Tour del degrado a Fano: “Poca sicurezza e ordinaria manutenzione assente anche nel quartiere Zavarise”

di 

22 marzo 2014

FANO  – Ha fatto tappa questa mattina nel quartiere Zavarise, area residenziale situata fra il centro storico e San Lazzaro, il Tour del Degrado del Partito Democratico di Fano, a cui hanno partecipato, insieme con il Coordinatore del Circolo PD Centro – Mare Enrico Fumante, il candidato Sindaco Massimo Seri e una rappresentanza del comitato dei residenti della zona.

Degrado Zavarise

Degrado Zavarise

“E’ un quartiere che ha perso la sua identità – ha denunciato Fumante – perché sempre più utilizzato come parcheggio a servizio del centro storico, in cui è aumentato il traffico di automobilisti alla ricerca di posteggio, mentre mancano i requisiti minimi di sicurezza per il transito di ciclisti e pedoni.”

“La viabilità, in molte strade a doppio senso, manca di adeguata segnaletica orizzontale e verticale, il parcheggio è selvaggio perché non regolamentato con appositi stalli, non ci sono marciapiedi, né arredi e neppure semplici cestini portarifiuti.” “Inoltre, in quelle poche vie dotate di dissuasori a protezione dei controviali ciclopedonali, questi sono impraticabili perché invasi da fango ed erbacce: una pericolosa situazione di abbandono, una perdurante mancanza di attenzione all’ordinaria manutenzione, tratto distintivo dei dieci anni di amministrazione di questo centrodestra.”

Seri, poi, ha sottolineato che “sono mancate in questi anni le piccole attenzioni”, di cui la sospensione delle manutenzioni ordinarie è in esempio, rivendicando la necessità di porre in essere degli “interventi minimi, di buonsenso, per ridare ordine alla zona.” Al netto di interventi strutturali, che esigono una preventiva e attenta programmazione per essere realizzati, in qualità di candidato Sindaco ha assunto con i residenti “l’impegno concreto di riorganizzare la viabilità del quartiere per renderla più sicura”, prevedendo sensi unici e una rinnovata segnaletica orizzontale e verticale, il tutto con una scadenza certa: il prossimo autunno.

Più in generale Seri ha ricordato l’intenzione, propria e dell’intera coalizione, di recuperare quel rapporto di partecipazione dei cittadini alle scelte, attraverso l’ascolto dei territori e l’istituzione di apposite consulte, caratteristico della visione politica del centrosinistra, in cui le decisioni dell’amministrazione sono il frutto della condivisione con i cittadini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>