Mercato ambulante: Anva Confesercenti incontra i rappresentanti del Comitato Carducci

di 

24 marzo 2014

Roberto Borgiani

Roberto Borgiani, direttore provinciale Confesercenti

PESARO – Si è svolto nei giorni scorsi nella sede Confesercenti di Pesaro un incontro tra i responsabili Confesercenti Roberto Borgiani, direttore provinciale, e Alessandro Ligurgo responsabile della zona di Pesaro, i coordinatori Anva Confesercenti di Pesaro e Urbino Andrea e Giovanni Rinaldi e una rappresentanza dei commercianti del Comitato Carducci guidati da Paolo Rolfini.

Nel corso dell’incontro si è discusso sulla necessità di avviare politiche di valorizzazione del centro storico e dell’area circostante, oltre che della funzione commerciale dell’area che ne costituisce elemento essenziale e irrinunciabile. Sul tema, Confesercenti ha espresso tutto il proprio appoggio al Comitato, ribadendo il continuo impegno dell’associazione nella direzione del recupero e della riqualificazione dei centri cittadini in veri e propri centri commerciali naturali.

E’ stata poi affrontata la questione del mercato ambulante cittadino: Giovanni e Andrea Rinaldi hanno evidenziato come Anva Confesercenti stia portando avanti ormai da 4 anni una battaglia contro l’Amministrazione Comunale per ottimizzare il trasferimento del mercato in area S. Decenzio. Tale battaglia si fonda, in particolare, su tre richieste: l’abolizione del canone ricognitorio imposto agli operatori –supportata da un’azione legale avviata contro il Comune e sostenuta da oltre 170 ambulanti del mercato- la realizzazione, vicino all’area del cimitero, di un parcheggio a servizio del mercato e una diversa sistemazione degli spazi all’interno del mercato stesso, al fine di rendere l’area più fruibile per i cittadini e quindi anche più funzionale in termini commerciali a favore degli operatori.

I rappresentanti Anva Confesercenti hanno sottolineato che gli interventi richiesti, insieme con altri accorgimenti come il ripristino della navetta che collega le frazioni al San Decenzio, sarebbero sufficienti a riportare il mercato pesarese ai livelli di eccellenza che aveva fino al 2009, in termini economici, commerciali e di immagine.

In merito alla proposta lanciata dal Comitato Carducci di riportare il mercato là dove si svolgeva prima del trasferimento al San Decenzio o ancora più a ridosso del centro storico, i responsabili Anva hanno ribadito di non essere contrari per partito preso, ma hanno sottolineato le difficoltà di carattere tecnico e normativo che questa operazione comporterebbe, oltre che la necessità di avere sul tema una consultazione con tutta la categoria, in particolare con i tanti ambulanti del riminese. Agli operatori, infatti, andrebbe sottoposto un progetto preciso che tenga conto di tutte le variabili, dalle già citate difficoltà tecnico-normative, ai tempi di realizzazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>