“Donna: plurale femminile”. A Fermignano iniziativa del Pd con mostra fotografica

di 

20 marzo 2014

festa donna FergminanoFERMIGNANO – “Donna: plurale femminile”. Questo il titolo dell’iniziativa dei democratici di Fermignano.

Convenzionalmente a marzo si celebra la giornata dedicata alla donna, a sostegno delle sue conquiste sociali, politiche ed economiche; senza dimenticarsi delle discriminazioni a cui ancor oggi alcune di loro sono sottoposte.

Il Circolo PD di Fermignano ha posto attenzione a questo fenomeno costruendo un gruppo di lavoro, che dopo un’attenta analisi sulla condizione della donna ha pensato di proporre l’ iniziativa culturale “Donna: plurale femminile”.

Il 21, 22 e 23 marzo, presso il “Museo dell’Architettura” di Fermignano, si svolgerà l’iniziativa “Donna: plurale femminile” al cui interno verrà allestita una mostra fotografica, dal titolo “Quotidiano Femminile”. L’ inaugurazione avverrà venerdì 21 marzo alle ore 18.

I fotografi che hanno aderito a tale iniziativa sono giovani fermignanesi il cui hobby principale è quello della fotografia. “Il messaggio che vogliamo mandare – dicono all’unisono i fotografi – è quello di una donna che non si risparmia nella sua complessità. Donna intesa come forza psichica potente, istintuale e generatrice di vita, che a gran forza cerca di imporsi sui modelli che la società cerca di imporre: un oggetto suo uso e consumo”.

Abbiamo partecipato a questo progetto del Partito Democratico perchè condividiamo l’idea di valorizzare il ruolo della donna nella società, non solo come vittima di violenza ma in tutte le sue sfaccettature.

L’iniziativa si concluderà domenica 23 marzo ore 17,00 con il dibattito “La donna, il corpo, il femminile” alla presenza dell’onorevole Alessia Morani.

I lavori si concentreranno sull’ esaltazione del corpo femminile come luogo dell’ambivalenza di dolore e piacere come compagni di vita indissolubili, mal percepito come intero ma solo come “pezzi di donna”.

La riflessione sul significato delle differenze di genere, in un periodo storico in cui i ruoli sociali e gli stereotipi culturali sono mutati rispetto al passato, farà da ponte verso una possibile comprensione del fenomeno del femminicidio: sia come estremo tentativo da parte di alcune donne di “passeggiare in equilibrio in un numero da circo straordinario nel tentativo estremo di addomesticare la violenza” (C. De Gregorio), sia come possibilità di rimanere viva e uscire dalla violenza attraverso i percorsi di uscita proposti dai Servizi.

L’onorevole Morani illustrerà le linee guida del decreto legislativo 93/2013 sul femminicidio.

Parteciperanno alla discussione:

Dott.ssa Giorgia Giacani laureata in psicologia clinica ed esperta in sessuologia
Dott.ssa Verena Bergamo sociologa, antropologa
Dott.ssa Arianna Finocchi psicologa, sessuologa
Dott.ssa Grazia Giorgiani assistente sociale
On. Alessia Morani Responsabile Giustizia Segreteria Nazionale Partito Democratico

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>