Chiesti 20 anni di carcere per Luca Varani, 18 per i due albanesi. La sorella di Varani: “Crediamo nella giustizia”. Appuntamento al 17 marzo. Mimose per Lucia

di 

22 febbraio 2014

PESARO – Chiesti 20 anni di carcere per Luca Varani. Così si è espresso il pm Monica Garulli nel processo per l’aggressione con l’acido all’avvocato Lucia Annibali del 16 aprile 2013. Chiesti 18 anni per i due esecutori materiali, gli albanesi Runin Talaban e Altistin Precetaj. In aula, di fronte al gip Maurizio Di Palma, erano presenti solo due dei tre imputati: Precetaj ha rinunciato ad assistere al dibattimento. Lucia, accompagnata dalla sua famiglia è arrivata in tribunale. Ricordiamo che l’udienza era stata sospesa alle ore  20 di venerdì.

Lucia all'uscita dal tribunale di Pesaro

Lucia all’uscita dal tribunale di Pesaro

Francesca Varani, insieme al padre Francesco, al microfono del nostro Francesco Pierucci, ha dichiarato: “Mio fratello è tranquillo, pagherà per quello che ha fatto. Crediamo nella giustizia. Gli avvocati e il giudice stanno facendo il loro lavoro. Spero che la giustizia faccia il proprio corso sia per Luca che per Lucia”.

L’appuntamento, in attesa della sentenza, è stata aggiornato al 17 marzo. Lucia non ha parlato: ha saluto e ringraziato tutti con un sorriso. Le signore dell’UDI le hanno donato un mazzetto di mimose e violette prima che salisse sul pulmino per il ritorno a casa

Il deputato Alessia Morani, presente in tribunale nella mattinata di oggi, ha commentato: “Non sono qui in veste istituzionale, sono qui solo per stare vicina a Lucia”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>