Valentino: “Mai andato così veloce qui a Sepang. Lorenzo? Arriverà anche lui”. Marquez: “E pensare che avevo preso l’influenza”

di 

6 febbraio 2014

I piloti in queste ore stanno riprendendo l’aereo per tornare a casa, sempre che qualcuno non ne approfitti per restare da queste parti visto che a fine mese si ricomincia. I tecnici, quelli sì, molto probabilmente sono già in volo verso l’Europa, con in valigia tutti gli importantissimi dati scaricati dai computer e che serviranno da qui in avanti a fare il punto della situazione.

Questi test di Sepang hanno detto che il lavoro di affinamento delle moto è solo all’inizio e occorrerà ancora fare tanta strada per vedere quali risultati porterà tanto lavoro. Ma ecco i commenti dei piloti, presi al volo prima di vederli sparire verso lidi più accoglienti che la pista di un circuito che hanno imparato a conoscere centimetro dopo centimetro. Da segnalare infine che Marc Marquez avrà settimane molto stressanti in arrivo. E’ partito per il Giappone dove presenzierà alla festa Honda per i 20 anni di partnership e poi sarà a Madrid per la presentazione del team.

Marquez perfetto anche in simulazione gara

Marquez perfetto anche in simulazione gara

Marc Marquez “Sono abbastanza contento di come sono andati questi tre giorni qui a Sepang. Devo proprio dire che ci siamo e abbiamo iniziato al meglio questa stagione. D’accordo, è solo il primo test e avevamo un sacco di lavoro da fare ma tutto è filato liscio, ed abbiamo anche fatto una simulazione di gara che è andata benissimo. Abbiamo provato molte configurazioni  ed ho scoperto che con le gomme dure vado molto bene. Abbiamo raccolto una massa di dati (soprattutto dopo l’ottima simuazione di gara) che adesso andranno analizzate dai tecnici. Fisicamente mi sento bene, non ho mai smesso di allenarmi. E debbo dire che quest’anno, a differenza dello scorso anno, ho guidato in completo relax. Ammetto che quando sono arrivato qui ero un po’ debole, perché mi sono preso l’influenza la scorsa settimana, ma adesso tutto va bene, anche se la stanchezza si fa sentire. Se posso trovare una cosa che ancora non mi convince su questa moto è che l’erogazione della potenza a centro curva ancora non mi convince del tutto”

Valentino magnifico 2°: "Mai andato così forte qui"

Valentino magnifico 2°: “Mai andato così forte qui”

Valentino Rossi: “”Il test è stato molto buono, sono molto felice soprattutto per ol secondo posto e per il tempo sul giro che è il migliore della mia carriera qui a Sepang.  E’ la prima volta che vado sotto i 2’ e trovarmi a un decimo da Marc e il record assoluto della pista è abbastanza eccitante. Io davanti a Jorge? Arrivargli davanti per tre giorni non è troppo importante. È solo il primo test dell’anno e non conta troppo. Comunque quando le cose si faranno serie Jorge sarà coi primi. Ne sono sicuro. Anche se ha avuto qualche problema è comunque molto vicino a me e a Marc. A proposito, il passo di gara di Marc è davvero impressionante. Sto cambiando anche il mio stile di guida, mi sporgo molti di più dalla moto, un po’ come fa Marquez, ma io ho le gambe molto più lunghe e non è mica semplice! (ride). Il fatto è che ho un anno in più di esperienza sulla M1 e adesso posso lavorare su questi dettagli, prima dovevo ancora trovare il limite della moto”.

Lorenzo sempre dietro Valentino per 3 giorni di seguito

Lorenzo sempre dietro Valentino per 3 giorni di seguito

Jorge Lorenzo: “Il morale non è dei migliori, ma cerchiamo di essere sempre positivi. Penso che abbiamo migliorato molto il tempo sul giro di ieri ma non ho fatto un giro perfetto. Magari con gomme più morbide potevamo 1’59” 5 o 1’59”6.  Quando ho provato a fare una simulazione di gara, sono partito bene, ma dopo pochi giri sono sorti dei problemi che non mi aspettavo. È arrivato il chattering e non riuscivo più a frenare. La gomma era come schiacciata, ho preferito fermarmi.  L’evoluzione e il miglioramento è grande quindi sono abbastanza soddisfatto. Per avere una sensazione simile a quella dello scorso anno con meno carburante è una grande cosa. Insomma, i lati positivi sono sempre di più: se penso che questa non è una pista favorevole alla Yamaha, debbo dire che siamo sulla buona strada”

Aleix Espargarò, la più bella sorpresa dei test

Aleix Espargarò, la più bella sorpresa dei test

Aleix Espargarò: “Abbiamo iniziato con il passo giusto e lascio Sepang contentissimo della moto e del team. Oggi abbiamo fatto un long run per conoscere meglio il funzionamento dell’elettronica, perché fatichiamo molto nella seconda parte di gara. Sicuramente dobbiamo migliorare questo punto, ma sono fiducioso perché rispetto agli ultimi test di Valencia l’elettronica è migliorata sensibilmente. Il feeling con il team è molto buono e non potevo aspettarmi un miglior risultato di quello odierno”.

