Volley B1 Girone C: la prima di ritorno nel segno delle centrali. La sfortuna di Rieti e Firenze. Pesaro attenta, Loreto è in crescita

di 

11 febbraio 2014

PESARO – La prima giornata di ritorno, 14^ della stagione regolare, non ha riservato sorprese. Forse, solo il netto successo ottenuto da Olbia in un campo – quello del San Michele Firenze – giudicato difficile è andato oltre le aspettative della vigilia. O comunque ci si attendeva che le fiorentine – sfortunate, come vedremo – opponessero maggiore resistenza a Sintoni e compagne.

 

Francesca Rosa (dalla pagina Facebook dell’Azzurra Casette)

Francesca Rosa (dalla pagina Facebook dell’Azzurra Casette)

Il tabellino di Todi, 8 ace di Pesaro

 

Grazie al Todi Volley, siamo in grado di pubblicare il tabellino della partita, che ha visto il Volley Pesaro espugnare il palasport di Ponte Naia:

 

TODI: Lo Cascio 13, Testasecca 8, Antignano 7, Santin 6, Ghezzi 3, Angelelli, Piccari (L1), Mancuso 6, Brizi. N.E.: Venturi, Loddo, Ribelli. All. Sanna.

PESARO: Fiesoli 12, Gioia 11, Zuccarini 9, Salvia 6, Boriassi 4, Carraro 4, Battistelli (L1), Trinci 1, Sacchi. N.E.: Natale, Spadoni, Micheletti (L2). All. Bertini.

TODI: battute sbagliate 8, battute vincenti 4, muri 7, errori 19.
PESARO: battute sbagliate 9, vincenti 8, muri 8, errori 16.

I numeri raccontano la grande efficacia al servizio delle ragazze di Bertini, che hanno un grande rapporto tra errori ed ace. Semmai, ma è una storia comune a tutte le squadre di volley femminile, come abbiamo potuto verificare seguendo le dirette televisive del campionato italiano e della Champions League, bisognerebbe evitare di subire parziali tipo l’8-1 del secondo set, quando Todi, che era sotto 10-19, si è portata sul 18-20.

Con le sorelle Cruciani non si passa

Tutto facile (3-0) per la capolista Gecom Security Perugia, che si sbarazzata del Valdarno Volley pure dovendo fare a meno della schiacciatrice Francesca Valentini, sostituita da Puchaczewski, che ha lasciato il ruolo di opposto a Montechiarini. Notevole la prestazione delle sorelle Cruciani, centrali perugine: 28 punti in 2.

PERUGIA: Cruciani Corinna 15, Cruciani Cristina 13, Tosti 12, Montechiarini 7, Puchaczewski 5, Cecato 2, Rocchi (L1), Mearini 2, Di Mitri 1, Pistocchi 1, Chiavatti. N.E.: Valentini. All. Bovari.

FIGLINE VALDARNO: Basciano 10, Allighieri 7, Felladi 5, Ambrosi 3, Casprini 2, Ricchiuti 2, De Petro (L1), Rondini 5, Mori, Botti (L2). N.E.: Migliorini, Matteini, Bianchi. All. Lapi.

PERUGIA: battute sbagliate 6, vincenti 4, muri 10, errori 15.
VALDARNO: battute sbagliate 6, vincenti 3, muri 6, errori 11.

Bastia non si concede distrazioni bis

Scottata da punto gettato al vento due settimane prima in Sardegna, l’Edilrossi Bastia espugna Pagliare soffrendo solo nel terzo set, perso ai vantaggi. Eccellente il ritorno, nella squadra picena, di Annalisa Pepe, che ha salutato la B2 per essere subito protagonista in B1. Proprio l’esperta schiacciatrice e la centrale Testella sono state decisive nel successo parziale di Pagliare (27-25), a cui ha risposto Bastia grazie a – fonte Libertas – una devastante Mezzasoma. Ottimo, come sempre, il libero Gagliardi. Fra le umbre, in campo anche la pesarese Noemi Giusti. Strepitoso il rapporto tra battute sbagliate e vincenti registrato da Bastia.

PAGLIARE: Canella 16, Pepe 13, Taddei 8, Testella 8, Di Davide 7, Capriotti 2, Ferrara (L1), Agostini 7, Fedeli 2, Ambrosini, Concetti. N.E.: Di Bonaventura, Ventura (L2). All. Fusco.

BASTIA UMBRA: Mezzasoma 22, Ubertini 19, Da Col 18, Ceppitelli 7, Tiberi 5, Gatto 4, Gagliardi (L1), Giusti. N.E.: Pani, Crisanti, Paffarini, Alessandretti. All. Ricci.

PAGLIARE: battute sbagliate 9, vincenti 5, muri 4, errori 16.
BASTIA: battute sbagliate 8, vincenti 10, muri 14, errori 15.

