Volley Pesaro timbra il cartellino contro l’Alfieri Cagliari e, in attesa dello scontro tra Casette e Filottrano, guadagna 1 punto su Bastia

di 

16 marzo 2014

VOLLEY PESARO – ALFIERI CAGLIARI 3–1
VOLLEY PESARO: Spadoni ne, Carraro 9, Boriassi 8, Micheletti (L) ne, Zuccarini 16, Natale, Fiesoli 12, Salvia 8, Battistelli (L), Trinci 3, Sacchi, Gioia 11. All. Bertini
ALFIERI CAGLIARI: Orro 6, Sanna (L), Cappai, Dimitrova 8, Aliaj 3, Soppelsa 12, Boi 1, Collu, Allegretti 5. All. Loi
ARBITRI: Fogante di Appignano e Albergamo di Pesaro
PARZIALI: 25-13; 25-8; 21-25; 25-16
STATISTICHE DI SQUADRA: Pesaro: battute vincenti 1 2; sbagliate 6; muri fatti 9, subiti 6
NOTE: spettatori 200 circa; in tribuna, l’assessore Rito Briglia, candidato sindaco nelle recenti primarie del PD

Il saluto iniziale di Volley Pesaro

Il saluto iniziale di Volley Pesaro

PESARO – Senza troppe lodi, anzi, lasciando il terzo set all’Alfieri Cagliari, arrivata a Pesaro dopo oltre 300 chilometri in un minibus, con sole nove giocatrici e con la più esperta del gruppo, Dimitrova, a correre in bagno prima della gara in preda alla nausea da troppe curve nel lungo viaggio da Fiumicino a Pesaro.

Era conseguente il facile 2-0 con cui Pesaro archiviava i primi parziali, concedendo in totale 21 punti alle ospiti, in apnea sul servizio di Giulia Carraro, che – con tutto il rispetto – ben difficilmente realizzerà un’altra volta i 7 ace a referto nel secondo set. La ricezione cagliaritana era imbarazzante. Come altri fondamentali, comprese alcune improbabili alzate in pugno.

Facile, troppo facile, un brodino caldo dopo l’indigestione di Perugia. Così, come in altre occasioni, Fiesoli (soprattutto) e compagne si complicavano la vita, regalando il terzo set che pure era iniziato bene: 6-2. Alfieri per la prima volta avanti a un time-out tecnico: 14-16. Poi due errori consecutivi restituivano la parità a 19, ma due attacchi falliti da Fiesoli, che subito dopo spediva in rete il servizio, spingevano le ospiti alla conquista del set.

Prima della gara, le giocatrici sarde hanno offerto al pubblico dolcetti tipici. Per non essere da meno, Pesaro si sostituiva ai tifosi, bravi a ringraziare a fine gara.

Si andava al tie-break dove Cagliari resisteva fino al meno 1 (10-9), poi crollava sotto i colpi di Zuccarini e Gioia, dopo una partita che non resterà a lungo nella memoria, se non per ricordare – almeno per una settimana – che giocando così il Volley Pesaro avrà vita difficile nei prossimi due confronti diretti, a iniziare da sabato a Bastia. Anche se è vero che le prossime avversarie hanno rischiato di affondare a Firenze, dove le pesaresi hanno vinto tranquillamente. E’ vero però che ogni partita fa storia a sé. Altrimenti come sarebbe stato possibile perdere – in casa – con Loreto che stasera si è arresa a Pagliare dopo avere fatto altrettanto la scorsa settimana a Cagliari.

Gli altri risultati della 19^ giornata

Angeli del fango Olbia – Valdarno Volley 3-0 (25-16; 25-9; 25-13)
Fortitudo Città di Rieti – Gecom Security Perugia 1-3 (25-20; 19-25; 20-25; 20-25)
San Michele Firenze – Edil Rossi Bastia 2-3 (25-23; 25-17; 21-25; 10-25; 9-15)
Volley Loreto – Lmd Pagliare 2-3 (25-17; 25-22; 17-25; 23-25; 10-15)

Domenica, ore 17,30: Azzurra Casette – Lardini Filottrano; Todi Volley – Lucky Wind Trevi.

La classifica

Olbia 44
Perugia 43
Filottrano * 42
Pesaro e Casette * 41
Bastia 38
Firenze e Loreto 26
Rieti 20
Todi * 19
Pagliare 16
Figline Valdarno 15
Trevi* 13
Cagliari 9

* una partita in meno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>