Lavori sul tratto autostradale Chiaravale-Senigallia, 20 imprese pesaresi aspettano pagamenti da due anni

di 

26 febbraio 2014

Alberto Drudi*

Ritengo inaccettabile che una quarantina di imprese, pesaresi per circa la metà, aspettino ancora di essere pagate per i lavori effettuati in sub-appalto al tratto autostradale tra Chiaravalle e Senigallia, in provincia di Ancona. Si tratta di una cifra enorme, 58 milioni di euro. Due anni di inutile attesa hanno messo a repentaglio la solidità delle imprese stesse, tanto che alcune risultano già chiuse. Oltre ai mancati ricavi, nel frattempo le spese hanno continuato a correre (Iva, tasse) e le conseguenze della situazione ricadono in modo negativo anche sui lavoratori dipendenti, per un totale di circa 250 persone che intravedono scenari foschi per il loro immediato futuro occupazionale.

La solidarietà mia personale e della Camera di commercio alle imprese e ai lavoratori coinvolti loro malgrado in una vicenda inqualificabile. Per quanto è nelle nostre possibilità, stiamo lavorando e continueremo a lavorare per fare in modo che la situazione si risolva il più presto possibile.

Chiedo alla Regione, al Ministero delle Infrastrutture, alla Società Autostrade e a tutti i soggetti che hanno competenze in questo campo di attivarsi per risolvere questa intricata questione. In particolare l’Assessore Regionale competente convochi velocemente un incontro con tutte le parti coinvolte per affrontare la questione.

Auspico infine che il governo Renzi riesca a imprimere l’indispensabile cambio di marcia anche nel settore delle opere e dei servizi pubblici, in cui mancano ormai da troppo tempo le certezze di pagamento per le imprese private. La Camera di commercio ha sollevato più volte questo tema, sia in tavoli istituzionali sia durante gli incontri con le realtà associative e il sistema del credito, ritenendolo prioritario nella strategia per favorire la ripresa e il nuovo sviluppo.

 

 *Il presidente della Camera di commercio

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>