Urbino, centro storico “blindato”: nuove telecamere di sicurezza e musica bassa dopo mezzanotte e trenta

di 

22 marzo 2014

A Urbino prosegue il lavoro che ha come obiettivo la prevenzione, la sicurezza e il controllo nel centro storico. Si punta a una migliore qualità della vita per i residenti e per coloro che arrivano in città per trascorrere una serata di svago con gli amici. In questi giorni si sta completando l’installazione delle telecamere di ultima generazione ed è stato aumentato il numero dei punti di ripresa. Le nuove apparecchiature, gestiste con un adeguato programma informatico, permetteranno di identificare gli eventuali autori di danneggiamenti e consentiranno di monitorare più nel dettaglio la mobilità urbana. Inoltre, il sindaco firmerà un’ordinanza con cui si stabilisce che nei locali pubblici la musica non possa essere effettuata, qualora sia chiaramente udibile all’esterno del locale, nella fascia oraria che va da mezzanotte e trenta fino alle 08.30 del mattino.

 

Nel dettaglio: entro brevissimo, a installazione conclusa, questi saranno i punti di ripresa delle telecamere. Due in Piazza della Repubblica; uno su un lato di Corso Garibaldi (lato Piazza della Repubblica) e uno all’estremo opposto, nella zona dell’Esedra davanti al Teatro Sanzio; uno in via Raffaello – Piazza San Francesco, via Mazzini, via Veterani e via Budassi.

 

Per quando riguarda la musica nei locali pubblici, con la nuova ordinanza del sindaco si è voluto innanzitutto chiarire quali siano le caratteristiche che configurano un “piccolo intrattenimento musicale”, come consentito dalla normativa. Il Comune ritiene che rientrino «a pieno titolo nella categoria dei “piccoli intrattenimenti musicali” tutte le forme di diffusione sonora in grado di attrarre potenziali clienti che si trovino all’esterno del locale». E si stabilisce inoltre che, nel rispetto del relativo Regolamento della Regione Marche (4 agosto 2011, n.5), i locali autorizzati a fare “piccoli intrattenimenti musicali senza ballo”, devono tenere qualsiasi diffusore acustico all’interno degli ambienti dell’esercizio; le porte del locale devono rimanere chiuse; i diffusori acustici devono essere sempre rivolti verso l’interno del locale e non essere messi nelle vicinanze dell’ingresso.

 

«Rientrano a pieno titolo nella categoria dei “piccoli trattenimenti musicali senza ballo” -si legge nell’ordinanza- quelli in cui la musica, prodotta o riprodotta con qualsiasi mezzo, sia chiaramente udibile all’esterno del locale». Tali intrattenimenti «non possono essere effettuati nella fascia oraria compresa tra le 00.30 e le 08.30. La normativa prevede sanzioni per chi non rispetterà i termini dell’ordinanza».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>