Cittadini 5 Stelle Pesaro: “Area ex Amga? Che diventi anche un’area verde polifunzionale: lo chiameremo Parco Gluck”

di 

18 febbraio 2014

Igor Jason Fradelloni*

 

PESARO – Lunedì 17 febbraio durante la seduta del Consiglio Comunale (il luogo che per antonomasia è deputato alla risoluzione dei problemi della nostra città), abbiamo preso atto che la prima forza politica a portare in discussione al fine di trovare una soluzione alla vicenda tristemente nota con il nome Area Ex Amga, è stata la coalizione del PD, nella figura di Mauro Mosconi.

Dopo tutti i proclami letti in queste settimane, in particolare diffusi da parte del signor Adriano Accardo, esponente di spicco della Lista Civica di cui sono rappresentanti il consigliere comunale Mirko Ballerini ed il candidato sindaco Fabrizio Pazzaglia (alias Mr29), prendiamo atto che l’unica preoccupazione della loro forza d’opposizione è stata quella di addossare responsabilità. Proposte zero!

Parco Gluck

Parco Gluck

Che la bonifica sia urgente e da attuare immediatamente attraverso qualsiasi mezzo di buon senso (eventualmente costruendo sul costruito dicasi riqualificazione urbanistica), ormai l’hanno compreso anche gli asini con tutto il rispetto per gli equidi.

In particolare Adriano Accardo, ertosi a paladino, non ci pare fare altro che aggirarsi per tutta la città mettendo in opera un sinistro e squallido tintinnio di manette invocando continuamente l’intervento della magistratura. Per poi successivamente, insieme ai rappresentanti della sua Lista Civica, trovare sistematicamente il modo di passare la mano al PD come in questo caso ma anche in altri.

Noi Cittadini 5 Stelle Pesaro troviamo davvero curioso che si passino 4 anni in nome del Movimento 5 Stelle attuando una vera e propria caccia alle streghe senza aver mai fatto un solo atto politico sull’Area Ex Amga. Questa prassi unicamente giustizialista è quanto di più inopportuno si possa pensare visto che è stata attuata sulla buona fede e sulla pelle dei cittadini pesaresi.

Siamo in attesa di spiegazioni plausibili dagli stessi così da fornirci un esempio della loro “TRASPARENZA” tanto decantata e proclamata a spron battuto in questo inizio di campagna elettorale. Noi e tutti i cittadini ci aspettiamo, in verità poco fiduciosi, una risposta anche ad altri due quesiti a loro rivolti (a cui sono per il momento seguiti solo omertosi silenzi). Non credano quelli della Lista Civica Ballerini-Pazzaglia-Accardo che la nostra pazienza sia finita, noi stiamo ancora aspettando le risposte. I Cittadini 5 Stelle non abbandoneranno mai Pesaro.

Molto presto poi, avremo modo di dire la nostra anche sul loro uso della Pescheria (insieme al candidato sindaco del PD Matteo Ricci), per la manifestazione di domenica scorsa visto che si sono sperticati a definirlo un atto di buona politica che si fa cultura (???).

L’unica strada possibile che riteniamo possa essere significativa per risolvere la questione Area Ex Amga, e che possa costituire un risarcimento per i residenti in zona (non dimentichiamo anche l’inevitabile deprezzamento delle loro abitazioni di questi anni) ma anche per l’intera città è avviare, contestualmente alla bonifica, l’istituzione in loco di una meravigliosa area verde polifunzionale.

Un’area in cui proponiamo già di allestire una struttura che possa servire anche d’inverno per rappresentazioni teatrali e molte altre manifestazioni sia culturali sia semplicemente ludiche.

Proponiamo anche di chiamarlo Parco Gluck, la storia e la memoria è bene che siano sempre di insegnamento. Non crediamo di doverne specificare le ragioni, suggeriamo per il momento solo di ascoltare la canzone “Il Ragazzo della via Gluck”.

http://www.youtube.com/watch?v=JaHUKBlX3ls

Concludendo, chiediamo all’attuale amministrazione di avviare già tutte le pratiche necessarie così da permetterci di procedere celermente una volta che a giugno saremo noi al governo.

Parco Gluck è il nostro primo dono alla città di Pesaro.

*Cittadini 5 Stelle

 

 

3 Commenti to “Cittadini 5 Stelle Pesaro: “Area ex Amga? Che diventi anche un’area verde polifunzionale: lo chiameremo Parco Gluck””

  1. Mirko Ballerini scrive:

    Solitamente non perdo il mio tempo a replicare ai cittadini 0 stelle, ma di fronte a questi sfondoni qualche chiarimento ai lettore è d’obbligo.
    Io credo che per chi voglia fare politica seriamente, oltre ad assistere ai consigli comunali, si debba sforzare a capirli, ma comprendo che non sia facile per tutti.
    Secondo igor fradelloni, noi del moviento 5 stelle avremmo dovuto votare la mozione di Mosconi che praticamente avvallava il compromesso che stanno cercando da anni il comune e i costruttori, cioè che i costruttori faranno la bonifica in cambio di volumetria, sempre soldi nostri!
    Se il comune è convinto di avere ragione dovrebbe intimare i proprietari del terreno a bonificare e di fronte ad un rifiuto farlo lui e rivalersi, in questo modo non ci sarebbe danno erariale. Questa è sempre stata la nostra posizione più che trasparente, per chi vuole e riesce a capirla.
    Se la maggioranza cerca strade alternative, di fatto un accordo, siccome ha i numeri per portarle avanti, perchè io che sono all’opposizione dovrei avvallarle? Caro Fradelloni, questo si chiama inciucio e non è proprio da 5 stelle.
    Per quanto riguarda la bizzarra (per essere buoni) proposta del parco gluck, stendo un velo pietoso, poi l’inevitabile risarcimento danni ai proprietari lo facciamo pagare a Fradelloni & C.!!

    Mirko Ballerini
    Consigliere comunale
    Movimento 5 stelle Pesaro

  2. Igor Jason Fradelloni scrive:

    Fischi per fiaschi… 😉

  3. paolo scrive:

    ma il pb sono i poveri proprietari ?ma scusate la area dell ex azienda municipalizzata gas ed acqua tale e sempre stata da quando il gas si produceva con il carbone quindi rimanevano le
    scorie o mi sbaglio? lo sapevano anche i bambini questo , strano non lo sapevano i tecnici del comune di pesaro e i responsabili dell amga ,ancor di piu gli architetti i geologi e gli ingegneri della impresa che ha costruito su tale area ma che cavolo di paese siamo dove gli interessi economici guarda caso sempre dei soliti noti notabili e palazzinari di spicco della citta stritolano tutto in nome del profitto non ho altro da dire stiamo a disquisire chi deve pagare;mi pare facile chi doveva sapere, e chi ha tratto profitto dalla omerta’ grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>