Paccapelo, lettera aperta: “Le due squadre di basket marchigiane esaltano i valori etici dello sport”

di 

13 marzo 2014

Alberto Paccapelo*

Guardando la classifica del Campionato Italiano di basket di serie A, risulta dolorosamente evidente che gli ultimi due posti sono occupati da due squadre marchigiane: Vuelle Pesaro e Sutor Montegranaro.

Da Iaccarino a Paccapelo: passaggio di consegne al Panathlon club Pesaro

Da Iaccarino a Paccapelo: passaggio di consegne al Panathlon club Pesaro

Vuelle e Sutor sono i nomi di origine delle due società, fondate nel 1946 la prima e nel 1955 la seconda. Ma proprio dai nomi oggi utilizzati, si nota facilmente che sono entrambe senza uno sponsor principale.

Eppure entrambe, pur nelle enormi difficoltà finanziarie che le affliggono, continuano a combattere, sia sul campo che fuori, con un attaccamento ai propri colori ed alla propria storia che non ha eguali. Giocatori di altri Paesi, di altre culture, di altre lingue, insieme a giovani locali, stanno esaltando i valori etici propri dello sport: la tenacia, la costanza, la professionalità, la volontà di vincere correttamente.

Vedere il derby tra VL e Sutor, disputato di fronte ad oltre 5.000 persone festanti, e pensare che parliamo dell’ultima e della penultima in classifica, fa veramente bene allo sport e a chi crede concretamente nei suoi valori, oltre che fare onore ad entrambe le squadre.

L’augurio del Coni provinciale e del Panathlon Pesaro, che incarna proprio questi valori, è che le due Società raggiungano il risultato voluto, per poi affrontare il futuro con animo più sereno.

Un plauso dunque ad entrambe le dirigenze, che pur nelle difficoltà si sono assunte in prima persona pesantissime responsabilità, mantenendo sempre “la barra dritta”.

E complimenti vivissimi alle tifoserie, che hanno sempre incitato correttamente e continuano ad incitare le loro squadre, anche quando sembra di essere sull’orlo del baratro.

Questa è la vera essenza dello sport e questo è quello che rappresentano oggi Pesaro e Montegranaro. Entrambe le squadre rappresentano un esempio per tutti, giovani e meno giovani, sportivi e non sportivi: combattere con tenacia e non affliggersi mai.

*Delegato Coni Provincia di Pesaro
Presidente Panathlon International Pesaro

2 Commenti to “Paccapelo, lettera aperta: “Le due squadre di basket marchigiane esaltano i valori etici dello sport””

  1. Luciano scrive:

    E – IN UN CASO – FIRMARE I CONTRATTI, NON ONORARLI E NON PAGARE GLI STIPENDI. CHE VALORE E’?

  2. Alberto scrive:

    STRAQUOTO!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>