Ricci inaugura la sede del comitato elettorale: “Qui scriveremo il futuro di Pesaro”

di 

15 febbraio 2014

Matteo Ricci

Matteo Ricci

PESARO – “Questo non è solo uno spazio organizzativo, ma un luogo d’incontro e delle relazioni. Qui, con il contributo di tutti, scriveremo il futuro della città”. Così Matteo Ricci all’inaugurazione della sede del comitato elettorale in viale dei Partigiani, 17. “Viviamo in uno dei luoghi più belli d’Italia, ma le difficoltà del periodo ci impongono delle scelte coraggiose. Abbiamo due modi per uscire dalla crisi: chiudendoci in noi stessi o rilanciando. Dobbiamo pensare in grande. Progettare una città che conti di più in ambito nazionale. C’è bisogno di ambizione. Se in questo momento non facciamo leva sull’ambizione, tradiamo la nostra missione popolare”. Da qui la scelta dello slogan “un bel po’” ad accompagnare l’intera campagna elettorale. “Invito tutti a lasciarci una proposta per la città che vorrebbero, a raccontarci il proprio sogno, a contribuire con il proprio “un bel po’”. L’appuntamento delle primarie si avvicina e bisogna fare squadra. “Coinvolgete i vostri amici, contribuite al programma con le vostre idee. La partita non è già vinta, c’è bisogno dello sforzo di tutti”. Presenti all’inaugurazione diverse centinaia di persone. Tanti i giovani che hanno lasciato il proprio suggerimento sulla Pesaro che vorrebbero.

 

“Un bel po’ tour”

Prosegue intanto il tour di Matteo Ricci nei quartieri della città. La tappa a Montegranaro è cominciata con una visita alle attività commerciali della zona ed è proseguita con un incontro pubblico nella sede del circolo Pd di Montegranaro. Diversi i temi affrontati: l’idea di Pesaro “prima città delle Marche” – “con l’unione dei Comuni di Gabicce, Gradara e dei centri della Valle del Foglia potremo subito avere a disposizione i 9 milioni di euro bloccati dal Patto di Stabilità” – l’uscita dal provincialismo per avere più visibilità nazionale e reperire le risorse necessarie, le valorizzazioni urbanistiche da attuare, la necessità di un cambio di passo nella gestione dei servizi pubblici, snellendo la burocrazia e sfruttando le potenzialità della Rete.

Sulla sanità: “Le rassicurazioni dell’assessore regionale Mezzolani sulla restituzione dei 6 milioni di euro a Marche nord sono senz’altro positive. Ora mi auguro che alle parole seguano i fatti. Il ripristino del budget va fatto subito e vorrei che nel giro di qualche settimana venga anche pubblicato il bando per la realizzazione del nuovo ospedale. Su questo tema, in modo particolare, vorrei che la Regione prendesse una posizione chiara. Perché un conto è organizzare i servizi del Santa Croce e del San Salvatore, sapendo che la nuova struttura verrà realizzata in tempi certi, un conto è continuare il percorso di integrazione non avendo alcuna indicazione in mano”.

Un cenno anche al dibattito politico nazionale, dopo il voto della direzione nazionale Pd e le dimissioni del premier Letta: «Mettere il segretario di partito alla guida del Governo è un’operazione rischiosa, ma dobbiamo tentare. Non abbiamo alternative. L’attuale legge elettorale non garantisce una piena governabilità. E se vogliamo dare un’accelerata alle riforme di cui ha bisogno il Paese, è questa la strada da percorrere.  Il mio incarico a Roma non ruberà energie all’amministrazione della città. Anzi, mi permetterà di portare avanti in maniera più incisiva le istanze di tutto il territorio”.

 

I prossimi appuntamenti del tour

Martedì 18 febbraio: Villa San Martino. Mercoledì 19 febbraio: Mare, Porto e Soria. Giovedì 20 febbraio: San Bartolo-Fiorenzuola. Sabato 22 febbraio: Santa Maria dell’Arzilla e Candelara.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>