Volley, per la Robur Tiboni un punticino per l’ultimo posto playoff. Guarda le foto di Ceccarini

di 

23 marzo 2014

ROBUR TIBONI URBINO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3

 (28-26, 17-25, 25-18, 15-25, 11-15)

ROBUR TIBONI URBINO URBINO: Leggs 9, Kostic 11, Negrini 10, Thibeault 1, Brcic 1 Santini 8, Carocci L , Escobar 1 Zecchin , Giombetti , Casoli, n.e. Guidi , All. Micoli – 2° All. Santarelli

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Smutna 7, Loda 9, Stufi 10 , Diouf 15, Blagojevic 7, Folie 3, Merlo L, Klisura, Weiss Bruno, Sylla Non entrate: Melandri All. Lavarini.

Arbitri Santi, Feriozzi.

NOTE Spettatori 623 circa. Incasso 1124 Durata set: 30’, 23’, 26’ tot. 75’. ROBUR TIBONI URBINO battute sbagliate 6, vincenti 1, muri 6, 2ª linea 6, errori 14 FOPPAPEDRETTI BERGAMO b.s. 10 b.v. 1 muri 7 2ª linea 11, e. 19

 

URBINO – Equilibrio che fa la parte del padrone, in entrambe i campi a momenti alternati alternati. Il servizio è la componente maggiormente aggressiva nei primi due parziali, mentre Bergamo risulta fallosa Urbino ne approfitta a riesce a dominare il parziale fino a quando, grazie ad una Negrini sempre presente, riesce a chiudere ai vantaggi il primo set. Nel corso del secondo set, grazie a Sylla al posto di Loda, particolarmente esplosiva in attacco da ogni parte di campo, Bergamo riesce riscattare il primo set e si va al cambio di campo in perfetta parità. Brcic, ben guidata dal tecnico Micoli, cerca di accelerare il gioco, chiama spesso Leggs e Thibeault, così come Weiss cerca Folie per contrastare il muro – difesa delle aquile ducali. Negrini e santini, sempre sostenute da una brillante Luna Carocci difendono palloni incredbili, che consentono la chiusura del terzo set. Nel quarto le energie feltresche non sono equilibrate, manca l’aggressività vista fino a qualche momento prima. Weiss cerca di fare andare a maggiore velocità la palla sia al centro che alla banda, il muro fatica a ‘leggere’ le mani della palleggiatrice tedesca, ad Urbino ci sono troppi errori imprevisti, di disattenzione, così l’incontro arriva al quinto set. Il set decisivo vede una buona partenza delle aquile ducali, Negrini sempre costante nel suo rendimento, in ogni parte di campo, guida le aquile ducali, fino al cambio di campo. Weiss chiama sempre Diouf, chiave determinante per la chiusura del set e dell’incontro. Urbino guadagna comunque un punto importante, alla luce dei prossimi scontri importanti per la conquista dell’ultimo posto per i play off.

 M. Novella Ferri

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DI ANDREA CECCARINI (CLICCA PER INGRANDIRE):

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>