Quando a Pesaro il cinema è protagonista

di 

5 marzo 2014

PESARO – Cinema protagonista allo Sperimentale e in Comune, dove si terrà un incontro.

 

Cinema allo Sperimentale, si parte con “Spring breakers”  di Harmony Korine
Proiezioni il giovedì e venerdì, con orario 17 e 21.15

Da domani, giovedì 6 marzo, prenderà il via allo Sperimentale, la rassegna d’essai “Sperimentale il cinema in centro” con film straordinari destinati a rimanere nella memoria degli spettatori. Il cinema torna dunque in centro e propone per ogni titolo due giorni – giovedì e venerdì – e due orari di programmazione (ore 17 e 21.15). Si parte con “Spring Breakers” di Harmony Korine.
L’iniziativa nasce da una duplice idea: valorizzare il “contenitore” Sperimentale (unica sala cinematografica nel centro di Pesaro) e sottolineare il carattere sperimentale dell’attività (due proiezioni al giorno, una pomeridiana e l’altra serale, per due giorni a settimana) che si consoliderà nella prossima stagione autunnale.
In particolare, si è scelto di offrire, al pubblico cinque fra i film migliori delle due passate stagioni: travolgenti, insoliti, innovativi, visti poco o nulla in città. Sono le ultime opere, scelte dal critico cinematografico Pierpaolo Loffreda, realizzate da alcuni fra i più importanti e creativi registi internazionali. Film sicuramente non banali, ma davvero straordinari.
La rassegna di cinema è promossa e organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune, dall’Amat e dalla cooperativa Teatro Skené.
Le proiezioni sono dunque previste il giovedì e il venerdì (ad eccezione dell’ultimo film che sarà proiettato il martedì e il mercoledì) in due repliche alle 17 e alle 21.15; le proiezioni pomeridiane avranno il costo di 3 euro mentre quelle serali 5 euro.

Il programma
Dopo “Spring Breakers” di Harmony Korine sarà la volta il 13 e 14 marzo di “Qualcosa nell’aria” di Olivier Assayas, film molto autobiografico di un grande regista scoperto proprio dalla Mostra del Cinema di Pesaro, dove nel 1988 è stato premiato per il suo secondo film.
La terza pellicola – 20 e 21 marzo – è “Cosmopolis” di David Cronenberg, film apocalittico ancora non uscito in Italia; “Holy Motors”, di Leos Carax verrà invece programmato il 27 e 28 marzo. Il ciclo si concluderà con “Il tocco del peccato” di Jia Zhang-Ke (1 e 2 aprile).

 

Venerdì 7 marzo/Ciclo di incontri, Sala Consiglio comunale, ore 18
“La violenza nel cinema di David Cronenberg”

“La violenza nel cinema di David Cronenberg” è il titolo dell’incontro tenuto da Ivan Italiani nell’ambito del ciclo di conferenze sul cinema dal titolo “La violenza nel cinema contemporaneo” a cura di Paolo Montanari.
L’incontro si terrà venerdì 7 marzo alle ore 18, nella sala del Consiglio comunale (ingresso gratuito). L’iniziativa è promossa da Fondazione Marche Cinema, assessorato alla Cultura del Comune di Pesaro, Università Carlo Bo di Urbino – Facoltà di Scienze della Comunicazione, Assonautica di Pesaro-Urbino, Associazione Shining e il settimanale Il Nuovo Amico.
Cronenberg è il padre del body-horror, e ha cominciato a esplorare il cinema e con esso la “bellezza interiore”, lo spazio buio e omogeneo in cui prendono corpo i pensieri, il punto d’origine di ogni visione, ha illuminato alcune delle mutazioni generate dal cinema stesso nell’uomo, che si è insinuata come un demone, sotto la pelle della realtà apparente. (Il demone sotto la pelle è il primo lungometraggio del regista canadese).
“Quella tensione che, di pari passo con lo sviluppo tecnologico, ha finito con l’invischiare il soggetto in una ragnatela di rappresentazioni inestricabili e senza verità alcuna, i cui fili indicano altrettanti percorsi e intrecciano innumerevoli nodi insolubili, che legano il soggetto alle proprie visioni ormai prive di referente oggettivo, rispondenti unicamente alla loro natura di significanti autonomi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>