#Pesaro Cambia. Primarie Pesaro 2014, guarda il video

di 

4 marzo 2014

PESARO – Pesaro è una città versatile. Pesaro è una città che evolve e che dev’essere moderna e al passo con i tempi. Pesaro cambia #unbelpo’

Primarie Pesaro 2014. CLICCA PER INGRANDIRE

Primarie Pesaro 2014. CLICCA PER INGRANDIRE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GUARDA IL VIDEO:

Un commento to “#Pesaro Cambia. Primarie Pesaro 2014, guarda il video”

  1. io scrive:

    Caro Matteo … viviamo nella stessa città?…
    Di fronte alle promesse e ai proclami di qualche illustre politico candidato rimango stupito di come si possa continuare a ignorare la situazione e l’imminente prossimo futuro. Viviamo una situazione paradossale, da un lato la crisi economica, ambientale, di valori sociali, di relazioni e la povertà non solo strettamente economica-finanziaria, che ci attanaglia, una crisi strutturale non di congiuntura, dall’altra la miopia di chi continua a proclamare che tutto passerà basta che sia lui a prendere il timone della barca in mano e con un colpo di nuova edilizia qui, un’altra ristrutturazione qua ecco fatto che milioni di euro (… debiti per i posteri?) saranno presi e spesi per costruire la nuova città, la nuova Pesaro dei sogni … Ma in questa Pesaro, io mi domando, non c’è come priorità quella di ricostruire un tessuto sociale ed economico che sia in grado di affrontare le sfide e le prospettive difficili che questo periodo di cambiamento e transizione sta solo iniziando a farci intravedere?. La mia poca lungimiranza da non-politico, da semplice cittadino pensante ed attivo, mi fa pensare che la scelta di mirare ad un nuovo benessere fatto di mattoni, edilizia, GRANDEZZA quasi IMPERIALE nel voler fare di questa città provinciale una metropoli (che mai sarà …), porta con sè ancora e solamente illusioni di stampo pubblicitario. Io vivo l’esigenza di ricostruire o riconquistare l’importanza di vivere la città, vivere le relazioni che una città di provincia consente, di riattivare i circuiti economici locali senza pensare che GRANDE sia necessariamente meglio, senza illudermi che NUOVO sia meglio di semplice e benfatto, nella convinzione che sostenere una piccola provincia come la nostra vuol dire renderla viva e per farlo non serve costruire parcheggi o mega opere … serve buonsenso e attenzione sociale, serve preparazione e cultura del territorio … servono o forse sono necessari (ma non sufficienti …)… ma a mala pena si intravedono nei proclami edificatori della grande metropoli pesarese.

    Alessandro — Foto del diario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>