“Santa Veneranda: da colle della salute a colle dello scempio”

di 

20 marzo 2014

Massimo Pagnoni

Massimo Pagnoni

PESARO – “Alcuni ponti sono talmente belli che costituiscono il simbolo estetico di una città, pensiamo al ponte di Brooklyn o il ponte di Rialto a Venezia per rimanere in italia! Ma avete visto il ponte dell’autostrada di Santa Veneranda, un solo commento: è già vecchio!”.

Così Massimo Pagnoni, candidato consigliere comunale M5S Pesaro. “E’ proprio il ponte delle periferie degradate delle città urbane – continua – costruito solo per fare passare le macchine. A dire il vero era già brutto prima, ma ora con l’allargamento della terza corsia si è allargata anche la bruttezza del ponte, ed infatti subito dopo vi è il cartellone che indica l’inizio di Santa Veneranda da un lato e l’inizio di Pesaro dall’altro lato della strada. Come a dire noi non siamo della città! Il ponte che dovrebbe collegare due punti per l’accesso in questo caso appare come una barriera, quasi come a dire di qui ed al di là di voi e di noi! Parlo del ponte per arrivare al Casellino immagino come deturperà il colle della salute, noto sin dall’epoca Romana. Se dalla cura con sui hanno disarmonizzato il paesaggio con il ponte dell’autostrada  possiamo  intravvedere le future politiche architettoniche per la costruzione del casellino, prepariamoci ad una colata disgraziata di cemento che incrementerà sgradevolmente l’opera appena compiuta! Per non essere delusi è meglio prepararci al peggio, ciò che verrà l’avvertiremo sarà solo positivo, ma sarà pur sempre un’opera inutile, degradante per il territorio e che rimarrà per le generazioni a venire testimonianza della nostra mentalità! E non sarà un bel giudizio!”.

Conclusione di Pagnoni: “Senza considerare, e lo sottolineo, sempre che a Pesaro, ed in particolare in alcune zone, esiste un grave ed inosservato problema di inquinamento da micro polveri che il casellino non farà altro che aumentare a discapito di un quartiere Celletta e Santa Veneranda che vedrà la propria qualità di vita e dell’ambiente circostante  gravemente messi in pericolo”.

4 Commenti to ““Santa Veneranda: da colle della salute a colle dello scempio””

  1. Arturo di pesaro scrive:

    Parla Lui che non so quante macchine ha e le lascia sempre sulla pubblica via, perché nei garage ha fatto tavernette, sarebbe meglio che svolga il suo lavoro decentemente e non si aggiunga ai questuanti della politica. Parla di Monte della Salute ma ci è mai stato ?? ha visto lo scempio che hanno fatto anni fa, forse adesso gli fa comodo farlo notare perché anche Lui si presta ai giochi della politica. Magari Lui è uno del comitato anti interquartieri, vedere alla mattina il risultato di questa bella scelta “strozzando” il traffico verso Villa san Martino
    ha diminuito l’inquinamento ai residenti. Ma mi faccia il piacere

  2. Michele Mariani scrive:

    Ho postato su FB il tuo articolo Massimo , anche l’inquinamento acustico fa la sua grossa parte , tutte le colline dei dintorni di santa Veneranda ed oltre sono frastornate , il problema e che si sta continuamente sbagliando , facendo si che si facciano fare tali strutture senza organizzare alcuna mobilitazione generale prima di tali costruzioni , sicuramente sarebbe stato difficile fermare tutto ciò , ma si doveva provare coinvolgendo i cittadini , non con una o due manifestazioni , ora vediamo con l’ospedale unico cosa succederà . Noi Cittadini 5 Stelle Pesaro ci proveremmo , l’unione fa la forza , in questo momento si sta solo facendo si che tale forza venga divisa , chi a testa la usi ed e il caso che ci pensi bene di riunirla tale forza .
    Ciao .

  3. Ricky scrive:

    Dio ci salvi da questo urbanista eccelso. Non poteva che appartenere al movimerdo 5 stronzi.

  4. Stefano Panzieri scrive:

    La questione casello sud della città non è complessa come la si vuole far passare, abbiamo un mostro a sei corsie che attraversa la città e la irrora di polveri sottili , non aprirci una porta per alleggerire il traffico dell’interquartieri e della statale verso sud è esattamente come avere la condotta dell’acqua che ci passa dentro casa e dover andare a prendere l’acqua nel pozzo. per specifiche di flussi di traffico e problemi della statale nel periodo invernale per frane e estivo per stagione balneare sono a disposizione. consiglio per il traffico: usa la bici o il tram.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>