A tavola per parlare di rally con Sergio Remondino. Grazie al Club autostoriche “Dorino Serafini”

di 

1 marzo 2014

PESARO – L’Auto Club Storico Pesaro “Dorino Serafini”, lo scorso giovedì 27, in occasione dell’abituale cena mensile, ha organizzato presso il noto ristorante il Rifugio del Gabbiano una serata sul tema dei Rally, con la prestigiosa presenza di Sergio Remondino, decano dei giornalisti del noto settimanale Autosprint e caporedattore della testata Rally Sprint, inserita all’interno di questa “Bibbia” delle corse che è appunto il settimanale bolognese. Remondino è anche un apprezzato scrittore, nella sua carriera ha pubblicato diversi volumi ovviamente dedicati ai rally e monografie di piloti protagonisti di una delle più affascinanti specialità nel panorama delle competizioni, che come ama definirli lui stesso sono il proseguimento delle grandi corse su strada, che hanno avuto come “madre” la più bella corsa del mondo: la Mille Miglia.

Remondino, oltre a rispondere alle domande dei numerosi presenti, ha incantato la platea con i suoi numerosi aneddoti, anche perché il vero giornalista che – come si suol dire – è “dentro” la notizia, spesso indossa casco e tuta calandosi nei panni di navigatore al fianco dei più famosi piloti della specialità, come all’ultimo Rally di Monza dove ha letto le “note” a Miki Biasion sulla stupenda Lancia 037, una delle regine dei rally degli anni ’80.

Alla serata voluta dallo staff del sodalizio pesarese, capitanato dal dinamico presidente Carlo Tamburini, sono intervenuti anche Franco Casamassima, presidente del C.A.M.S.A. Club di Ancona, Ampelio Coppa, massima carica del Club Motoristico di Senigallia, e Marco Nocchi, commissario Manifestazioni dell’A.S.I.. Anche noi di PU24 ringraziamo il “Dorino Serafini” per l’invito come appassionati di corse e anche della buona tavola, oltre a Remondino altra gradita protagonista della serata con le prelibatezze marinare preparate dallo chef del Rifugio del Gabbiano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>