Baby gang terrorizza Casinina: presi di mira anziani ma non solo

di 

7 febbraio 2014

CASININA – E’ una novità per l’apparentemente tranquillo paese di Casinina avere a che fare con una banda di ragazzini che trova divertimento prendendo di mira i cittadini, specialmente anziani.

E’ Guerrino che racconta ai nostri microfoni le malefatte subite: “Hanno inserito la chiave nel mio Ape immettendolo nella carreggiata dal parcheggio, e come se non bastasse hanno smontato la batteria! Stavano per rubarla, quando un mio amico, che rincasava con la propria autovettura, si è accorto di quello che stava succedendo e puntano i fari contro i ragazzini li ha costretti alla fuga”.

Guerrino ci racconta di un altro episodio molto pericoloso: “Stavo scaricando l’immondizia dal cassone del mio Ape quando i giovani si sono avvicinati offrendosi di aiutarmi. Dopo un primo rifiuto, vista l’insistenza, pensando che si volessero rendere utili ho accettato. Non l’avessi mai fatto; appena ripartito la banda è salita in corsa sul cassone. Una volta accorto mi sono fermato e a fatica sono riuscito a farli scendere. Essendo preoccupato per il pericolo che gli stessi ragazzini potevano correre ho variato il tragitto, allungandolo, per evitare il peggio”.

Guerrino, è stato infastidito anche in altri modi?
“Beh, la cosa che più mi ha sconvolto e mi ha fatto capire che si tratta di piccoli bulli si è verificata quando, una sera, mentre uscivo dalla mia auto parcheggiata nei pressi di Piazza della Chiesa, uno di loro mi si è avvicinato intimandomi, più di una volta, di dargli del denaro, dicendomi testualmente: Tu mi devi dare i soldi””.

Cosa vorrebbe dire a questi ragazzini e ai loro genitori?
“Non lo so, non li ho ben riconosciuti… Ho comunque avvisato il sindaco Giuseppe Zito”.

 

LA RISPOSTA DEL SINDACO

Sindaco, questa baby gang sta pesantemente infastidendo il signor Guerrino e altre persone; alcune sere fa anche telegianna.it è rimasta vittima di atti vandalici: mentre rientrava in redazione da un reportage, all’altezza del museo della Linea Gotica a Casinina, l’auto è stata colpita, nel parabrezza, da un forte lancio di ghiaia, provocando prima paura e poi sgomento per l’atto subito. E’ stato subito notato, dal lunotto posteriore, un gruppetto di ragazzini scappare e perdersi nel buio.
“Ho chiesto alla Municipale e ai carabinieri di identificare i ragazzini per poi convocare i genitori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>