Calcio a 5, Italservice PesaroFano da sogno: battuta Corigliano, alle ore 18 la semifinale contro Cagliari

di 

8 marzo 2014

La chiamano “sorpresa” sul sito della Divisione Calcio a 5. Come dare torto a tale etichetta, visto che stando al sorteggio effettuato due settimane fa, la squadra pescata dall’urna di seconda fascia (il PesaroFano) ha sconfitto quella estratta dall’urna delle teste di serie (il Pasta Pirro Corigliano). Ma le urne non tengono conto di tanti fattori, fra cui cuore e concentrazione. I ragazzi di mister Osimani nella sfida di oggi pomeriggio queste due doti le ha messe in campo al 100 %. E così ci è scappata la “sorpresa”: PesaroFano batte Corigliano 2 a 1. E vola in semifinale. Per non essere ulteriormente e oltremodo di parte, il racconto del match lo affidiamo di seguito alla news ufficiale dell’ufficio stampa della Divisione. Prima però ricordiamo il prossimo grande appuntamento: oggi, ore 18.00 semifinale contro il Cagliari che sabato scorso ci ha sconfitti in campionato. Non sarebbe male “vendicarsi”, no?

 

PesaroFano, la squadra al completo

PesaroFano, la squadra al completo

La EOS Village Cup si apre con una sorpresa: l’Italservice Pesarofano elimina la Pasta Pirro Corigliano, testa di serie, e vola in semifinale. Grande ritmo in avvio: Pesarofano in vantaggio con una micidiale ripartenza orchestrata da Melo e Sgolastra, con quest’ultimo che rientra sul sinistro e fulmina Sapia, in campo al posto dell’infortunato Martino, comunque al seguito della squadra (i compagni sono entrati in campo portando anche la maglia numero 17, quella del portiere). La reazione del Corigliano è in un gran sinistro di De Luca, che chiama Corvatta alla parata super. Al 7’25’’, grande chance per la squadra di Ceppi: respinta corta di Corvatta, fallo in area di Anzolin (anche ammonito) e calcio di rigore, con il portiere del Pesarofano che si riscatta alla grande respingendo con il corpo la conclusione di Vieira. Nella ripresa, prevedibile il forcing della Pasta Pirro Corigliano, ma il Pesarofano si difende con ordine e rischia solo in un paio di occasioni; i marchigiani, dal canto loro, in ripartenza sfiorano il raddoppio, ma già a 9’48’’ dalla sirena si ritrovano con il bonus di cinque falli esaurito. Il sesto, arriva al 12’16’’ (Melo su Siviero), ma Corvatta è ancora superlativo nel bloccare il tiro libero di Marcelinho. Al 16’31’’, con i calabresi alla ricerca disperata del pareggio, arriva invece il raddoppio del Pesarofano: lo segna Melo, con un destro rasoterra che non lascia scampo a Sapia. Ceppi inserisce subito Bachega portiere di movimento, con risultati quasi immediati, perché il Corigliano dimezza le distanza con una conclusione da posizione centrale di Ariati, che Corvatta riesce a ribattere solo quando ha già oltrepassato la linea bianca. Il portiere marchigiano, poi, blinda la porta, e il Pesarofano porta a casa la qualificazione.

 

PASTA PIRRO CORIGLIANO-ITASLERVICE PESAROFANO 1-2 (p.t. 0-1)

PASTA PIRRO CORIGLIANO: Sapia, De Luca, Schiavelli, Ariati, Siviero, Bachega, Urio, Vieira, Caravetta, Marcelinho, Morrone, Vangieri. All. Ceppi

ITALSERVICE PESAROFANO: Corvatta, Ganzetti, Pieri, Ditommaso, Tonidandel, Ugolini, Anzolin, Sgolastra, Baldelli, Melo, Tres, Bacciaglia. All. Osimani

MARCATORI: 3’16” p.t. Sgolastra (PF), 16’29” s.t. Melo (PF), 18’23” Ariati (PP)

AMMONITI: Anzolin (PF), De Luca (PP), Melo (PF), Urio (PP), Vieira (PP)

ARBITRI: Andrea Campi (Ciampino), Daniele Ferretti (Roma 1) CRONO: Filippo Bortolato (Cagliari)

NOTE: al 7’25” p.t. Corvatta (PF) neutralizza un rigore di Vieira

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>