chi sa che ricomincerà a stressare i potenti,l’avversario, come toccò a Biaggi, Gibernau, Stoner…stavolta chi potrebbe scoppiare sotto la superiorità sorprendente e divertita del grande Vale? Sarà addirittura in grado di farne esplodere, psicologicamente, tre nello stesso anno? Credo che potrebbe succedere, se Valentino riuscirà a non sbagliare una mossa a livello di comunicazione, oltre che ad essere sempre competitivo in pista. Dovrò decidermi a fare l’ abbonamento a SKY….

  4. SGHIGNAZZO scrive:

    Io che sghignazzo da sempre concordo perfettamente con te Massimo:intanto Lorenzo comincia a patire, Pedrosa patisce da tempo Marquez il problema per Vale è che Marquez se ne frega e a lui la sottile astuzia del Dottore non lo tocca. E’ giovane e vive di altro, invece il 99 e il 26 ne potrebbero soffrire della ritrovata irriverenza del figlio di Graziano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>