Paolo Borsellino Essendo stato con Ruggero Cappuccio, appuntamento mercoledì al Tiberini di S.Lorenzo in Campo

di 

17 marzo 2014

PESARO – Un grande appuntamento con il teatro civile chiude la stagione teatrale di San Lorenzo in Campo, organizzata dalla Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino e nata dalla collaborazione tra Provincia, Amat e Comune di San Lorenzo in Campo. Mercoledì 19 marzo alle ore 21.15 sul palco del Teatro Tiberini Paolo Borsellino Essendo stato di e con Ruggero Cappuccio. Davvero un appuntamento da non lasciarsi dedicato alla eroica figura del giudice Paolo Borsellino.

“Paolo Borsellino possedeva cuore e intelligenza e un immenso coraggio, un’inattaccabile lealtà e fermezza nei valori. Per questo faceva paura. Le sue parole, la sua vita rappresentavano un esempio importante per chi desiderava cambiare le cose” espone lo stesso Cappuccio. Il 31 luglio del 1988 il giudice palermitano denunciava con forza davanti al CSM l’inadeguatezza dei mezzi di contrasto attivati dallo Stato contro la Mafia. Borsellino parla per oltre 4 ore con straordinaria e diretta lucidità.

Cappuccio racconta il suo spettacolo con un’intensità emotiva che non è scena ma realtà. Forse mai come in teatro il confine è labile. «Ho scritto un diario immaginario sulla linea di confine. Un secondo che si dilata immensamente e nel quale Borsellino si domanda se è già morto e vede la sua vita dall’angolo della morte o se è ancora in vita e sta guardando la sua vita dall’angolo della vita».

 

La magia del teatro permette di riportare indietro l’orologio del tempo. Alle 16.58 del 19 luglio 1992, quando in via D’Amelio a Palermo un’autobomba esplose e pose fine alla vita terrena di Paolo Borsellino e degli uomini che gli facevano da scorta: Vincenzo Li Muli, Walter Cusina, Agostino Catalano, Claudio Traina ed Emanuela Loi. Nell’ultimo decimo di secondo tra l’esplosione e la morte, Paolo Borsellino ricompone memorie e sogni della sua vita. Parla e racconta, racconta e parla. Dubita di essere vivo e dubita di essere già morto.

Ruggero Cappuccio non mette solo in scena il filo della vita e della morte di Borsellino, ma anche alcune pagine di storia di questo Paese, spesso dimenticate. Solo lo scorso ottobre, infatti, ha ricevuto dal Csm l’autorizzazione a raccontare e rendere pubbliche le audizioni rese il 31 luglio 1988 davanti allo stesso Csm da parte di Paolo Borsellino e del suo amico di vita e di morte Giovanni Falcone. Solo questo spicchio di storia – che ora arricchisce lo spettacolo – vale più di ogni altra cosa, anche alla luce del fatto che i sonori di quelle audizioni non si trovano più. La memoria, dunque, si conserva a teatro.

 

Al termine dello spettacolo, sempre al Teatro Tiberini, appuntamento con Scuola di platea. Gli studenti del Liceo Scientifico Torelli, sede di Pergola e del Liceo Scientifico Marconi di Pesaro potranno partecipare al dibattito a cura dell’Associazione Nazionale Magistrati – Sottosezione Pesaro. Scuola di platea è un progetto ideato e seguito da AMAT, con l’intento di avvicinare e sensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori al mondo teatrale. L’incontro è comunque aperto a tutti.

La sera dello spettacolo, grazie a Confartigianato, si potranno ammirare, nel foyer, straordinari manufatti della nostra provincia.

 

 

BIGLIETTI

Settore A (platea e palchi centrali), intero Є 15 (ridotto Є 12). Settore B (palchi laterali e loggione) intero Є 10 (ridotto Є 8). Hanno diritto alla riduzione gli spettatori fino a 25 anni e oltre i 65. Potranno inoltre usufruire delle riduzioni per la Stagione della Rete Teatrale 2013/14 i possessori di Carta Musei Marche e Tessera Plus Rete Servizi Bibliotecari di Pesaro e Urbino (www.cartamusei.marche.it; www.cultura.pesarourbino.it)

 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI POTRANNO ESSERE ACQUISTATI:

– in prevendita (con maggiorazione di € 1,00):

biglietteria Teatro Rossini, P.zza Lazzarini, 1- Pesaro, tel. 0721 387621

orari: dal mercoledì al sabato dalle 17.00 alle 19.30

biglietteria Input, via Rossini, 41 – Pesaro, tel. 0721 1836768

orari: martedì e giovedì 10.00-13.00; mercoledì, venerdì, sabato e domenica 10.00-13.00 e 16.00 –19.00. Chiuso il lunedì

biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre, 1, Fano, tel. 0721 800750

orari: tutti i giorni (escluso i festivi) 17.30-19.30; mercoledì e sabato anche 10.30-12.30

– il giorno stesso dello spettacolo

Biglietteria Teatro Tiberini San Lorenzo in Campo dalle ore 17.00

 

INFO:

Amat – Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino

tel. 0721 – 3592515 cell. 366 6305500 reteteatripu@amat.marche.it www.amat.marche.it

Facebook Rete Teatrale PesaroUrbino Amat Twitter Rete Teatro Amat PU

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>