Filottrano ritrova il sorriso, Trevi perde Luisina Costagrande

La seconda gita consecutiva in Umbria (dopo Todi, Trevi) non ha riservato le stesse amarezze alla Lardini Filottrano. Sconfitta due settimane addietro, la squadra di Paniconi non si è concessa ulteriori distrazioni, espugnando Trevi senza perdere set. In verità, il primo parziale è stato molto equilibrato, tanto che poteva aggiudicarselo anche la squadra di casa. Positivo l’esordio stagionale di Argentati, che ha portato pericolosità negli attacchi dal centro della Lucky Wind. Purtroppo, la società umbra perde Luisina Costagrande, che a fine mese tornerà in Argentina.

TREVI: Argentati 15, Barbolini 9, Capezzali 9, Silvestri 8, Alikaj 5, Pietrolati 1, Rocchi (L1), Meniconi. N.E.: Monaci, Nencioni, Uti. All. Sperandio.

FILOTTRANO: Cavestro 17, Banchieri 11, Baroli 11, Rita 8, Spicocchi 8, Stincone, Feliziani (L1), Ciavaglia 2, Lupidi 2, Malavolta. N.E.: Pellicciari, Carloni. All. Paniconi.

TREVI: battute sbagliate 4, vincenti 2, muri 3, errori 18.
FILOTTRANO: battute sbagliate 4, vincenti 6, muri 7, errori 12.

Loreto, con Grizzo si vola

La Fortitudo Rieti, che aveva messo in imbarazzo il Volley Pesaro, andando a un passo dal successo nel primo set, si è ripetuta a Loreto, dove si è aggiudicata il primo parziale grazie alla grande distribuzione di Miotti e alle schiacciate di Sammartano. Anche il secondo set sembra favorevole alle laziali, che si bloccano sul vantaggio di 15-16. Coach Cerusico utilizza il secondo time-out tecnico per scuotere le sue, che rispondono positivamente. In verità, Rieti conduce di 4-5 punti anche nel terzo, ma poi si blocca sotto i colpi di Zanon, Sabbatini e Grizzo. Rieti cede anche per la sfortuna: non bastasse l’influenza che limita Carrara, arriva anche – a metà del terzo parziale – l’infortunio di Iosco, che è stoica restare in campo, ma senza essere in grado di trascinare le compagne. Da sottolineare che Loreto, prossima avversaria di Pesaro, sabato al PalaCampanara, è in grande crescita dopo l’arrivo di Anna Grizzo. Con lei in campo, Loreto ha totalizzato 8 punti in 4 giornate.

LORETO: Grizzo 21, Recine 2, Sabbatini 14, Tozzo 12, Pamic, Zanon 9, Tamantini, Bellucci 14, Pieroni, Zannini (L1), Brutti (L), Isolani. All. Cerusico.

RIETI: Miotti 2, Pavone, Vojth 12, Robazza, Lunardi 13, Sammartano 14, Secchi, Carrara 5, Iosco 17, Fornari, Severi (L), Pentuzzi. All. Simone.

Casette non imita Basta, Rosa super a Cagliari

Memore di quando occorso all’Edilrossi Bastia, l’Azzurra Casette d’Ete non concede alcuna confidenza all’Alfieri e sbanca Cagliari con disarmante facilità. Come anticipato da pu24.it, l’Alfieri ha ritrovato Gargiulo, ma niente contro la scatenata centrale pergolese Francesca Rosa.

CAGLIARI: Orro 1, Gargiulo, Dimitrova 5, Aliaj 10, Soppelsa 1, Boi 2, Allegretti 3, Angeli 3, Collu, Sanna (L1), Cappai. All. Loi.

CASETTE: Pomili 10, Rosa 17, Masotti 9, Mauriello 8, Mastrilli (L), Morolli 4, Pierantoni 7, Patrassi, Orazi 2. All. Domizioli.

Olbia ha imparato la lezione, non i numeri

Scottata dalla partita di Loreto, dove ha perso al tie-break ma poteva lasciare tutta la posta in palio, Olbia ha espugnato Firenze, approfittando, nel primo set, degli errori toscani. Fiorentine sfortunate: con Sacconi, acciaccata, obbligata a lasciare il campo, coach Alderani perde anche Miccadei (lieve malore). Olbia, esperta, ma anche cinica, non si concede distrazioni. E non concede neppure di conoscere i dati statistici della sua partita. Ci scusiamo con i lettori.

SAN MICHELE: Stolfi, Ceresi, Rosati 9, Morino 3, Sacconi 6, Starnotti ne, Miccadei 2, Grilli 7, Cheli 8, Puccini 2, Torrini 5, Bianchi (L). All. Alderani.

 

OLBIA: Cecchi, Iannone, Facendola, Faedda ne, Panucci, Sintoni, Baldelli, Formisano, Budroni ne, Camarda, Degortes (L). All. Secchi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>