“Senza impresa non c’è Italia. Riprendiamoci il futuro”

di 

19 febbraio 2014

PESARO – Una delegazione di Confartigianato Imprese PU era presente a Roma, il 18 febbraio, alla manifestazione “Senza Impresa non c’è Italia, Riprendiamoci il futuro” la mobilitazione generale delle imprese promossa dalle cinque organizzazioni aderenti a Rete Imprese Italia, capitanata dal Presidente Learco Bastianelli e dal Direttore Giuseppe Cinalli, per chiedere con forza una svolta concreta nella politica economica del Paese.

La delegazione di Confartigianato a Roma

La delegazione di Confartigianato a Roma

Efficace l’intervento di Giorgio Merletti , Presidente Nazionale di Confartigianato, che con toni forti ha chiesto soluzioni concrete per i problemi della categoria: primo fra tutti il Sistri, il mostro della burocrazia ministeriale, il cui conto per le aziende sfiora i 300 milioni di euro. “Più che la tracciabilità dei rifiuti nel nostro Paese servirebbe la tracciabilità della corruzione “ ha incalzato Merletti, proseguendo poi con la tragedia delle aziende che chiudono, più di 1.000 al giorno, e con la difficoltà dei pagamenti sia da parte dell’ amministrazione pubblica che da parte dei privati. Altro punto dolente è l’esodo degli imprenditori verso Paesi Stranieri, dove la burocrazia per aprire nuove imprese è molto semplificata “Noi vogliamo cambiare il Paese e non cambiare Paese” ha sottolineato Merletti.

A fine manifestazione, il Presidente di Confartigianato Imprese Pu Learco Bastianelli ha dichiarato: ”La complessa situazione politica non deve oscurare il disagio profondo dell’economia reale: negli ultimi cinque anni la ricchezza prodotta dal nostro Paese è diminuita del 9%, la disoccupazione è raddoppiata e la pressione fiscale ha raggiunto il 44,3% del PIL. Noi chiediamo per noi artigiani, che siamo il tessuto produttivo dell’Italia e lo rivendichiamo animatamente, un immediato cambio di rotta e risposte concrete da parte del governo per uscire da una crisi che ha colpito il nostro settore molto duramente “

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>