Sei di Pesaro se… Ecco il programma completo della festa di domenica. Libro e maglietta per dire: anca me a so’ de Pesre

di 

20 febbraio 2014

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

PESARO –  De dot tzi? Pesre. Con la “P”, e non la “B”, parola di Carlo Pagnini. Forse ci sarà anche lui, il nostro poeta dialettale  per eccellenza, questa domenica, in piazza del Popolo, tra le ore 11 e le 18, per il primo “Sei di Pesaro se…” day. L’appuntamento, nato dall’omonimo gruppo facebook capace di raggruppare in poco tempo più di un mese ben 12 mila membri, celebrerà l’orgoglio pesarese con una festa aperta a tutti, gratuita, a sfondo benefico e ricca di iniziative. Gli organizzatori, questa mattina, hanno presentato il programma nel dettaglio. Si parte alle ore 11 con il Dj set di Auerbach dj: sarà possibile ritirare il numero per salire poi sul palco (in 4 distinti momento della giornata) e completare come si crede, secondo il tuo spirito, ricordo e orgoglio cittadino, al microfono, la frase “Sei di Pesaro se…”, un po’ sulla falsariga di quanto accaduto nell’ultimo mese sulla pagina Fb. Tutte le frasi, insieme a foto e disegni, saranno raccolte nel libro collettivo che Franco Andreatini realizzerà entro l’estate, quando sarà poi organizzato un altro appuntamento simile per la presentazione. Il libro sarà quindi autofinanziato con le prenotazioni dello stesso al gazebo allestito dalla Fondazione Ant e vedrà, quindi, tanti coautori quanti quelli che saliranno sul palco.  Un altro gazebo, sempre in piazza, sarà a cura dell’associazione “Tutti i cuori di Rossana” dove, invece, sarà possibile ritirare le t-shirt celebrative con la scritta “Sta Calme me a so’ de Pesre” prenotate esclusivamente su fb tramite messaggio privato a Daniele Rdiolfi o Manuel Pomarè, o alla mail info@chicobonito.it al costo di 5 euro.

Un modo per ricordare la vecchia Pesaro, farla conoscere ai giovani, far tornare vivo il centro storico e far rivivere quella Pesaro che molti membri del gruppo hanno raccontato postando foto in bianco e nero.

“Ant è di Pesaro, anche se la sede legale è a Bologna, e da 26 anni lavora sul territorio: ha 4300 pazienti. Ci piaceva questa iniziativa, noi facciamo prevenzione e assistenza” ha spiegato la referente di Ant.

Un momento della conferenza stampa di questa mattina

Un momento della conferenza stampa di questa mattina

Il primo “set” di frasi da raccontare al microfono sarà alle ore 11.30, seguiranno poi quello delle 13, 14.30 e 16. Alle ore 14 sarà possibile mangiare la pizza Rossini della Pizzeria Otello e bere birra Collesi. All’interno della festa saranno ricordate le figure di Giochino Rossini e Riz Ortolani, saranno allestiti laboratori per bambini e truccabimbi, un altro dj set a cura di Mirkopratik dj, teatro dialettale e barzellette in dialetto  con la compagnia Il Faro e l’intervento di Walter dei Gelati Walter. La festa dell’orgoglio pesarese sarà poi chiusa dalla consegna degli assegni (il ricavato dei vari stand) alla Fondazione Ant e all’associazione Tutti i Cuori di Rossana.

“Abbiamo visto che esserci è importante – ha raccontato l’Associazione Tutti i Cuori di Rossana -. Nella provincia siamo in un progetto dedicato alla prevenzione per bambini di 8 anni. Rossana era di Pesaro (mancata all’età di 3 anni per una malformazione al cuore, ndr). Siamo pesaresi, siamo orgogliosi di esserlo, sosteniamo le attività pesaresi. Bello che questa iniziativa si faccia in centro”.

Franco Andreatini, che realizzerà il libro che avrà l’onore di raccogliere i tanti “Sei di Pesaro se…” ha spiegato: “Mi hanno colpito entusiasmo e carattere apolitico dell’iniziativa. Un’iniziativa nata dai giovani: si è fatto appello pesaresità, alla voglia di scoprire e riportare in auge valori e modi di dire. Bisogna avere le idee ma anche metterle in pratica, loro lo hanno fatto. Anche se la botta di nostalgia viene da chi ha più di 50 anni. Chissà che poi non vengano fuori altre cose da questa iniziativa. Su una cosa però vogliamo essere chiari: i soldi saranno devoluti direttamente all’Ant e a Tutti i Cuori di Rossa. Non ci saranno né filtri né intermediari. Per l’occasione cercheremo di coinvolgere le librerie pesaresi”.

L’organizzazione dell’evento, portata avanti da Daniele Ridolfi e Manuel Pomarè (da cui il gruppo ha avuto origine), potrà contare sullo “specialista” Massimiliano Santini, mente e mano tecnica del Palio dei Bracieri.

“Sul palco l’evento sarà condotto da Francesca  – ha spiegato lo stesso Ridolfi -.  Quante persone ci aspettiamo? Saremo contenti di arrivare già a 2000 in rotazione nell’arco della giornata. Tutto, infondo, è nato da un’idea personale dicendo subito no alla politica e all spam. Ci sarà bel tempo, dicono, questo aiuterà”.

 

 

 

2 Commenti to “Sei di Pesaro se… Ecco il programma completo della festa di domenica. Libro e maglietta per dire: anca me a so’ de Pesre”

  1. STEFANO GIAMPAOLI scrive:

    Non sei di Pesaro se non hai letto almeno una delle poesie di Pasqualon

    In Biblioteca San Giovanni ed in quella di Baia Flaminia e forse anche nelle altre, potrete trovare un libro intitolato “Pasqualon – navigatore di sogni – Pesaro, storia in poesia” edito dalla Metauro. E’ un piccolo libro che contiene solo una parte delle opere del nostro poeta dialettale Odoardo Giansanti. Immaginate questo libro come un grande ciliegio dal quale si è raccolto il frutto gustoso depositandolo in un piccolo cesto. La traduzione in lingua e la riduzione dei testi poetici è stata fatta a mo di racconto. I testi, che sono stati tradotti, ridotti ed a volte interpretati, contengono alcune brevi citazioni dei versi. Leggendo le poesie del nostro più grande poeta dialettale si può fare un viaggio a ritroso nel tempo, dentro e fuori le mura roveresche della nostra città, nel periodo a cavallo tra fine ottocento e primo novecento. Riccardo Paolo Uguccioni ha detto di Pasqualon: “Le sue, sono poesie attente alla cronaca, al mutare dei tempi e delle mode”.

  2. STEFANO GIAMPAOLI scrive:

    Fra le rubriche di PU24.it, ce n’è una intitolata “Cegh, zop, matt, a so tutt me”. Vi consiglio di visitarla! Vi troverete molte delle poesie raccolte nel libro “Pasqualon – navigatore di sogni – Pesaro, storia in poesia” di cui al precedente commento …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>