Giovanni Cuzari (Team Manager MGM): “Avevamo grandi aspettative e torniamo in Europa con un sogno ancora più grande nel cassetto. Il quarto posto di Aleix e la consapevolezza di poter contare su un pacchetto competitivo ci permette di guardare con fiducia e entusiasmo alla stagione. La nostra moto è ancora in evoluzione e sono sicuro che anche Colin, che ci sta aiutando nello sviluppo, potrà presto trovare un miglior feeling per guidare al meglio. Ringrazio il mio fantastico gruppo di instancabili ragazzi che hanno dato, ancora una volta, il 150%”.

Stefan Bradl si conferma semore tra i più veloci

Stefan Bradl si conferma semore tra i più veloci

Stefan Bradl: ”Lasciamo la Malesia e questa pista con una buona messa a punto e sono soddisfatto del lavoro svolto. Ci sono alcune cose da migliorare: prima tra tutte la stabilità in frenata ma posso dire che sono a mio agio su questa moto. Oggi siamo partiti con una simulazione di gara ma un piccolo problema al freno posteriore mi ha costretto a tornare ai box per poi riprendere. Nonostante questo inconveniente sono riuscito a completare il mio programma di lavoro ottenendo un feedback più

che positivo con la nuova gomma dura. Lo scopo è quello di continuare a migliorarsi anche nei prossimi test”.

Pedrosa sorridente: ma i problemi restano

Pedrosa sorridente: ma i problemi restano

Dani Pedrosa: “In questo terzo giorno ci siamo concentrati sul telaio, cercando di guadagnare più grip posteriore e credo che abbiamo fatto un sacco di progressi. Questa mattina abbiamo avuto un problema con i freni su entrambe le moto e ho perso tempo, proprio nella parte della giornata in cui si potevano fare i giri veloci. Comunque, sono contento che siamo riusciti a migliorare la messa a punto e, in generale, oggi è stata una giornata positiva. Al prossimo test, spero che potremo continuare da dove abbiamo lasciato oggi, e continuare a migliorare prima di andare a Phillip Island “.

Dovizioso come Vale: mai così veloce a Sepang

Dovizioso come Vale: mai così veloce a Sepang

Andrea Dovizioso: ”In questi tre giorni di test siamo riusciti a fare un buon lavoro e a migliorare molto. Possiamo frenare più forte, entrare più facilmente e con più velocità in curva e accelerare un po’ prima e quindi usare più potenza nella prima parte dell’accelerazione. Poi siamo riusciti ad ottenere anche degli ottimi tempi a livello di giro veloce. Infatti ho ottenuto un tempo che non ero mai riuscito a fare qui in Malesia su qualsiasi moto, e questo mi rende felice. Abbiamo migliorato anche il nostro passo e quindi il test è stato davvero positivo. Non mi aspettavo di poter migliorare così tanto, però dobbiamo restare con i piedi per terra perché il gap rimane ancora alto per gli obiettivi che vogliamo ottenere.”

Cruchlow ora comincia a conoscere la Ducati

Crutchlow non è preoccupato

Cal Crutchlow: ”So che la posizione in classifica non è tra le migliori, ma devo ammettere che sono soddisfatto. Sono ancora abbastanza lontano da Dovi, ma tutto sommato oggi sono stato piuttosto costante e più veloce di ieri. Abbiamo trovato alcune cose positive sulla moto, ma purtroppo ho fatto il mio migliore tempo nella parte meno favorevole della giornata, a mezzogiorno, quando la temperatura era 15 gradi più calda di quando gli altri hanno segnato i loro migliori tempi. Non sono troppo preoccupato del mio tempo sul giro, perché mi sembra che si possa spingere di più con la GP14, ed è una cosa positiva. I miei tempi non sono tanto lontani da quelli dello scorso anno, ma gli altri hanno davvero migliorato molto.”

Michele Pirro: ”Questa ultima giornata è stata difficile perché la stanchezza si è fatta sentire! Ho fatto anche un long-run alle 14 per vedere come si comportava la mia GP14 con i consumi. Sono comunque contento del lavoro che abbiamo svolto, abbiamo raccolto molte informazioni utili e speriamo di migliorare ancora nei prossimi test. Abbiamo sempre migliorato ogni giorno, anche il tempo sul giro, e quindi continuerò a svolgere il mio lavoro con impegno per dare più informazioni possibili ai piloti ufficiali e agli ingegneri Ducati.”

