Questa grossa grassa buca fanese. Un concorso (semiserio) per premiare le voragini stradali

di 

4 marzo 2014

Cristian Fanesi*

 

Concorso a premi semiserio – “La buca del vicino è sempre la più grossa”.

FANO – E’ sotto gli occhi di tutti la difficile situazione in cui versano tutte le strade di Fano: l’asfalto, già rattoppato in più punti, presenta numerosi avvallamenti e le buche sono a macchia di leopardo. I problemi coinvolgono il centro e si aggravano non appena ci si sposta in periferia. Tante le nostre segnalazioni fatte.

Via Vivaldi, 1 – San Lazzaro, Fano

concorso la buca del vicino è sempre più grossa

concorso la buca del vicino è sempre più grossa

Il “regolamento al concorso” è molto semplice. Basta misurare la propria buca preferita, insomma quella che ogni giorno non riusciamo proprio ad evitare in automobile, scooter o bicicletta, inviare dimensioni in larghezza e profondità e la via dove è collocata, al profilo facebook del Partito Democratico o contattarci all’indirizzo email C.fanesi@gmail.com o in alternativa venirci a trovare alla sede del Partito Democratico cittadino. Ci prenderemo l’impegno, grazie a queste segnalazioni, non solo di stilare una classifica e verificare le dimensioni, ma di renderle note simultaneamente al Comando dei Vigili Urbani ed all’ufficio tecnico del Comune di Fano, sollecitando interventi urgenti. Ai fini del concorso non verranno prese in considerazione buche più piccole dei 30 cm di diametro, ma tutte le situazioni di disagio saranno inoltrate agli uffici competenti!

Tornando infine alle cose serie, è bene ricordare ai cittadini fanesi che in caso di incidente o rottura imputabile alla condizione delle strade comunali, il Comune è coperto da assicurazione di responsabilità civile verso terzi. Dal 2012 le assicurazioni applicano ai danni una franchigia di 20.000 € e dunque il Comune è stato obbligato a servirsi di un’azienda privata che fornisce servizio di gestione integrata dei sinistri RCT.

Per ogni pratica (indipendentemente dall’esito finale) il Comune spende 149 € circa; i costi sono dovuti alla verifica dei danni da parte di un perito assicurativo. Nel caso il perito constati e confermi l’incidente si attinge da un fondo comunale per risarcire il cittadino. Nel 2012 le richieste erano circa 200 all’anno. Invece il 2013 si è chiuso con 568 richieste di intervento quasi tutte imputabili a buche stradali con una media di 1,55 al giorno. I moduli di richiesta risarcimento danni si possono richiedere all’ufficio economato del Comune in Via San Francesco.

Ed in città ormai non si parla d’altro; con le piogge di questi giorni poi la situazione si è pure aggravata. E c’è chi dice che le più grosse siano a Bellocchi, chi a San Lazzaro, c’è chi pensa lo siano quelle davanti casa propria. Ma insomma quale quartiere ha le buche più grosse di Fano!? E’ per risolvere definitivamente questa diatriba che vogliamo lanciare oggi, martedì grasso, un concorso a premi dal titolo “La buca del vicino è sempre la più grossa?”. Il premio naturalmente … un buono dal proprio gommista di fiducia!

Insomma, le buche lungo le strade oltre a fare ingenti danni, cifre alla mano lo possiamo affermare con certezza, iniziano anche a costare davvero tanto. Con le spese di risarcimento ad un singolo automobilista quante buche potrebbero essere messe in sicurezza? Questo un quesito che vorremmo rivolgere ai nostri amministratori. In attesa di una risposta, attendiamo le vostre segnalazioni.

*Consigliere Comunale del Partito Democratico di FANO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>