La senatrice Fabbri sta con Ricci

di 

6 marzo 2014

PESARO – “Domenica alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Pesaro io voterò Matteo Ricci”. Così la senatrice del Pd Camilla Fabbri.

“Conosco Matteo da diversi anni – spiega la senatrice – le sue capacità amministrative e le competenze dimostrate in questi anni da presidente della Provincia non possono che essere un punto fermo, una garanzia per i pesaresi che vogliono provare a cogliere la sfida che questo periodo di crisi economica ci mette davanti, rilanciando il nostro territorio con l’ambizione di essere una città che ha il carattere giusto per vincere la partita del cambiamento”.

“Una sfida – spiega la Fabbri – che si vince partendo proprio dall’innovazione della pubblica amministrazione, uno dei punti di forza del programma di Ricci, passando per il rilancio del settore della manifattura che, come scritto nei punti programmatici, dovrà essere riformata puntando, molto più che in passato, sull’export e ripensando anche i nostri processi produttivi. Così come per il turismo che non dovrà più essere considerato come un’attività marginale, ma un settore strategico che può creare posti di lavoro grazie alla sinergia tra pubblico e privato. Un rilancio economico che non può prescindere dal sostegno alle nuove imprese alle quali, come spiegato nel programma, verranno tagliate le tasse comunali, fino all’importanza delle infrastrutture, un nodo nevralgico per dare alle nostre imprese la possibilità di aprirsi all’intero paese e all’internazionalizzazione”.

“Per questimotivi ho scelto di sostenere Matteo Ricci – conclude –  e darò tutto il mio appoggio e collaborerò per il ruolo e la funzione che svolgo, sia in Senato sia nello sviluppare e tenere i rapporti con il Governo, qualora dovesse vincere le elezioniamministrative. Credo infatti che il mestiere di sindaco oggi sia il più difficile da affrontare. Sono i sindaci infatti a trovarsi di fronte alle esigenze sempre più crescenti dei cittadini con risorse sempre più scarse. Sono i sindaci che ogni giorno si trovano a guardare in faccia la crisi economica quando i cittadini e le cittadini bussano alla loro porta. Sono convinta infatti che se gli amministratori locali riusciranno a dare risposte concrete ai cittadini si tornerà a ridare credibilità e fiducia a tutte le istituzioni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>