Sei di Pesaro se… E’ la domenica dell’orgoglio pesarese: tutti in piazza del popolo. Ecco il programma

di 

22 febbraio 2014

PESARO – Appuntamento questa domenica, 22 febbraio, in piazza del Popolo, tra le ore 11 e le 18, per il primo “Sei di Pesaro se…” day. L’appuntamento, nato dall’omonimo gruppo facebook, capace di raggruppare in poco tempo più di un mese ben 12 mila membri, celebrerà l’orgoglio pesarese con una festa aperta a tutti, gratuita, a sfondo benefico e ricca di iniziative.

Il programma: ai parte alle ore 11 con il Dj set di Auerbach dj, contestualmente sarà possibile ritirare il numero per salire poi sul palco (in 4 distinti momento della giornata) e completare come si crede, secondo il tuo spirito, ricordo e orgoglio cittadino, al microfono, la frase “Sei di Pesaro se…”.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Tutte le frasi, insieme a foto e disegni, saranno raccolte nel libro collettivo che Franco Andreatini realizzerà entro l’estate, quando sarà poi organizzato un altro appuntamento simile per la presentazione. Il libro sarà quindi autofinanziato con le prenotazioni dello stesso al gazebo allestito dalla Fondazione Ant e vedrà, quindi, tanti coautori quanti quelli che saliranno sul palco. Un altro gazebo, sempre in piazza, sarà a cura dell’associazione “Tutti i cuori di Rossana” dove, invece, sarà possibile ritirare le t-shirt celebrative con la scritta “Sta Calme me a so’ de Pesre” prenotate esclusivamente su fb tramite messaggio privato a Daniele Rdiolfi o Manuel Pomarè, o alla mail info@chicobonito.it al costo di 5 euro.

Il primo “set” di frasi da raccontare al microfono sarà alle ore 11.30, seguiranno poi quello delle 13, 14.30 e 16. Alle ore 14 sarà possibile mangiare la pizza Rossini della Pizzeria Otello e bere birra Collesi. All’interno della festa saranno ricordate le figure di Giochino Rossini e Riz Ortolani, saranno allestiti laboratori per bambini e truccabimbi, un altro dj set a cura di Mirkopratik dj, teatro dialettale e barzellette in dialetto  con la compagnia Il Faro e l’intervento di Walter dei Gelati Walter. La festa dell’orgoglio pesarese sarà poi chiusa dalla consegna degli assegni (il ricavato dei vari stand) alla Fondazione Ant e all’associazione Tutti i Cuori di Rossana.

Domenica, durante la manifestazione, al banchetto ANT potrete fare tante DONAZIONI e riceverete in OMAGGIO (fino ad esaurimento scorte) i prodotti del Forno Mascia, come i CANTUCCI ROSSINI, oppure potrete essere il fortunato DONATORE che riceverà in OMAGGIO un CONDIZIONATORE DAIKIN (o prodotto/servizio di egual valore) offerto dalla Tcs Energie ……………..Quindi domenica fate i BUONI!

E domenica 2 marzo appuntamento con il Carnevale dei Ragazzi. 

PESARO – La 57^ edizione del Carnevale dei ragazzi è, ormai, in dirittura d’arrivo. L’appuntamento è fissato, per le ore 14.30 di domenica 2 marzo, in piazzale Carducci. Mezz’ora dopo inizierà la sfilata. In prima fila la banda con le maschere ospiti della manifestazione presentate dalle “Giacche verdi” dell’Associazione di volontariato di protezione civile ed ambientale: Arlecchino, Pulcinella, Brighella, Colombina, Pantalone, Balanzone, Rosaura, Florindo….Quindi la Corte di Rabachèn con la signora Cagnèra, valletti, dame, cavalieri, paggi, guardie, aiutanti e, nell’ordine stabilito dallo starter, le dodici allegorie: “Mille e una notte” (S. Maria delle Fabbrecce), “Ritorno al futuro” (S. Veneranda), “I figli dei fiori” (Villa Ceccolini), “Peppa Pig festeggia il compleanno al Luna park” (San Pietro in Calibano), “Spongebob” (San Martino), “Quanto siamo dolci” (S. Maria di Loreto), “In tel mèr à io incontred un animel particoler” (Soria), “Pirati e sirene” (Sport Village), “Comunità social net work” (Sant’Agostino), “Io sono l’arcobaleno ‘porto’ il sereno” (S. Maria del Porto), “Sooby doo” (San Carlo), “La volta celeste” (Centro infanzia 1.2.3 stella”).

Il corteo, come già in passato, si muoverà, per due volte, sul tracciato costituito da viale Gramsci, piazzale Matteotti, viale Cialdini, Manzoni e piazzale Carducci per raggiungere infine, attraverso via San Francesco, piazza del Popolo. Qui Rabachèn, principe dell’allegria e del buonumore, pronuncerà il discorso conclusivo in lingua vernacola e procederà alla proclamazione delle allegorie vincitrici per le sezioni carri e sfilate a piedi.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>