Gli italiani…si riposano nei test di Jerez. Brilla Miller, Antonelli per terra

di 

12 marzo 2014

Giornata interlocutoria per i colori italiani nel secondo round di test per Moto3 e Moto 2 a Jerez de la Frontera.

Oggi i nostri piloti hanno pensato più alla sistemazione delle moto portando avanti una serie di prove di materiale per poi scegliere le migliori soluzioni:  praticamente tante prove e confronti ma niente “tempone “.Per il crono “a vita persa” c’è tempo domani, giovedì, ultimo giorno di prove prima della gara di inizio stagione in Qatar il 23 marzo prossimo.

Simone Corsi il migliore degli italiani in Moto2

Simone Corsi il migliore degli italiani in Moto2

A svettare il Moto 2 il nipponico Nakagami, 1’42.574 il suo tempo, primo degli italiani “Simoncino” Corsi, buon sesto distante solo 0,378 millesimi dal giapponese. Al nono posto un sempre convincete Alex de Angelis, 13esimo il buon Mattia Pasini, quindi al 15esimo posto Lorenzo Baldassari team Gresini e poi, ultimo degli italiani, Franco Morbidelli  distante 1” e 285 millesimi  dalla vetta.

In Moto 3 miglior tempo per l’estroso Miller (1’46”259), primo degli italiani il torinese Bagnaia che è roiuscito a migliorare di 4 decimi il suo best lap di ieri e che ha preceduto il suo compagno – del team Sky by VR46, Romano Fenati.

Guareschi (al centro) soddisfatto dei test di Fenati e Bagnaia

Guareschi  soddisfatto dei test di Fenati e Bagnaia

Molto contento Vittoriano Guareschi, team manager del VR46 Sky Team:”E’ stata una giornata costruttiva. L’obiettivo domani è confermare quanto fatto finora –  commenta -. Tutte le giornate che facciamo in pista sono importanti per noi. E anche questa, che non ci vede davanti come ieri, è stata una giornata impegnativa perché con Pecco abbiamo sistemato un po’ il problema che c’era ieri al freno motore e infatti ha migliorato di 4 decimi. Una volta trovata la chiave per metterlo a suo agio, è andato subito più forte. Peccato che questa soluzione l’abbiamo trovata soltanto nell’ultimo turno, però abbiamo qualcosa di concreto da cui ripartire domani. Con Romano invece abbiamo lavorato tanto per riuscire a migliorare il posteriore, per aumentare il grip. Abbiamo girato con gomme vecchie perché è lì il problema, con le gomme nuove sappiamo di essere forti. Adesso faremo un meeting per capire cosa provare di nuovo perché vogliamo andare a casa con una soluzione”

Fausto Gresini oggi ha strigliato Antonelli

Fausto Gresini oggi ha strigliato Antonelli

Tredicesimo tempo per Niccolo Antonelli dello junior team GO&FUN, incappato anche in una caduta che preoccupa un po’ il team manager Fausto Gresini: “Niccolò è velocissimo, ma deve trovare il giusto equilibrio che gli consenta di essere competitivo senza commettere errori”. Dal canto suo Antonelli ha detto:”Abbiamo faticato un po’, il vento ha accentuato alcuni problemi che avevamo già riscontrato in precedenza qui a Jerez e non ho potuto guidare come avrei voluto. Oggi la moto era un po’ nervosa, si muoveva molto, perciò non siamo riusciti a trarne il massimo: domani cercheremo di capire il perché, provando alcune modifiche con l’obiettivo di tornare a guidare al meglio. Speriamo di riuscirci, comunque non sono preoccupato: sappiamo qual è il nostro livello, e siamo convinti che presto torneremo a mostrarlo”.

Tonucci domani avrà il nuovo motore Mahindra

Tonucci domani avrà il nuovo motore Mahindra

Per quanto riguarda Alessandro Tonucci, oggi 19°, la notizia e che domani avrà dalla Mahindra, finalmente, il motore 2014. ventesimo tempo per il francese Masbou, pilota del team pesarese Ongetta –Rivacold, 22° Matteo Ferrari, del team Italia, 24° il romagnolo Enea Bastianini (ancora alle prese con la mano destra dolorante, che lo limita molto)  quindi al 27° posto l’altro portacolori del team Italia Andrea Locatelli.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>