Con la primavera sbocciano i Weekend Gastronomici di Confcommercio: prelibatezze del palato a prezzi concordati. IL VIDEO

di 

21 marzo 2014

Weekend gastronomici di Confcommercio: presentazione al Piccolo Mondo

Weekend gastronomici di Confcommercio: presentazione al Piccolo Mondo

MOMBAROCCIO – Leccornie del palato a prezzi più che accessibili. Questo il senso dei Weekend Gastronomici di Confcommercio, la cui nuova edizione è stata presentata oggi nell’assolata cornice del ristorante Piccolo Mondo di Mombaroccio. Con l’inizio della primavera torna una delle manifestazioni più longeve del nostro territorio, nata addirittura 31 anni fa, riscuotendo un seguito sempre crescente.

Ben 74 i ristoranti che hanno aderito (solo un’altra volta erano stati così tanti), espressione di 45 Comuni differenti della provincia di Rossini e Raffaello ma non solo (ci sono strutture anche a Casteldelci, Novafeltria e Pietracuta di San Leo). I prezzi – inalterati dal 2012 – vanno da 18 a 21 euro con offerte anche intermedie, bevande escluse. Bevande che saranno obbligatoriamente vini della provincia di Pesaro e Urbino, a rinsaldare il legame indissolubile della manifestazione col nostro territorio.

“Abbiamo anche mantenuto intatto il binomio enogastronomia-cultura” ha spiegato Amerigo Varotti, il direttore di Confcommercio Pesaro e Urbino appena tornato da Mosca, riferendosi alle varie visite guidate organizzate a corollario dei Weekend Gastronomici (il 6 aprile e il 25 maggio all’area archeologica di Colombarone, il 6 parole a Pietracuta, il 25 aprile a Carpegna, il primo maggio a Montecopiolo, il 25 maggio ad Auditore). Tutti i ristoranti aderenti sono inseriti nei 10.000 libretti-menù stampati, in cui una pagina è riservata all’Aido, oltre che sul sito ascompesaro.it e turismo.pesarourbino.it.

“C’è grande aspettativa per l’offerta gastronomica, culturale e ambientale, oltre che per la moda, da parte degli operatori russi – ha continuato Varotti – Si parla tanto di novità, ma la carta vincente di questa manifestazione è l’essere quasi sempre uguale a se stessa, con menù molto ricchi a prezzi concordati, inalterati per il terzo anno consecutivo, in cui sono stati inseriti vini delle cantine appartenenti al nostro marchio Tipicità, di cui è presente Giuseppe Cristini”.

Angelo Serra, presidente provinciale Confcommercio, ha ringraziato coloro che rendono possibile tutto questo: “ I nostri Weekend gastronomici sono un modo per valorizzare il nostro territorio. Nelle ultime edizioni abbiamo avuto una media di 12.000 partecipanti che la dice lunga sul valore della manifestazione. Grazie a tutti i nostri partner, grazie alla Camera di commercio e al presidente Drudi, assente perché a Modena per promuovere le nostre terre, oltre che a Banca Marche e agli enti interessati”.

Schiavoni Fabrizio, segretario generale della Camera di commercio: “I Weekend gastronomici sono un “prodotto” che funziona da oltre 30 anni, che ha la capacità di rinnovarsi andando nella direzione delle imprese. Il fatto che ci sia una lista d’attesa di ristoranti per entrare a far parte della rete dei Weekend Gastronomici la dice lunga sul loro valore”.

Presente anche Norberto Crinelli, presidente dell’ente bilaterale del Turismo: “Non potevamo non aderire a un’iniziativa come questa, che può anche contribuire al sistema dell’occupazione del nostro territorio. Grazie alla Confcommercio per il lodevole impegno”.

Simone Paolucci, presidente dell’ente bilaterale del Commercio: “La nostra collaborazione con Confcommercio è datata. Noi investiamo in segmenti come questo che possono “ridare” al territorio qualcosa di importante. Il nostro prodotto è di valore ma dobbiamo saperlo vendere”.

Claudio Galdenzi di Banca Marche: “Siamo lieti di accompagnare un’iniziativa di indubbio successo. Gli operatori e i clienti dei Weekend Gastronomici sono nostri clienti: quindi non potevamo che aderirvi, lanciando un settore come l’enogastronomia che per tutti, noi compresi, è trainante”.

Ultimo ma non ultimo Mario Di Remigio, presidente dell’associazione Ristoratori aderenti a Confcommercio: “La mia categoria è normalmente un po’ bistrattata, avendo perso negli ultimi anni una buona parte dei fatturati. Iniziative come questa sono un veicolo promozionale per i ristoratori stessi, che possono così farsi conoscere a una clientela che senza i Weekend gastronomici non li avrebbe raggiunti. Vogliamo estendere l’iniziativa anche nei mesi estivi, coi cosiddetti Weekend del mare che stiamo studiando. Abbiamo poi lanciato a margine l’iniziativa Tipicissimo, un modo per far scegliere a tutti i cittadini il prodotto tipico del nostro territorio. Anche perché noi siamo quello che mangiamo”.

Prima di assaggiare le prelibatezze del palato preparate da Romano del Piccolo Mondo, Varotti ha ricordato i prossimi appuntamenti per la promozione del territorio messi in cantiere dalla Camera di commercio: “Lunedì saremo a Vienna e giovedì a Zurigo, per un tour dove faremo bere solo vini della provincia. Poi torneremo in Russia, a Ekaterinburg, per partecipare alla seconda fiera più importante del Paese. Infine in aprile voleremo negli Stati Uniti”. Momenti importantissimi per il sistema provinciale.

 

IL VIDEO DELLA PRESENTAZIONE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>