Case, come ristrutturare a costo zero, in sicurezza e risparmiare sui consumi. Te lo spiega Cna, prima riunione lunedì a Fano

di 

23 febbraio 2014

FANO – Le recenti notizie di cronaca relative alla scoperta di una falsa cooperativa edilizia, con relativo corollario di false fatturazioni, subappalti mai eseguiti, trasformazioni di dipendenti in soci, ripropongono in maniera evidente e drammatica il tema della legalità nel settore delle costruzioni e degli appalti. Strettamente legato a quello della legalità c’è anche quello della sicurezza, della qualità, e della esecuzione a regola d’arte dei lavori in edilizia. Proprio su questi argomenti ed in particolare sulla sicurezza nei cantieri e sulle ristrutturazioni, CNA costruzioni ha organizzato una serie di riunioni nella provincia per illustrare i vantaggi nel far eseguire i lavori ad imprese regolari e certificate. Questa prassi consente infatti anche ai committenti (siano essi pubblici che privati), di evitare di incappare nelle scellerate logiche del massimo ribasso dietro alle quali si nascondono molto spesso imprese che non solo non garantiscono l’affidabilità e la qualità dei lavori, ma che non tutelano la sicurezza dei lavoratori e che spesso utilizzano materiali di pessima o scadente qualità per eseguire i lavori stessi.

 

Fausto Baldarelli

Fausto Baldarelli

Il tour sulla sicurezza in edilizia e sul Progetto Costo Zero (una serie di agevolazioni che permettono di ristrutturare la propria abitazione a costo zero), inizia da Fano, LUNEDI’ 24 FEBBRAIO (ore 20.30), con la prima iniziativa che si terrà nella Sala riunioni dell’Aeroporto di Fano in via Mattei.

 

 

 

Il progetto Costo Zero, una iniziativa di CNA delle Marche prevede fino al 31 dicembre 2014 una serie di agevolazioni che consentono di effettuare opere di ristrutturazione a costo zero. Come? Grazie alle nuove agevolazioni fiscali si può ottenere il rimborso del 65% delle spese che riguardano la riqualificazione energetica degli edifici (infissi, pannelli solari, caldaie, cappotti termici, isolamento solai) e l’adeguamento antisismico. Si ha diritto al 50% della detrazione Irpef sia sulle spese di ristrutturazione edilizia di abitazione e condomini, sia sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici almeno di classe A+. La realizzazione di questi interventi consente di risparmiare energia fino ad un 25-30% annuo. Al risparmio così ottenuto dal rimborso fiscale e da quello sui costi dell’energia si può aggiungere lo sconto previsto dal Progetto Costo Zero CNA. Le imprese edili e di installazione di impianti associate alla CNA delle Marche che aderiscono al Progetto, effettueranno un ulteriore sconto di almeno il 10% sul preventivo che presenteranno al cittadino o al condominio. Inoltre per i condomìni è possibile rateizzar, con un costo aggiuntivo ridotto al minimo, le spese di ristrutturazione delle abitazioni sommando le possibilità date dalla normativa sulle detrazioni fiscali con il finanziamento agevolato di banche convenzionate.

 

Vernarecci

Vernarecci

Alla riunione di CNA costruzioni, organizzata in collaborazione con la società di consulenza ambientale e sicurezza Master Quality, parteciperanno, il responsabile di CNA costruzioni, Fausto Baldarelli, il direttore di Master Quality, Massimiliano Lucchetti. Interverrà anche il presidente dell’Unione Costruzioni, Fabio Vernarecci.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>