Dall'Igna: con lui aria nuova alla Ducati

Dall’Igna: con lui aria nuova alla Ducati

Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse): “Devo dire che sono abbastanza soddisfatto di com’è andata in questi tre giorni a Sepang. Il clima all’interno della squadra mi è sembrato sicuramente positivo. Per me l’importante era provare ad invertire la spirale negativa che evidentemente si era creata all’interno di questa squadra, per cui mi serviva dare motivazioni ai piloti, a tutte le persone che fanno sviluppo e a quelli che sono impegnati a cercare di migliorare la moto. Mi sento di dire che, tutto sommato, sia per quanto riguarda i tempi che per quanto riguarda i commenti dei piloti, è stato fatto un passo nella direzione giusta. Chiaramente il lavoro da fare è ancora tanto, e servirà avere sempre le idee chiare e i nervi saldi.”

Bautista, attardato da problemi alla sua Honda

Bautista, attardato da problemi alla sua Honda

Alvaro Bautista: ”Oggi abbiamo proseguito il lavoro fatto nei primi due giorni di test, sostanzialmente i nostri sforzi si sono concentrati nuovamente sulle sospensioni alla ricerca di una maggiore aderenza al posteriore e di un miglior feeling generale con la moto. È stato fatto un piccolo passo avanti rispetto a ieri, però non riusciamo ancora a sfruttare al massimo le nuove gomme Bridgestone: al momento ci offrono meno grip rispetto a quelle dello scorso anno e di conseguenza non riesco ancora ad agire sull’acceleratore come vorrei. Nei test in programma a fine mese lavoreremo tanto su questo aspetto. Dovremo migliorare anche sulla velocità sul giro secco: questa mattina ho montato la gomma morbida ma anche in questo caso non siamo riusciti a sfruttarla e non sono stato velocissimo. Per quanto riguarda il passo gara invece sono abbastanza soddisfatto, essendo riuscito a fare molti giri consecutivi vicini al mio miglior tempo. Il bilancio comunque è positivo: c’è ancora tanto lavoro da fare, ma sia noi che Showa abbiamo raccolto dati importanti in vista dei prossimi test”.

Continua l'apprendistato di Redding con la Honda Open

Continua l’apprendistato di Redding con la Honda Open

 

Scott Redding:” “Oggi ho potuto compiere un altro passo in avanti, sto imparando pian piano a far scivolare la moto per farla curvare meglio e in generale mi sento più a mio agio mentre guido. Purtroppo le condizioni difficili della pista nel pomeriggio non mi hanno permesso di migliorare molto i miei tempi, ma sono contento di come è andato il mio primo test con il team: nelle prossime prove a fine mese ci concentreremo sulle sospensioni e sull’affinamento dell’elettronica, in particolare del controllo di trazione”.

Fausto Gresini

Fausto Gresini, c’è da lavorare sodo

Fausto Gresini (Team Manager) :“Sono stati tre giorni di test importanti, anche se la classifica non ci rende giustizia: purtroppo nei primi due giorni il programma di lavoro con Bautista è proseguito un po’ a rilento e quindi in questa ultima giornata non siamo essere riusciti ad essere competitivi come ci aspettavamo, anche se Alvaro ha già messo in mostra un buon passo. Non sono comunque preoccupato, ci aspetta un altro test a fine mese nel quale cercheremo di migliorare, soprattutto nella ricerca di più grip. Riguardo a Scott, il bilancio è positivo: non va dimenticato che è soltanto all’inizio di questa avventura; tre giornate di test su una MotoGP in una pista come Sepang non sono facili per un debuttante, ma Redding è migliorato giorno dopo giorno senza fare errori. Ci vorrà ancora un po’ di tempo per vedere tutto il potenziale suo e della RCV1000R”.

Shinji Aoki (responsabile sviluppo Bridgestone):”Abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi per questo test e acquisito un sacco di dati dai piloti sia riguardo le Factory sia le Open cui abbiamo fornito nuovi tipi di pneumatici. I tempi sul giro in questo periodo dell’anno sono di solito più veloci di quanto vediamo poi nel corso della stagione. I piloti hanno detto che le condizioni della pista erano abbastanza buone rispetto allo scorso ottobre. Ciò dimostra che, ancora una volta, la combinazione di nuove macchine e nuovi pneumatici ha spinto il livello delle prestazioni della MotoGP ancora più alto. Tuttavia, c’è ancora un sacco di lavoro da fare per aiutare i team a ottenere il massimo. I nostri sforzi sono ora rivolti ai prossimi test qui a Sepang e poi il test per noi importantissimo a Phillip Island”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>