Nardelli (Scelta civica): “Eliminiamo i dissuasori di velocità illegittimi”

di 

26 marzo 2014

Massimiliano Nardelli, Scelta Civica

Massimiliano Nardelli, Scelta Civica

PESARO – “Nel territorio comunale, in tema di viabilità e mobilità, non c’è solo da risolvere la questione legata alla sosta nelle strisce blu oltre l’orario consentito quando è stato pagato il ticket ma anche quello legato ai dissuasori di velocità segnalati da box gialli che hanno fatto parte del progetto “Se vedo giallo va-lentino” e che sono stati dichiarati illegittimi dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture”.

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale Scelta Civica, sottolinea che all’interno del Comune di Pesaro ci sono circa 20 postazioni semi permanenti di rilevazione della velocità. I contenitori di colore giallo sono fissi e l’automobilista non sa se il contenitore sia vuoto o contenga un autovelox al proprio interno ed è costretto ad adeguare la velocità in corrispondenza dei punti stabiliti. “Questo sistema – scrive – era nato per cercare di liberare risorse umane da destinare ad attività altrettanto strategiche. Peccato che, come nel caso della permanenza oltre l’orario della sosta nelle strisce blu, tale sistema sia stato dichiarato illegittimo e quindi inutilizzabile per sanzionare i cittadini visto che per avere validità, in prossimità di tali box, deve comunque stazionare una pattuglia che rilevi l’infrazione”.

“Il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture – continua – ha definito questi finti autovelox inutili, non omologati ed anche pericolosi, ribadendo all’ANCI il parere negativo sull’utilizzo di questi dissuasori. Tali box, da informazioni raccolte, negli uffici comunali non vengono più utilizzati come sistema di rilevazione della velocità e per questo andrebbero eliminati dalle strade. La velocità è un fattore di grave rischio anche in ambito urbano ma siamo dell’idea che comunque devono essere utilizzati metodi legittimi e riconosciuti per rilevare questo tipo di infrazioni. Questa impostazione “garantista” va sempre nell’ottica di evitare ricorsi e contenziosi tra cittadini e Comune di Pesaro ribadendo che la certezza del diritto non può essere utilizzata soltanto a vantaggio degli enti locali, quando conviene soprattutto dal punto di vista finanziario, ed attendendo invece pronunce ufficiali quando le disposizioni, in qualche modo, vanno a favore dei cittadini. Ci aspettiamo, pertanto, che il sindaco dia disposizione adeguate in materia al comandante dei Vigili e che venga recepita questa direttiva del Ministero dei Trasporti, togliendo dalle strade questi bidoni dissuasori ed investendo maggiormente sulle risorse umane e sulle attrezzature da mettere a disposizione della polizia municipale”. Firmato Massimiliano Nardelli, consigliere comunale Scelta Civica.

Un commento to “Nardelli (Scelta civica): “Eliminiamo i dissuasori di velocità illegittimi””

  1. Aldo Amati scrive:

    Incredibile! Un consigliere comunale che si lamenta perchè con i contenitori autovelox gialli ” l’automobilista non sa se il contenitore sia vuoto o contenga un autovelox al proprio interno ed è costretto ad adeguare la velocità in corrispondenza dei punti stabiliti”. In altre parole “poverino l’automobilista che va ai 90 all’ora dove si deve andare ai 50 all’ora(per la nostra e sua sicurezza) e vedendo il bidone giallo è costretto a rallentare e rispettare il limite! Costretto da un immobile bidone giallo quando meriterebbe le frustate e le manette????
    Non ho parole.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>