Fano, Antonio De Signorius apre la Terza Edizione di Accenti Diversi

di 

21 marzo 2014

FANO – Si apre sabato 22 marzo 2014, ore 17,30, alla Sala Capitolare dell’ex Convento di Sant’Agostino in Via Vitruvio la terza edizione di Accenti Diversi. Sarà lo scrittore marchigiano Antonio De Signoribus ad aprire la rassegna, con la presentazione del suo libro Segreti e storie popolari delle Marche. Il libro raccoglie la ricchezza espressiva e linguistica che la cultura popolare della nostra regione ha saputo produrre. Antonio De Signoribus ha riscoperto e rinarrato storie di riti ancestrali, pratiche magiche, creature leggendarie, streghe, demoni, a mezza strada tra il mondo quotidiano popolare e un mondo fantastico e onirico. Ma le storie di De Signoribus sono sorrette da una profonda ricerca linguistica e dal rigore dello studioso che vuole incantare salvando una memoria e ricostruendola. La presentazione sarà animata da letture sceniche di Fabrizio Bartolucci.

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Alle 16,30 è prevista una visita guidata gratuita interculturale della Fano sotterranea a cura di Archeoclub: “Archeologia fisica e archeologia spirituale”. Ritrovo davanti al Convento di Sant’Agostino (max 25 persone) alle 16,15. Prenotazione obbligatoria inviando una mail a: saladellapace@gmail.com

Il percorso Accenti Diversi è realizzato dalla Fondazione Caritas Fano Onlus, partner del progetto “Noi mondo Tv” finanziato dal programma Fei – Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini di paesi terzi e e Ministero dell’Interno di cui è capofila il Comune di Fano –Assessorato ai Servizi Educativi.

 

 

Noi siamo aperti e vogliamo lavorare

Ore 16,30: Visita guidata gratuita interculturale della Fano sotterranea a cura di Archeoclub: “Archeologia fisica e archeologia spirituale”. Ritrovo davanti al Convento di Sant’Agostino (max 25 persone). Prenotazione obbligatoria inviando una mail a: saladellapace@gmail.com

Ore 17,30: Presentazione del libro “Segreti e Storie Popolari delle Marche” di Antonio De Signoribus, (Newton Compton, 2011)

Letture sceniche di Fabrizio Bartolucci

“Segreti e storie popolari delle Marche”, ultimo libro di De Signoribus, narra la ricchezza espressiva di una regione ancora sconosciuta. Raccoglie storie di riti ancestrali, pratiche magiche, creature fantastiche, streghe, demoni, e affascina attraversando un mondo che sfuma tra malia e realtà. Ma sono anche storie sorrette dal rigore dello studioso che vuole incantare salvando una memoria e ricostruendola.

Antonio De Signoribus vive a Cupra Marittima, nelle Marche. E’ scrittore e studioso, in chiave antropologica, psicoanalitica e filosofica di Letterature primitive, in special modo della fiaba popolare. Ha pubblicato tre libri: “La meraviglia del borgo” (ISSP Editore, con prefazione di Franco Cardini, Università di Firenze); “Fiabe e leggende delle Marche” (Newton Compton Editori, con prefazione di Sanzio Balducci, Università di Urbino); “Segreti e storie popolari delle Marche”, con prefazione di Marcello Verdenelli, Università di Macerata). È autore, poi, di molte pubblicazioni che hanno avuto riconoscimenti e premi. Ultimamente, un suo racconto dal titolo “Giovannino e il mare”, uscito nella prestigiosa cartella de “La Luna” di Fermo (Arti Grafiche Fioroni), con incisione di Alfredo Pirri, ha ottenuto consensi internazionali. È, infine, giornalista de “Il Messaggero” di Roma, direttore  responsabile della rivista nazionale di Letteratura ed Arte “Istmi”, conferenziere e professore di Filosofia presso il Liceo Scientifico di San Benedetto del Tronto.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>