A Pesaro (in viale Trieste) 40 rifugiati politici: resteranno fino al 30 giugno. Parte una task force di solidarietà. Ma Lega Nord e FN insorgono

di 

22 marzo 2014

PESARO – Arrivano a Pesaro 40 profughi richiedenti asilo politico, ospitati all’hotel Astoria in viale Trieste, i quali alloggeranno nell’hotel da oggi 22 marzo fino al 30 giugno, e avendo letto l’appello alla solidarietà lanciato dal prefetto Attilio Visconti a tutta la città, il gruppo di volontariato Pesaro Povera si rende disponibile a riavviare una maxi raccolta di vestiario necessario per i nostri nuovi concittadini. Sono tutti maggiorenni, ma hanno bisogno praticamente di tutto. Il Ministero dell’Interno ha registrato gli sbarchi di oltre 4mila profughi dei giorni scorsi: è un’emergenza nazionale ed è giusto e bello che Pesaro faccia la sua parte. A noi sono stati destinati 40 rifugiati politici (si tratta di siriani, eritrei, somali e altre etnie africane, sbarcati a Lampedusa e poi appoggiati nel porto di Siracusa) che arrivano da zone di guerra: ci sono donne, ma nessun bambino. Lo Stato garantirà una diaria di 30 euro a persona al giorno – utili a pagare il costo dell’albergo – e la convenzione al momento è aperta fino al 30 giugno. Chiunque abbia vestiario (valuteremo nelle prossime ore se possa servire altro materiale) può contattare Pino Longobardi al 328.8882922 o Pierpaolo Bellucci al 339.4294670, i quali gestiranno la raccolta smistando il materiale in arrivo tra Casa Freedom e l’hotel Astoria. Si ringrazia la cittadinanza per la generosità.

Pesaro Povera: gruppo di cittadini attivi nella prevenzione dell’emarginazione sociale

www.facebook.com/pesaropovera – pesaropovera@gmail.com

Recapiti: 339.4294670 (Bellucci) – 328.8882922 (Longobardi)

Per contribuire: bonifico intestato ad “Associazione Acu Marche Consumatori Utenti”

coordinate bancarie: IT 36 S 05018 02600 000000164518 causale “fondo Pesaro Povera”

 

Sulla questione intervengono anche i gruppi politici:

 

Lega Nord Pesaro vuole chiarimenti

L’annunciato arrivo di nuovi clandestini richiedenti asilo politico, ci pone di fronte a nuovi interrogativi che giriamo al Prefetto e al Sindaco.

In un momento drammatico per il nostro paese, in cui sono a rischio le pensioni, i fondi per la cassa integrazione, il nostro paese accoglie a spese dei soliti contribuenti altri clandestini che ufficialmente vengono qui per richiedere asilo politico.

Leggiamo che a costoro verranno garantiti vitto e alloggio in un hotel sul lungomare, carta telefonica e pocket money, mentre migliaia di pensionati italiani fanno la fame al minimo, e migliaia di cassaintegrati ed esodati entreranno presto nel girone infernale della povertà.

Per questo vogliamo vederci chiaro: abbiamo il diritto di sapere se queste persone vengono da un paese in guerra come la Siria, oppure se sono semplici clandestini in cerca di stato sociale a nostre spese.

E vogliamo vederci chiaro anche sugli ospiti della struttura di Fosso Sejore, visto che ormai la guerra in Libia è finita, e che in Tunisia non cè più una dittatura.

Fermo restando il dovere morale di offrire rifugio a chi fugge da una guerra (e penso soprattutto ai cristiani fortemente perseguitati in Siria e in tutto il Medio Oriente da frange di islamisti sempre più violente), vogliamo ripristinare la sovranità sul nostro territorio, e vogliamo che chi non abbia titoli per rimanere venga respinto così come prevede la legge Bossi-Fini tutt’ora in vigore!

Vogliamo che sia fatta chiarezza, e vogliamo vedere i documenti che attestino i requisiti di permanenza nel nostro paese, anche per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini pesaresi.

Confidiamo per questo nella sensibilità del Prefetto e del Sindaco, in un momento di situazione sociale esplosiva.

Lega Nord Pesaro

Danilo Fuligno

Segretario Comunale

 

FORZA NUOVA: “Intollerabile”

Forza Nuova, attraverso un comunicato stampa, prende posizione sull’arrivo dei “rifugiati” che verranno ospitati all’hotel Astoria in viale Trieste a Pesaro. “Troviamo intollerabile che, mentre i nostri connazionali si suicidano ogni giorno per mancanza di lavoro, questi extracomunitari che nel nostro paese non hanno mai lavorato un giorno soggiornino in un hotel, a spese dei contribuenti che non riescono ad arrivare a fine mese. Vitto, alloggio, ricariche telefoniche e sigarette.Ecco i privilegi che vengono concessi a questi “rifugiati”, quando molti cittadini italiani sono costretti a scegliere se pagare le tasse o mangiare. Forza Nuova considera questa situazione uno schiaffo a tutti quegli italiani onesti che hanno lavorato per quarant’anni  per ritrovarsi con nulla nelle mani, mentre i primi venuti hanno diritti che gli italiani possono solo sognarsi. Senza contare poi i rischi malattie, quali tubercolosi e scabbia, già venuti fuori in diverse città d’Italia. Forza Nuova annuncia sin da ora che manifesterà in settimana per esprimere il proprio sdegno davanti all’hotel Astoria, contro il razzismo anti-italiano delle istituzioni e delle associazioni xenofile che mettono da sempre gli immigrati davanti ai nostri concittadini. Solo Forza Nuova dalla parte degli italiani.”

Un commento to “A Pesaro (in viale Trieste) 40 rifugiati politici: resteranno fino al 30 giugno. Parte una task force di solidarietà. Ma Lega Nord e FN insorgono”

  1. Jimmy Choo scrive:

    Jimmy Choo

    AMSTERDAM (Reuters) German buyer Joh A Benckiser (JAB) Is in talks on a 6.4 billion euro deal (5.4 million pounds) To buy the owner of Douwe Egberts coffee and bolster its position in a hot drinks industry gaining from innovation and emerging market gr…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>