E Di Domenico parla di incompiuta: “Collaboreremo con le autorità portuali”

di 

28 febbraio 2014

Alessandro Di Domenico al porto

Alessandro Di Domenico al porto

PESARO – “Futura Pesaro ancora insieme ai cittadini pesaresi e presente sul territorio per denunciare le carenze e le mancanze dell’amministrazione comunale. Oggi è il turno del porto, la vera incompiuta della città di Pesaro e corpo estraneo nella città, tutto questo per l’insipienza, l’assenza e la complicità dell’Amministrazione comunale che non ha saputo, né voluto, monitorare, controllare ed esercitare il dovuto monitoraggio con le autorità portuali”.

Così introduce un lungo comunicato Alessandro Di Domenico, che continua: “Cosa diversa quando si è trattato di “apparire” per le finte inaugurazioni, sindaco e Matteo Ricci, tutti pronti in prima fila a ostentare soddisfazioni e felicità per l’opera ottenuta, per poi essere smentiti due mesi dopo alla prima mareggiata. Ad oggi sono stati spesi oltre 18 milioni di euro, 36 miliardi di vecchie Lire, per una “camminata” sul molo di levate, ma occorreranno almeno altri 8 milioni di € per il secondo stralcio che ancora non è stato finanziato dal Governo e dalle Opere Marittime. Dal giugno dell’anno scorso aspettiamo il “taglio” di 50 – 60 metri del molo della vecchia darsena e il suo dragaggio, prima rinviata a Settembre, poi a fine anno, speriamo che prima dell’inizio della stagione 2014 venga effettuata anche in funzione del ripascimento delle spiagge erose con le mareggiate; siamo ansiosamente fiduciosi. In ogni caso gli oltre 44 miliardi di vecchie lire saranno buttare al vento, così come noi buttiamo al vento tanti coriandoli visto il periodo dell’anno; soldi di cittadini gettati per una infrastruttura che non servirà a nulla e a nessuno. Come evidenziato anche da Paolo Morsiani di Assonautica l’attuale recente edificazione non è adatta per reggere un pescaggio di 6 metri, utile a un porto commerciale, quindi almeno si spera che sia utile per una attività turistica ma che all’orizzonte stenta a presentarsi visto l’inerzia del Comune, vedi, non ultimo, anche il problema relativo ai  collegamenti e  alla viabilità  indispensabile  per un vero porto turistico, un porto della città. Futura Pesaro si impegna ad esercitare la dovuta collaborazione e controllo dell’area con le Autorità Portuali, non solo per le inaugurazioni o i presenzialismi; promuoverà la realizzazione del Piano Regolatore Portuale ancora, incomprensibilmente, inesistente; progetterà il nuovo ponte sulla foce del Fiume Foglia per una viabilità adeguata su strada tra i due porti; promuoverà un indirizzo portuale prettamente turistico e basato sui servizi commerciali e tecnici tipici della marineria con l’armonizzazione urbanistica Poru compreso. Con questa progettualità vogliamo onorare il Compleanno di Gioacchino Rossini che oggi festeggerebbe i 222 Anni che probabilmente neppure il sindaco se ne sarà ricordato”. Firmato Alessandro Di Domenico, candidato sindaco per Futura Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>